logo1

Insulti razzisti da una mamma ubriaca ad un'altra donna senegalese e al figlio disabile

E' successo nel pomeriggio all'Istituto Comprensivo Beltrami di Omegna, all'uscita dalle aule degli studenti

omegna scuole medie beltrami

Una mamma in evidente stato di alterazione, in preda ai fumi dell'alcol,  si è resa protagonista ieri di insulti a sfondo razziale nei confronti di un'altra donna senegalese e del figlio disabile. E' successo nel pomeriggio all'Istituto Comprensivo Beltrami di Omegna, quando i ragazzi stavano uscendo dalle aule.   La conferma arriva dal comando di polizia municipale, che sta indagando su quanto accaduto: nei confronti della donna potrebbe scattare una denuncia d'ufficio.  Il dirigente scolastico, Alberto Soressi, sottolinea come nella scuola non si siano mai verificati episodi di razzismo. "  L'episodio di ieri è poco piacevole, ma voglio sottolineare come si tratti di un qualcosa di assolutamente isolato e circoscritto: non ha senso parlare di razzismo. Anche perchè noi favoriamo l'integrazione, soprattutto attraverso i progetti di peer education in cui i ragazzi sono protagonisti e grazie ai quali si insegna che non ci sono differenze ."  Logicamente la notizia dell'episodio ha fatto il giro di Omegna, anche perchè ha avuto una grande eco sui social network, arrivando anche alle orecchie dell'assessore alle politiche sociali Sabrina Proserpio. " Preferisco non commentare, anche perchè c'è una situazione particolare alle spalle,  dico solamente che da parte dell'amministrazione c'è la volontà di proseguire nei progetti di integrazione, soprattutto attraverso il mondo della scuola. Abbiamo avviato, insieme alla Cooperativa Azzurra, l'iniziativa legata ai migranti che svolgono le funzioni di vigili all'Asilo del Fossalone e si è implementato il progetto già partito lo scorso anno che prevede che i bambini raggiungano le scuole a piedi, accompagnati dai volontari del consiglio di quartiere di Omegna Centro e dei migranti. Siamo convinti che attraverso la scuola possa nascere la vera integrazione" .

 

di Daniele Piovera

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa