logo1

Trovato il corpo dell'alpinista disperso sul Monte Rosa, lavorava a Gattico-Veruno

 disperso rosa

 

E' l'ingegnere 44enne Massimo Peressini, risiedeva a Novara

 

La salma di Massimo Peressini, l'alpinista 44enne residente a Novara e disperso nel massiccio del Monte Rosa da domenica scorsa, è stata ritrovata questo pomeriggio intorno alle 16.30 in fondo a un crepaccio nei pressi del Col del Lys (4151 m) tra Valle d'Aosta, Piemonte e Svizzera. Peressini lavorava alla Caleffi di Gattico-Veruno.

Si è trattato di un ritrovamento complesso a causa delle condizioni meteorologiche proibitive per vento e freddo e della quota elevata, risolto grazie alla sinergia tra Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese, Soccorso Alpino Valdostano e Soccorso Alpino della Guardia di Finanza. Sono state adoperate tutte le risorse umane e tecnologiche a disposizione: elicotteri, droni, unità cinofile e la nuova antenna Recco. Il ritrovamento è avvenuto grazie all'individuazione di una traccia nella neve nei pressi del crepaccio. Con l'ausilio delle corde i tecnici si sono calati all'interno per circa 30 metri prima di trovare il corpo esanime dell'uomo che in seguito è stato recuperato dall'eliambulanza 118 piemontese e consegnato alle autorità per le operazioni di Polizia Giudiziaria.

 

di Franco Filipetto

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa