logo1

A Domo scontro fra Pizzi e Graziobelli sul Ciss Ossola

domodossola municipio2
Il futuro del Ciss anima il dibattito consiliare a Domo. Ieri sera acceso confronto nel corso del consiglio comunale
 
E' stata la convenzione col Ciss Ossola l'argomento principe della seduta del consiglio comunale di Domodossola. Seduta durata un'ora, con la consueta spaccatura tra l’opposizione di centrosinistra e la maggioranza di centro destra.
L'attacco portato dal consigliere Pd, Lilliana Graziobelli, alla politica del sindaco domese su migranti e consorzio servizi sociali ha riscaldato la serata.
 Graziobelli si è detta soddisfatta per il salvataggio del Ciss e per l'assistenza garantita alle fasce deboli, agli anziani, ai disabili. ''Salvataggio - ha però aggiunto - arrivato nonostante la mancanza di sensibilità del sindaco, che ha tenuto un atteggiamento non corretto neppure come presidente dell’assemblea, ruolo nel quale ha anteposto i suoi interessi elettorali ai diritti dei cittadini. Pizzi si deve dimettere dalla carica”.
Dei problemi del Ciss ha parlato Claudio Rapetti Lombardo della lista civica Cattrini, evidenzando il maggior costo procapite rispetto agli altri due Ciss provinciali e l'alto numero di personale amministrativo. L'attacco di Graziobelli non è andato vuoto perché il sindaco Lucio Pizzi ha replicato punto per punto. Pizzi ha ricordato al consigliere Pd che “il Ciss è sempre stato gestito dal centrosinistra e che la nomina fresca del nuovo Consiglio di amministrazione lo dimostra. Nomina fatta senza coinvolgere la minoranza”.
 Pizzi ha ribadito cose già dette: ricordando che il suo compito è fare gli interessi di Domodossola e soprattutto che la città non deve farsi carico di tutti i migranti mentre i sindaci del centrosinistra non li vogliono. Un testa a testa che ha visto lo scontro tra il presidente del consiglio, Carlo Valentini, e Graziobelli, che nel suo secondo intervento era stata invitata a fare solo dichiarazione di voto. 
Il sindaco  Pizzi, parlando di profughi, ha anche messo in luce cosa accaduto di recente a Domodossola con tre ospiti stranieri ai quali non è stato concesso il diritto di asilo. ''Quando è stato notificato loro il rifiuto - ha detto il sindaco - i tre erano già spariti. Anche loro ora sono clandestini''.
 
Renato Balducci 
Pin It

Web TV

Altre News

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa