logo1

In tabaccheria giovane nigeriano rompe bottiglia in testa ad un cliente

Rompe una bottiglia in testa al cliente di una tabaccheria. Due notti dopo viene nuovamente arrestato dalla Polizia perché dà in escandescenza al Dea, perizia psichiatrica per giovane nigeriano

polizia

 

E’ stato arrestato due volte in tre giorni: sarà sottoposto a perizia psichiatrica il nigeriano di 26 anni che è stato più volte negli ultimi mesi protagonista di fatti di cronaca in città. Il giudice Raffaella Zappatini questa mattina ha accolto la richiesta dell’avvocato difensore Marco Gagliardini di sottoporre il ragazzo a perizia psichiatrica. L’incarico sarà affidato al perito il prossimo 6 novembre. L’udienza era per il processo per resistenza relativo all’arresto dello scorso 31 agosto, quando il giovane in via De Bonis a Intra all’uscita di un bar dopo aver infastidito i passanti aveva aggredito i Carabinieri che hanno faticato a fermarlo anche con lo spray al peperoncino.

Ma negli ultimi giorni il nigeriano è stato protagonista di ben 2 arresti. Il primo giovedì sera. Il ragazzo è entrato nella tabaccheria di Piazza Gramsci chiedendo un pacchetto di sigarette, ma dato che non voleva pagare la commessa non gliele ha consegnate. A quel punto un tunisino, cliente del locale, deve aver fatto un commento sarcastico. Questo è bastato per scatenare la furia del ragazzo che lo ha colpito con una bottiglia di vetro in testa. Sul posto è arrivata la Volante con l’ambulanza del 118. Il tunisino è stato portato al Dea con profondi tagli sul volto, ed è stato dimesso con una prognosi di 30 giorni. Il ragazzo, dopo la convalida, è stato messo dal giudice ai domiciliari. Il ventiseienne però non ha una casa (dopo l’arrivo come richiedente asilo e la permanenza al centro di Arizzano aveva ottenuto il visto) e sarebbe ospite di un amico. Nella notte tra sabato e domenica si è sentito male e ha chiamato l’ambulanza. Per farsi vedere dai sanitari è uscito in strada. E’ stato trasportato al Dea. Lì è arrivata la Polizia. Alla vista degli agenti il giovane ha dato in escandescenza, compiendo atti di autolesionismo. Si è addirittura lanciato contro una vetrata rompendola. Nel tentare di bloccarlo un agente si è ferito in modo fortunatamente non grave. Per il ragazzo sono nuovamente scattate le manette, per resistenza ed evasione, ed è stato accompagnato in carcere. Il gip questa mattina ha convalidato l’arresto per resistenza, ma ritenendo che non sussistesse l’evasione dal momento che il ragazzo era uscito in accappatoio per farsi trovare dall’ambulanza e c’è il referto del 118 a testimonianza. Resta in prigione, dal momento che non ha un altro posto dove andare. Il gip ha però chiesto una relazione in tempi brevi sulla sua situazione da parte del servizio psichiatrico del carcere e dell’Asl.

Maria Elisa Gualandris

 


Web TV

Ultime news

Domenica, 22 Ottobre 2017
La nostra serie A di volley
Domenica, 22 Ottobre 2017
Igor ok: 3-0 a Pesaro
Domenica, 22 Ottobre 2017
La Vinavil Cipir sbanca Bra
Domenica, 22 Ottobre 2017
Briga e Trecate fanno 1-1
Domenica, 22 Ottobre 2017
Cabrini mette le ali all'Omegna
Domenica, 22 Ottobre 2017
Il Gozzano è primo da solo
Domenica, 22 Ottobre 2017
Accademia Borgomanero 1961 irresistibile
Domenica, 22 Ottobre 2017
Casas fa impazzire di gioia la Juve Domo
Domenica, 22 Ottobre 2017
Andrea Cova: “Andiamo avanti così”

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa