logo1

Rapina Ghevio. Carabinieri analizzano filmati della zona

 

Intanto si scopre che l'auto sospetta era stata notata nel pomeriggio a Verbania

 

 

 

meina rapinaAvevano già agito a Verbania, nelle ore precedenti, i rapinatori che hanno colpito giovedì sera la famiglia Riboni di Ghevio. Infatti l’Alfa Romeo Stelvio è stata notata in prossimità di furti messi a segno nel capoluogo e ripresa da telecamere. Da Verbania i malviventi si sarebbero spostati a Ghevio qualche ora dopo percorrendo l’autostrada dei Trafori A/26. Vano è stato il tentativo di inseguirli da parte dei carabinieri e di intercettarli da parte degli agenti della polizia stradale di Romagnano Sesia. Il fatto ha destato preoccupazione sull’intero Vergante. Colpisce la sfrontatezza con cui il colpo è stato messo a segno, con i titolari al piano terra e a lato della provinciale n° 34 dell’Alto Vergante con un frequente passaggio di vetture. I carabinieri della compagnia di Arona stanno valutando le immagini delle telecamere per risalire al percorso che i rapinatori hanno imboccato per la fuga. Potrebbero essere in tre, infatti uno è entrato negli appartamenti, uno ha fatto da palo e il terzo potrebbe essere stato al volante della vettura, questo lo si potrebbe percepire dalla rapidità in cui l’auto ha lasciato il teatro della rapina. E’ confermato in 30 mila euro in preziosi, oro e orologi, più tremila euro in contanti il bottino. Le indagini sono portate avanti dai carabinieri della compagnia di Arona sotto al direzione del magistrato verbanese che se ne occupa.

F.f.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa