logo1

Rifiuta alcol test e morde poliziotto. Condannato giapponese

 castelletto rotatoria

E' successo nel fine settimana a Castelletto Ticino. Protagonsita un cittadino del Sol Levante in Italia per motivi di lavoro

Gli agenti della polstrada di Romagnano Sesia, nella notte di domenica, hanno fermato una Volkswagen che viaggiava a forte velocità alla rotatoria al chilometro 58 della statale 33 del Sempione nel comune di Castelletto Ticino, di fronte all’Esselunga. Alla guida un giapponese di 55 anni che alla richiesta di esibire patente e libretto della vettura ha affermato di non capire. I due agenti hanno utilizzato il traduttore multimediale e parlato con lui in inglese. Il giapponese ha continuato ad accennare che non capiva. Manifestava un evidente stato di ebbrezza, per questo lo hanno sottoposto all’<alcol blow>, un sistema di pre-etilometro, l’automobilista aspirava anziché soffiare. Quindi ha cercato di fuggire e risalire sulla sua vettura. A questo punto i poliziotti lo hanno bloccato e caricato sulla loro auto. Il giapponese dapprima a cercato di sfilare la pistola dalla fondina di un agente, poi ha inveito con calci e spintoni nei confronti dei rappresentanti dell’ordine, arrivando a prendere a morsi la mano di uno dei due agenti. Nella perquisizione gli è stato trovato un coltello serramanico di misure superiori al consentito. E’ stato processato per direttissima questa mattina al Tribunale di Novara, il giudice lo ha condannato a 4 mesi e 20 giorni, condanna già convalidata. I capi di imputazione sono: rifiuto di sottoporsi all’etilometro, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni. Ritirati patente, passaporto e permesso di soggiorno per motivi di lavoro. I due agenti sono stati medicati al Dea del Santissima Trinità di Borgomanero, dove i medici hanno emesso una prognosi, rispettivamente, di 6 e 4 giorni.

 

Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa