logo1

I rapinatori di Ghevio intercettati ad Arona

 

I Carabinieri li hanno intercettati ad Arona. Ne è nato un inseguimento. I malviventi sono riusciti a fuggire a piedi e nascondersi tra la fitta vegetazione

 

cc

 

Dopo quattro giorni questa volta i rapinatori sono ritornati sul luogo del “delitto”. Stiamo parlando dei protagonisti della rapina alla famiglia Riboni di Ghevio, avvenuta giovedì 7 novembre, attorno alle 19,45. L’auto è stata ripresa dalle telecamere disseminate sul Vergante lunedì 11 novembre. E’ scattato l’allarme e sono state allertate tutte le unità mobili dei carabinieri. Attorno alle 19 la vettura è stata intercettata in via Roma ad Arona, ne è nato un inseguimento con la vettura dei carabinieri verso via Partigiani, la strada che porta al Sancarlone. Più volte l’autista alla guida della Stelvio ha cercato di mandare fuori strada la vettura dei militari, le due auto hanno riportato diverse ammaccature. Bloccati da un’abile mossa dei carabinieri i malviventi, in tre, sono scesi ed hanno abbandonato l’Alfa Romeo. Ne nato un inseguimento,questa volta a piedi, ma i malviventi sono riusciti a far perdere le proprie tracce favoriti dall’oscurità, dalla fitta vegetazione e dalla pioggia. I militari hanno ispezionato la vettura, risultata rubata, e all’interno vi hanno trovato oggetti da scasso come cacciaviti, piede di porco, flessibile e passepartout. Sembrerebbe che sempre lunedì prima di essere intercettati i malviventi abbiano commesso un furto ancora a Verbania. Ai carabinieri del capoluogo lacustre però non risultano denunce in merito. Proseguono le ricerche da parte di militari coordinati dal magistrato novarese Nicola Serianni.

 

F.F.

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa