logo1

In carcere l'ex direttore poste ed ex sindaco di Valstrona Davide Tettamanti

Si è appropriato di decine di migliaia di euro dei clienti, soprattutto anziani. I poliziotti del commissariato di Omegna e della Squadra Mobile si sono presentati alla sua porta per eseguire l’ordine di carcerazione

 

polizia auto01

Si appropriò di decine di migliaia di euro dei clienti, soprattuto anziani: in carcere per scontare una pena di due anni e mezzo per peculato l’ex direttore ed ex sindaco di Valstrona Davide Tettamanti, classe 1961. I poliziotti del commissariato di Omegna e della Squadra Mobile si sono presentati alla sua porta per eseguire l’ordine di carcerazione, dato che la condanna nei suoi confronti è diventata definitiva. E così emerge anche la vicenda, che all’epoca dei fatti non fu resa nota. L’indagine, condotta dal commissariato di Polizia di Omegna, era nata nel 2013 a seguito della denuncia di alcune sorelle di Valstrona che, alla morte della madre ultranovantenne, si erano presentate allo sportello della Posta per riscuotere un buono fruttifero della defunta. La somma che il direttore aveva consegnato loro, però, era inferiore a quella che si aspettavano di ricevere. Avevano chiesto spiegazioni e il direttore si era offerto di rimediare all’inconveniente consegnando loro dei contanti, peraltro una cifra superiore a quella che le clienti contestavano. Le donne, insospettite, si erano così rivolte al commissariato di Polizia di Omegna. Erano iniziate le indagini, che avevano permesso di scoprire che il direttore approfittando della buona fede e dell’ingenuità dei suoi clienti, soprattutto anziani, si sarebbe più volte appropriato dei loro soldi, falsificando documenti e ingannandoli. Indagini complesse, in collaborazione con Poste Italiane. Non era stato facile talvolta neppure spiegare alle vittime di essere state ingannate, perché si fidavano ciecamente del direttore che era anche consigliere comunale e in precedenza era stato sindaco del paese. Non è stata quantificata esattamente la somma sottratta, ma non sarebbe inferiore ai 30-40 mila euro. 

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa