logo1

Stresa Festival, venerdì il concerto inaugurale, Gianandrea Noseda torna sul podio del Palacongressi

 

Prende il via il nucleo centrale di questa 58° edizione del festival con "Pergolesi incontra Mozart (con Stravinskji)"

 

 

noseda gianandrea

Il maestro Gianandrea Noseda venerdì alle 20 torna sul podio del Palazzo dei Congressi per il concerto di apertura del nucleo centrale dello Stresa Festival, 58° edizione, "Scoprendo il presente" il tema. Sul palco l’Orquesta di Cadaqués, ora residente a Barcellona. Noseda ne è il direttore principale dal 1994.

La prima parte del programma propone il Concerto per pianoforte e orchestra K. 503 che Mozart scrisse nel 1786, uno dei più celebri del genio salisburghese. Solista il talentuoso pianista francese Pierre-Laurent Aimard che sarà nei giorni successivi impegnato in una masterclass che si concluderà con una performance dal vivo.

La seconda parte del programma del concerto inaugurale prevede invece il Pulcinella (integrale) di Igor Stravinskij. Composto tra il 1919 e il 1920 e ispirato a temi che all’epoca si attribuivano a Pergolesi, l’autore rielabora il linguaggio musicale settecentesco con la sua straordinaria capacità di orchestrazione. Per la serata un cast di cantanti d’ eccezione, composto da Barbara Frittoli, Francesco Marsiglia e Nicola Ulivieri.

Il festival prosegue fino all'8 settembre. Uno sguardo agli altri appuntamenti più prossimi: il 24 agosto Modo Antiquo e il suo direttore Federico Maria Sardelli nel concerto open-air nell’affascinante giardino della Loggia del Cashmere sull’Isola Madre. La serata è dedicata alle rare composizioni strumentali sacre di Vivaldi.

Il 25 agosto al Palazzo dei Congressi l'incontro con una figura femminile con un vissuto complesso: la pittrice Artemisia Gentileschi diventa fonte d’ispirazione per la realizzazione di un progetto multimediale e multidisciplinare di videoart/musica dal vivo. Si esibiranno il soprano Roberta Invernizzi e l'ensemble Accademia d'Arcadia con strumenti d’epoca. Nella seconda parte della serata Vittorio Sgarbi analizzerà il lavoro della Gentileschi e dell'ambiente artistico coevo.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa