logo1

Incendio alla Valpricar di Arona

Le fiamme hanno divorato tutto il materiale presente all'interno dell'autoricambi. Il fuoco ha danneggiato seriamente anche l'edificio

 

arona valpricar incendio

 

Un incendio di vaste proporzioni ha completamente distrutto l’autoricambi Valpricar di via Milano ad Arona. E’ scoppiato qualche istante prima delle 23.30 di sabato 17, ed ha richiesto interventi dei vigili del fuoco sino alle 12 del giorno successivo per avere ragione dell’ultimo focolaio e per lo smassamento. Sono intervenute squadre dei vigili del fuoco di Arona, Borgomanero, Romagnano Sesia e dal Comando di Novara con una grossa ruspa. Anche l’edificio è crollato completamente come il tetto sulle macerie, è rimasta parzialmente in piedi una parete a sud. All’interno c’erano autoricambi di ogni genere e per ogni tipo di marca d’automobile, cinghie, lampadine, oli lubrificanti, detergenti per lavavetri, tappetini, accessori vari e minuteria metallica. Non si è salvato nulla. L’azienda è dei fratelli Sergio e Danilo Valsesia che lo gestivano da 38 anni. I proprietari erano in vacanza, infatti questa settimana l’attività era chiusa per ferie. Una ventina gli uomini dei vigili del fuoco che hanno operato ininterrottamente per oltre dodici ore. Precauzionalmente è stato chiesto l’intervento della Polfer, infatti alle spalle dell’edificio c’è la stazione ferroviaria di Arona con la Linea Milano-Domodossola e Arona – Novara. Precauzionalmente sono stati fatti rallentare tutti i treni in transito sino a che non si è spento l’ultimo focolaio. Ma il pericolo maggiore era dato dalla presenza di una stazione di servizio della K8, se le fiamme avessero raggiunto il distributore di carburante saremmo qui a parlarvi di una tragedia. Precauzionalmente per la notte sono state fatte sfollare le famiglie, una mezza dozzina, che abitano un una palazzina adiacente. Sul posto è stata presente per tutta la notte una ambulanza del 118, ma non si lamentano feriti e nemmeno intossicati. Molti i curiosi che si sono recati in via Milano per rendersi conto dell’accaduto. Essendo sabato sera Arona era invasa dai giovani della movida. Saranno i carabinieri della Compagnia di Arona, con il supporto delle relazioni dei vigili del fuoco del comando di Novara a stabilire le cause che hanno innescato l’incendio. Tra le probabilità un corto circuito di qualche apparecchiature elettrica. Subito è stato escluso il dolo.

 

F.f.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa