logo1

Sicurezza sul lavoro, più controlli nel Vco

 

 

Vertice in Prefettura questa mattina, dopo gli infortuni, uno mortale, verificatesi in Ossola

 

comitato ordine

Combattere il lavoro nero per aumentare la sicurezza. E’ l’obiettivo dei controlli che nei prossimi mesivedranno coinvolte diverse realtà, secondo quanto stabilito questa mattina nel corso del tavolo convocato in Prefettura, in seguito all’infortunio mortale di qualche settimana fa a Malesco e alla caduta di un lattoniere di ieri ad Anzola (l’uomo è ancora ricoverato a Novara). Hanno partecipato Carabinieri, Polizia, Guardia di Finanza, Vigili del fuoco, Ispettorato del Lavoro, Spresal, Inail, sindacati e associazioni di categoria. “Non possiamo fermarci ai dati ufficiali– spiega il prefetto Iginio Olita -, ma dobbiamo combattere il lavoro nero. Questo è il presupposto dal quale partiremo per nuovi controlli”.  Il dato di partenza è che ci sono probabilmente molti infortuni che non vengono nemmeno denunciati se il lavoratore non è in regola con il contratto. “Con il coordinamento tra Ispettorato del Lavoro, Spresal, Forze dell’ordine, e in particolare la Guardia di Finanza – prosegue Olita -, saranno organizzati controlli mirati in aziende dove si suppone che ci siano lavoratori non regolari”. Recentemente in Prefettura si era riunito un altro tavolo, dedicato al contrasto del lavoro nero nel settore turistico. Senza contare che la lotta la lavoro nero è anche a favore di una giusta e corretta concorrenza.

 

Il direttore dello Spresal Giorgio Gambarotto illustra alcuni dati: “Gli infortuni sul lavoro dal 2012 a oggi sono in costante calo, in particolare quelli più gravi con prognosi sopra i 40 giorni”. I cantieri ispezionati dallo Spresal nel 2018 sono stati 100: di essi 45 non rispettavano le norme. Nel 2019, su 87 controlli effettuati fino ad oggi, in 40 sono state riscontrate irregolarità”. Entro la fine dell’anno sarà convocato un nuovo incontro. 

 

M.e.g.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa