logo1

Non ottiene il sussidio, scenata in Comune

Ha dato in escandescenza in Comune a Ghiffa perché non gli era stato accordato un sussidio. Ventottenne ai domiciliari portato in carcere dai Carabinieri

auto carabinieri

 

Era andato in municipio a Ghiffa per chiedere un sussidio economico e, non avendolo ottenuto, ha iniziato a minacciare sindaco e assistenti sociali, lanciando oggetti e danneggiando ciò che gli capitava a tiro. Protagonista della vicenda, avvenuta giovedì, un ventottenne che si trovava ai domiciliari per reati connessi agli stupefacenti. Aveva ottenuto il permesso per uscire di casa e andare in Comune, ma davanti al sindaco e agli assistenti sociali, quando ha capito che le sue pretese non sarebbero state esaudite immediatamente come aveva chiesto, ha dato in escandescenza. Sul posto sono arrivati subito i Carabinieri della Stazione di Verbania che sono riusciti a riportare la situazione sotto controllo, arrestando il ventottenne e fortunatamente senza feriti. Il giovane, nel frattempo, in seguito all’aggravamento della detenzione domiciliare, è stato accompagnato in carcere a Verbania su disposizione dell’Ufficio di Sorveglianza di Novara.

 

I Carabinieri della Stazione di Cannobio hanno invece denunciato due giovani svizzeri, classe 1992 e classe 1996 per accensione ed esplosione pericolose e disturbo alla quiete pubblica. I due, la scorsa notte, per festeggiare la festa nazionale elvetica, avevano acceso nei pressi del lido, petardi e fuochi d’artificio di ogni genere senza nessuna autorizzazione. Nessun danno a cose o persone, ma per i due è scattata la denuncia.

Maria Elisa Gualandris

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa