logo1

Proteste a Bannio Anzino per la chiusura la strada provinciale

Il sindaco Bonfadini : " Penalizza i festeggiamenti per Sant'Antonio". Il consigliere provinciale : " Monitoreremo affinchè i pellegrini possano arrivare a Bannio Anzino"

strada anzasca meggiana

 

Una protesta formale indirizzata alla Provincia del Vco e per conoscenza al Prefetto del Verbano Cusio Ossola contro l'ordinanza che impone la chiusura della provinciale della Valle Anzasca nei giorni 12 e 13 giugno. E' quanto hanno fatto il sindaco di Bannio, Pierfranco Bonfadini e il presidente dell'istituto pubblico di Anzino, Mattia Frisa. " Il blocco seppur necessario per l'esecuzione dei lavori in corso sul viadotto di Meggiana, arriva nel giorno meno indicato per la Valle. Un provvedimento inaspettato, anticipato da voci informali e senza un reale preavviso " tuonano i due. La protesta nasce dal fatto che il 13 giugno a Bannio Anzino si festeggia Sant'Antonio da Padova. Si tratta di una festa secolare e che ogni anno richiama in Valle tanti fedeli, provenienti da diverse parti del territorio provinciale. Giovedì ad Bannio Anzino è prevista pure la presenza del Vescovo di Novara, Monsignor Brambilla. Diversi anche i sacerdoti provenenti dal territorio ossolano che prenderanno parte al momento religioso. Il blocco stradale rischia di compromettere l'evento. " Abbiamo ricevuto la comunicazione solo nella mattinata di lunedì 10 giugno. Eppure i manifesti che pubblicizzavano le celebrazioni sono affissi da molto tempo. L'evento è stato pubblicizzato in vari modi " spiegano nelle due missive inviate al Presidente della provincia Lincio, Bonfadini e Frisa. Nella giornata di oggi il consigliere delegato alla viabilità della provincia, Rino Porini ha preso contatto con il sindaco di Bannio. " E' impossibile soprassedere alla chiusura - spiega Porini - Si rischierebbero penali anche alte. Il cantiere non può essere bloccato. Ci siamo impegnati però a fare in modo che la festa possa svolgersi regolarmente assicurando il passaggio delle persone.Intanto oggi pomeriggio è stato tolto, all'imbocco della valle, il segnale luminoso che indicava la chiusura della provinciale ". A Bannio Anzino però si vorrebbe una comunicazione ufficiale, in grado di assicurare il passaggio dei pellegrini in arrivo in paese. " Vivere in montagna è sempre più difficile. Verrebbe voglia di andare via " sottolinea con fare sconsolato il sindaco Bonfadini che aggiunge :" qui c'è tanta gente che da un anno lavora a questa ricorrenza. Una evento che ha pure una valenza turistica. La chiusura della strada rischia di compromettere tutto ".

 

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

Ultime news

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa