logo1

Aumento voli su Malpensa, le preoccupazioni del territorio

 

A poche settimane dalla chiusura di Linate si analizzano le ripercussioni sullo scalo varesino

 

aereo

 

C’è fermento sui comuni che si affacciano sulle sponde del Ticino per l’incremento dei voli su Malpensa per la chiusura per tre mesi dell’aeroporto di Linate. Questa volta l’attenzione è alta non solo ad ovest del fiume azzurro, ma anche tra i comuni della Lombardia. Infatti recentemente si è tenuta una riunione in territorio varesino alla quale hanno preso parte anche esponenti del Novarese. Ora sono i segretari dei quartieri di Somma Lombardo che, all’unanimità, esprimono la loro forte preoccupazione rispetto a ciò che si prospetta dopo il 27 di luglio e sino a tutto ottobre, periodo in cui si sposteranno i voli da Linate a Malpensa. La loro attenzione ricade essenzialmente sui alcuni punti:

 

 - non sono stati valutati gli effetti di questo trasferimento in riferimento alle questioni ambientali riferite all’inquinamento acustico e dell’aria.

- I territori già oggi sono gravati dalle crescenti problematiche di sicurezza sulla viabilità 

- L’aumento del traffico aereo nei tre mesi del trasferimento ed il conseguente aumento veicolare che si produrrà non risulterà sostenibile poiché già attualmente si sono rilevati dati di traffico aereo e veicolare oltre i limiti sopportabili dal territorio. I segretari chiedono quali azioni si intendono avviare per mitigare le problematiche. Anche la popolazione va informata. Al di qua del Ticino, nell’ambito del Covest si afferma: <La preoccupazione dell’aumento dei sorvoli è unita a quella dell’aumento veicolare sulle strade da e per l’aeroporto di Malpensa, arterie già di per sé molto trafficate. Questa volta sono scesi a protestare anche i comitati e i sindaci dei comuni lombardi, l’unione dovrebbe fare la forza, ma non sempre dai vertici della Sea, la società che gestisce gli aeroporti lombardi, sono disposti ad ascoltare le richieste dei rappresentanti delle popolazioni.

Auspichiamo venga indetta in tempi brevissimi un’assemblea pubblica anche al di qua del Ticino per informare la popolazione e, possibilmente, in orari che consentano una forte partecipazione di cittadini>. 

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa