logo1

Pericolose le strade dell'Aronese

Quattro pedoni, tre motociclisti, un ciclista e due automobilisti morti in 14 mesi

ambulanza118

 

 

Sono molto pericolose le strade dell’aronese, complice spesso l'alta velocità dei veicoli. In soli 14 mesi sono 10 le persone che hanno perso la vita in incidenti stradali. . Il bilancio più pesante riguarda i pedoni. Nella sola Arona ne sono morti quattro. Antonio Prandi nella primavera 2016, Giuseppe Monaco il 13 giugno e Aldo Sbragaglia il 19 giugno di quest’anno. Costoro sono deceduti per le conseguenze riportate dall'incidente. L’ultimo decesso, sabato scorso, quello di Maria Giuseppina Iorio, 73 anni, morta sul colpo con la sua cagnolina in via General Chinotto, dopo essere stata travolta da una Polo condotta da una quarantenne di Dormelletto.

Tre i centauri deceduti, nell’ordine Mauro Cerutti il 5 settembre 2016, originario di Omegna, si è schiantato contro un camper che stava effettuando un’errata manovra a Paruzzaro. Ettore Guerrera di Castelletto, ha perso la vita il 23 giugno a Borgo Ticino contro un tir, anche lui morto sul colpo. L’aronese Massimo Boaga sabato 5 agosto si è schiantato con la sua Harley Davidson contro un muro d’ingresso di una villa a Solcio di Lesa.

Due gli automobilisti vittime della strada. Augusta Belloni, pavese, morta in un incidente in A/26, non lontano dal casello di Arona. Era il 27 ottobre 2016. A Varallo Pombia l’8 maggio del 2017 è la volta di Enzo Peruzzotti, lombardo. Ha perso la vita anche una donna in sella alla propria bicicletta: Giuseppina Fornara di Borgomanero, travolta da una vettura il 5 luglio scorso. Uno solo di questi incidenti è avvenuto sulla statale 32 Arona Novara, ritenuta una delle più pericolose d’Italia. E’ quello che ha coinvolto il Guerrera.

 

di Franco Filipetto

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa