logo1

I sindacati tornano a lanciare l'allarme: a rischio le 15 operatrici del CUP di Piedimulera

 piedimulera coopazzurra

I rappresentanti dei lavoratori e il sindaco Lana chiedono al presidente della Provincia la convocazione degli stati generali del VCO

 

Comunicato stampa - Da oltre 15 anni le operatrici del CUP telefonico dell’ASL del VCO, gestiscono da Piedimulera questo servizio. Da diversi anni le lavoratrici vivono nell’incertezza a causa del rischio delocalizzazione e ora l’incertezza sembra divenuta realtà. Infatti da settembre 2019 è stato assegnato ad un nuovo gestore con sede a Novara il servizio del CUP telefonico ASL VCO.

In vista dei trasferimenti, o meglio Licenziamenti mascherati da trasferimenti, le 15 lavoratrici che difficilmente, essendo donne e madri di famiglia (con stipendi da call center e per 13 operatrici con orario part-time) potrebbero investire tanto, troppo tempo ed economie per andare ogni giorno a Novara a lavorare, di fatto saranno costrette a rinunciare e perdere il lavoro. Noi non ci stiamo, abbiamo un servizio eccellente per tempi e competenza di risposta ai cittadini, abbiamo 15 famiglie del disastrato VCO che vedrebbero perdere l’opportunità lavorative con conseguenti ulteriori disoccupati da gestire.

Per questo chiediamo al VCO di ricompattarsi e convocare i propri stati generali e con le autorità del territorio pretendere dalla regione Piemonte una soluzione che salvaguardi realmente anche queste lavoratrici. Congiuntamente al Sindaco di Piedimulera Alessandro LANA, chiediamo la convocazione delle parti al Presidente della Provincia del VCO.

Per la FIM CISL e UILM UIL Iginio MALETTI – Michele CALO’

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa