logo1

Dopo Cannobio, "Cappelline" di Iaia Filiberti approda a Stresa

 cannobio filiberti

 Allestimento al Palazzo dei Congressi, venerdì alle 17 l'inaugurazione. La mostra sarà visitabile fino all'8 settembre

 

Dopo le settimane di esposizione la scorsa primavera a Palazzo Parasi a Cannobio, torna "Cappelline", la mostra di Iaia Filiberti, stavolta nella Sala Rossa del Palazzo dei Congressi di Stresa in concomitanza con lo Stresa Festival. Venerdì alle 17 l'inaugurazione, sarà allestita fino all'8 settembre con ingresso libero dalle 18,30 alle 23.

la proposta è dell'assessorato comunale al turismo, una cinquantina le opere esposte che vedono protagonista l'artista. Partendo dalla fotografia come mezzo d’espressione, il progetto offre una riflessione personale della Filiberti sul culto religioso. L'itinerario si snoda non in luoghi di culto rinomati ma attraverso siti cari all'artista: da Stresa – città legata alle memorie d’infanzia – a chiese quali Santa Maria Segreta e Santa Maria del Carmine a Milano, città dove risiede, fino a quelle della Versilia, dove trascorre le vacanze. Le foto sono inquadrate in importanti cornici dorate impreziosite da decorazioni artigianali e corredate da brevi preghiere e brani letterari uniti, come in un ricamo, ai lavori.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa