logo1

Sanità. Il tema accende in dibattito politico

E' scontro dopo le parole del sindaco di Borgomezzavalle. Il leghista ha confermato il no del suo partito all'ospedale unico del Vco

 

verbania ospedale nuovo

 

 

Si accende lo scontro politico sul tema ospedale unico, quando siamo ormai nell’imminenza delle elezioni regionali e delle amministrative di Verbania. Di ieri il comunicato di Preioni per ribadire il piano della Lega, che prevede il no all’ospedale unico di Ornavasso a fronte di investimenti al San Biagio ed al Castelli. Immediate e molteplici le replice, con stilettate dure da parte dell’amminuistrazione comunale di Ornavasso e del Pd verbanese. " Vorrà dire che se non si farà l'ospedale unico- la presa di posizione del sindaco Filippo Cigala Fulgosi- la responsabilità per i morti causati dalle carenze strutturali degli attuali ospedali, dalla loro diversa ubicazione e dalla difficile loro organizzazione saranno ascivibili alla Lega ed ai suoi rappresentanti locali". All’attacco anche l'assessore leghista Marco Kregar. " Quindi, senza ospedale, il Vco perderà 200 milioni di investimenti? O già promettono 100 milioni al San Biagio e 100 milioni al Castelli? Non è che come al solito- incalza Kregar- i soldi vogliono tenerseli a Torino invece di spenderli da noi? Che facciano subito chiarezza su questo aspetto" Su quanto dichiarato da Preioni è intervenuto sui social anche l’ex vice presidente della Provincia, il democratico Riccardo Brezza. “ Bene che la Lega di Preioni getti la maschera a poche settimane dal voto delle Regionali. Il loro progetto è chiarissimo: privatizzare l'ospedale Castelli di Verbania e fare del San Biagio di Domodossola il vero ospedale unico del VCO. E' giusto che i verbanesi sappiano cosa li attende con la destra al governo della Regione Piemonte e della città di Verbania. Noi crediamo invece nell'unico progetto che unirà finalmente il nostro territorio: l'Ospedale nuovo di Ornavasso. La Lega vuole invece perpetrare le logica di scontro tra Ossola e Verbano, che ha già fatto abbastanza danni a tutto il VCO-conclude Brezza. Anche Nico Scalfi, altro esponente democratico verbanese, attacca la Lega. “Una posizione politica, quella del Carroccio- povera e fuori dalla realtà, che fa leva sul timore delle persone che effettuare piccoli spostamenti sul territorio provinciale per raggiungere il futuro nuovo ospedale che sarà dotato di strumenti e tecnologie a sostegno di pazienti e personale ospedaliero, sia peggio rispetto allo status attuale, ovvero ospedali al centro delle città, non sempre in grado di garantire comunque interventi e cure sul posto, spesso con carenze di personale. Assurdo, se pensiamo che rimanendo fermi a quello che c'è oggi le attività medico sanitarie e di assistenza si accentrerebbero sempre di più su Novara, impoverendo il nostro territorio.

 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa