logo1

Pensionata minaccia i vicini con un bastone

E' accaduto a Verbania, è stata chiamata la Polizia. L'anziana dovrà rispondere del reato di minaccia aggravata

polizia auto01

 

Stanca del rumore, va con un bastone a minacciare i vicini di casa. E’ successo nei giorni scorsi intorno alle 20. La donna, 76 anni, A.G., che accudisce il marito malato, non ne poteva più di sentire voci e rumori provenire dall’appartamento al piano superiore. Quando è arrivata alla porta con il bastone, è nata una discussione. Qualcuno ha chiamato la Polizia e sul posto sono arrivate le pattuglie della Volante. Il bastone è stato sequestrato e l’anziana dovrà rispondere del reato di minaccia aggravata.

E sempre con un bastone un residente di Via De Bonis ha minacciato una barista. L’uomo, disturbato dagli schiamazzi, ha gettato un secchio di acqua gelida sui clienti in strada. Poi è passato alle minacce nei confronti della titolare mostrando il bastone. I clienti sono accorsi in aiuto della barista, mentre il vicino si è allontanato. Gli uomini del commissario capo Giuliano Ciraldo l’hanno poi identificato, è un quarantaduenne, A.I., denunciato per minaccia aggravata e getto pericoloso di cose.

Infine, è stato nuovamente denunciato il trentenne senza fissa dimora che nelle scorse settimane era stato trovato in possesso prima di un motorino e poi di una bici risultati rubati. L’uomo, il 30 ottobre, aveva pagato la spesa fatta al Carrefour alle 3 di notte con una carta di credito rubata. La carta era sottratta da una borsa rimasta su un’auto parcheggiata in un garage. Era accaduto la stessa notte del furto del motorino: per questo i poliziotti hanno mostrato al cassiere la foto del sospettato. L’addetto del supermercato lo ha riconosciuto. Per il trentenne è scattata l’ennesima denuncia, questa volta per ricettazione.

 

di Maria Elisa Gualandris

Pin It

Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa