logo1

Il Tennis Verbania deve abbandonare ancora una volta il sogno dello spareggio per la serie B

Domenica, sui campi di Trobaso, i verbanesi sono stati sconfitti 4 a 2 da Pescara al termine di un match in cui è girato tutto storto per i ragazzi di casa
 
 
 
tennis
 
 
Il Tennis Verbania deve abbandonare ancora una volta il sogno di giocare lo spareggio per la serie B.
 
Domenica, sui campi di Trobaso, i verbanesi sono stati sconfitti 4 a 2 da Pescara al termine di un match in cui è girato tutto storto per i ragazzi di casa.
 
Hanno cominciato i due singolari da una parte De Rossi e dall'altra Negrello.
 
Negrello al termine di un match combattuto ha vinto 6/3 al terzo set confermando la sua solidità negli incontri a squadre.
 
Con De Rossi invece sono iniziati i problemi. Avanti 6/2 5/1 e con diversi match points a disposizione l'atleta di casa si bloccato andando a perdere per 7/5 6/3 e dando così inizio agli incubi per i verbanesi.
 
Nei secondi singolari Sada con una prestazione sontuosa ha vinto 6/0 6/1 in scioltezza mentre il maestro Tona, dopo una buona partenza e avanti 5 a 2 nel primo set ha accusato il caldo spegnendosi via via fino a perdere 7/5 6/4; peccato perché avrebbe voluto festeggiare con una vittoria la fresca nascita del figlio.
 
Dopo la pausa i doppi e il definitivo colpo di grazia per i ragazzi di casa.
 
Nel primo doppio Sada e Clavico mentre erano in vantaggio per 5 a 2 con doppio break a favore si sono visti costretti al ritiro per un infortunio al ginocchio occorso a Clavico mentre Galli e Tona nulla hanno potuto contro i forti pescaresi : 7/5 6/2 i finali.
 
Per il Tennis Verbania finisce così amaramente l'avventura in serie C. Amarezza dovuta al fatto che erano davvero molte le speranze di arrivare allo spareggio per la B in programma domenica.
 
Adesso qualche giorno per smaltire la delusione e poi si inizierà a programmare la prossima stagione.
 
 
Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa