logo1

stresa cc

Nel corso di un controllo antidroga i carabinieri hanno arrestato un 19enne di Milano perchè trovato in possesso di 53.6 grammi di marijuana

soccorso alpino1
La vittima si chiamava Giampiero Mosini, risiedeva a Premeno. L'uomo in compagnia di un parente si era avventurato nei boschi di  Cavaglio in località Arnasc
 

vconotizie 00

Perizia psichiatrica per Juri Comba, classe 1980, difeso dall'avvocato Mirella Cristina, che lo scorso 11 aprile con un altro uomo, Cristian Procacciante, la cui posizione è stata stralciata, tentò di rapinare della catenina d'oro un'ottantenne nei pressi del supermercato Esselunga a Pallanza. L'anziana era caduta a terra rompendosi il femore. L'esame, per accertare la capacità di intendere e volere di Comba al momento del fatto e la pericolosità sociale, è stato chiesto dal pm Gianluca Periani. Nell'udienza del prossimo 21 novembre sarà conferito l'incarico al perito, il professor Mario Girola. 

 

 

M.e.g

Nonostante lo sfratto, datato 30 settembre, i rom sono ancora nelle roulotte al campo di Verta di Omegna

 

soccorso alpino

Squadre del soccorso alpino, uomini del Sagf e del Comando provinciale dei vigili del Fuoco al lavoro sulle alture del Verbano.  Le ricerche si sono concentrate nella zona di Ramello. Si ricercava  un uomo che, questa mattina, è uscito di casa per raccogliere castagne senza farvi ritorno. I famigliari, allarmati hanno allertato i soccorritori. Attorno alle 15 l'uomo è ritornato a casa autonomamente.  

In precedenza i volontari della stazione Valgrande con i finanzieri del Sagf hanno operato nella zona di Arnasc ( Cavaglio ) in Valle Cannobina, per il recupero di un fungiatt scivolato in una vallata. Ad allertare i soccorsi è stato un amico dell'uomo. Per raggiungere il luogo dell'incidente i soccorritori hanno dovuto fare ricorso all'Eliambulanza. 

verbania tribunale entrata

Si è aperto questa mattina in tribunale a Verbania il processo per sfruttamento della prostituzione nei confronti di una donna cinese, proprietaria del centro massaggi Hong Kong, nel centro di Arona. I Carabinieri aronesi avevano fatto irruzione nei locali il 15 marzo scorso e la donna era stata arrestata. L'indagine, come riferito in aula da alcuni militari ascoltati come testi, era partita dai movimenti sospetti e dal continuo andirivieni di uomini intorno all'attività. I Carabinieri avevano quindi ascoltato diversi clienti, che avevano subito ammesso che i massaggi si chiudevano con prestazioni sessuali. Inoltre, su internet c'erano eloquenti annunci, che promuovevano esplicitamente le attività del centro e con un numero di telefono risultato in uso alla titolare. Alla vista dei militari la donna aveva cercato di nascondere l’incasso raccolto fino a quel momento, circa 400 euro, prima di essere arrestata. Quattro le ragazze che si prostituivano, tutte di nazionalità cinese. Il processo proseguirà con altri testi a fine novembre.

cervo
Secondo caso di bracconaggio a Villa in poche settimane. Sul fatto stanno indagando gli agenti della Polizia Provinciale
 
 

Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa