logo1

La Regione non dà i canoni idrici al Vco, ed è polemica

La bocciatura dell'emendamento della Lega nel corso della discussione sul bilancio di previsione

 

torino consiglio regionale

 
La Regione Piemonte, governata dal centrosinistra, ha detto no all'emendamento con cui la Lega Nord chiedeva d'inserire una quota dei canoni idrici alla provincia del Vco. La bocciatura è avvenuta nel corso della discussione sul bilancio di previsione.
 
Si tratta di 4 milioni di euro. L'emedamento era stato presentato dal leghista Alessandro Benvenuto. ''Il Pd - scrive in una nota Benvenuto - ha votato contro le autonomie, bocciando il mio emendamento al Bilancio che prevedeva l'istituzione di un fondo dal quale attingere per erogare alla Provincia montana del Vco ciò che le spetta di diritto in tema di canoni idrici che la Regione introita dallo Stato centrale, ma non versa agli enti locali''.
 
L'emendamento è stato bocciato con 25 voti  quelli di Articolo 1, Partito Democratico, Moderati, Lista Chiamparino, Sinistra Ecologia Libertà. A favore avevano votato 16 consiglieri di Lega Nord, Forza Italia, 5Stelle, Gruppo Misto.
 
E ora scoppiano le polemiche. Il gruppo di minoranza ''Provincia per il territorio'' dice che ''l’emendamento è stato respinto con voto contrario dal blocco del Pd, ivi compreso il vice presidente della Regione, nonché assessore al Bilancio, Aldo Reschigna. Il Vco è stato depauperato di risorse che gli spettano in nome di logiche di partito che non ci appartengono''. I 5Stelle intervengono con il consigliere regionale Davide Bono: ''Reschigna sostiene che non c'è la copertura finanziaria, ma ricordo che sono risorse dovute al Vco. Dovremmo adesso chiedere a Reschigna di trovare le copertura nell'assestamento di bilancio.  Questo noi ci impegnamo a fare''.
 
Aldo Reschigna non vuol passare per chi non ha dato soldi alla provincia. E risponde: “C’è grande attenzione da parte della Giunta nei confronti del Vco. Con la legge 23 abbiamo attribuito alla provincia, in quanto montana, un milione in più nei trasferimenti. La situazione del bilancio regionale, situazione disastrosa su cui la Lega nord, che ha governato nella precedente legislatura, ha sicuramente responsabilità, non ci permette di garantire i 4 milioni dei canoni idrici. Non vi è un obbligo di legge a trasmettere tali risorse alla Provincia del Vco, anche se non mi nascondo il fatto che sarebbero oltremodo utili. La Giunta Cota li ha trasferiti al Vco una sola volta, negandoli negli altri anni. Capisco sia facile non dare i 4 milioni quando si è al governo e chiederli dall’opposizione, ma non mi sembra un atteggiamento coerente".
 
di Renato Balducci
 
 
 
 

Web TV

Altre News

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa