logo1

Omicidio Comignago, la Procura di Novara ha chiesto la perizia psichiatrica per Alberto Pastore

I fatti risalgono alla notte fra il 25 e 26 agosto scorso

 

 novara tribunale

Alla fine la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Novara ha disposto una perizia psichiatrica per valutare le capacità di intendere e di volere su Alberto Pastore, questo a seguito dell’omicidio del suo miglior amico Yoan Leonardi. I fatti sono accaduti la notte tra il 25 e il 26 agosto tra Comignago e Borgo Ticino, lungo la strada statale 32 Diramazione. I due ragazzi, 23 anni la vittima, 22 l’omicida, entrambi residenti a Cureggio, avevano vissuto insieme tutti i periodi scolastici dalla scuola materna, alle elementari sino alle medie. Più grandi avevano condiviso le passioni, come le gare di calcio e calcetto alla quale hanno preso parte anche la sera che ha preceduto il delitto. Che cosa è accaduto tra i due? Alberto era stato fidanzato con Sara, una ragazza che risiede a Borgo Ticino, che lo aveva lasciato da poco. Disperato aveva chiesto aiuto a Yoan affinché facesse da paciere per riallacciare i rapporti con la giovane. Qualcosa non ha funzionato. Per questo la Procura della Repubblica di Novara ha avviato anche una perizia informatica sui cellulari dei due ragazzi, allo scopo di verificare lo scambio di messaggi e il contesto in cui è maturata la vicenda. L’accertamento va ad aggiungersi alla perizia disposta dagli investigatori, quella medico-legale, il cui incarico al consulente sarà affidato il prossimo 24 settembre. Dall’ultimo interrogatorio del Pastore è emerso un movente passionale, legato alla fine della relazione dell’omicida con Sara, e ad una presunta intromissione della vittima in questa storia. Forse l’opera di far riavvicinare la ragazza con Alberto sarebbe finita per avviare un legame tra Yoan e l’ex fidanzata dell’amico. Intanto il padre della vittima, Marino Leonardi, ospite di una trasmissione di Rai Due, ha ribadito che non odia l’assassino del figlio. Questo a confermare anche il forte legame che unisce, ancora oggi, le famiglie Leonardi e Pastore, legame più volte ribadito a tutti coloro che lo avvicinavano.

 

F.F.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa