logo1

Lettera aperta dei lavoratori Hydrochem al territorio

Intanto lunedì prossimo a Villa Pariani sarà presentato il piano industriale di Alessi

 

hydrochem

 

Sarà presentato lunedì 28 gennaio alle 14.30 il piano Alessi. Organizzazioni sindacali e rappresentanti dell'azienda si incontreranno a Villa Pariani. Sarà quello il momento in cui il gruppo - leader nel casalingo di lusso - svelerà le sue carte. Al quel tavolo guardano con trepida attesa i 315 lavoratori e le loro famiglie. Agli esiti dell'incontro si preparano anche i sindaci dei centri cusiani prossimi allo stabililmento, Omegna. Casale e Gravellona. La stragranade maggioranza delle persone occupate nella fabbrica Alessi provengono proprio dal terriotrio cusiano. Tutto questo mentre in terra ossolana resta aperto, il fronte di Hydrochem. I dipendenti del polo chimico attendono l'incontro con i loro rappresentanti sindacali per formalizzare il piano di iniziative che li vedrà attivi in molte piazze del Vco. Intanto le Rsu hanno scritto una lettera aperta per ringraziare tutti coloro che  hanno espresso loro solidarietà. In primis, scrivono, i rappresentanti di Regione Piemonte e Comune di Pieve Vergonte che si sono da sempre adoperati per risolvere i problemi che di volta in volta venivano sollevati dalla direzione aziendale. " La provincia del VCO -dicono- non può permettersi di perdere altri posti di lavoro  occorre un impegno serio, non strumentale da parte di tutti: azienda, rappresentanze sindacali e degli imprenditori, istituzioni ed esponenti politici". Auspicano sobrietà ed impegno e chiedono la costruzione di un tavolo di regia. Un organismo che sia in grado di coordinare iniziative accanto a Fim Fiom e Uilm. Nel breve sollecitano la convocazione di un incontro che sotto l'egida del Vice Presidente della Regione Reschigna e del sindaco il Sindaco Medali, deva parte attiva anche i parlamentari del territorio.

 

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa