logo1

Unione Montana Valstrona e Quarne replica al sindaco Pizzi

Se non avessimo fatto ricorso al Tar, la Valle Strona e le Quarne sarebbero rimaste senza servizi. Capotosti e Marchesa replicano a Pizzi

"
 
omegna capotosti marchesa
 
 
 
Se non avessimo presentato ricorso al Tar avremmo rischiato di perdere servizi importanti per la Valle ". Parola di Luca Capotosti, presidente dell'Unione Montana Valstrona e  Quarne. Il riferimento è alle parole di Sebastiano Pizzi, all'indomani della sentenza con cui il Tar del Piemonte ha annullato l'atto deliberativo dove Germagno decretava la sua fuoriuscita dall'Unione.  " E' stato un passaggio obbligato. La Regione ci ha comunciato che eravamo fuori dall'ambito ottimale. In questo quadro non avremmo potuto partecipare ai bandi regionali e non avere finanziamenti importanti per la nostra Comunità" spiega ancora il numero uno dell'Unione. Per capire l'importanza dell fondi in questione ( strategici per le popolazioni montane del Cusio ) basta qualche numero : 50mila euro pe ril 2016, saliti a 70 nel 2017. A Pizzi risponde anche l'assessore ai servizi associati dell'Unione Montana, Paolo Marchesa Grandi. " Il sindaco di Germagno - speiga - non può dire che non si è costituito in giudizio per non fa spendere soldi al suo Comune. La verità è che se lo avesse fatto alla fine le spese legali sarebbero ricadute su chi ha approvato la delibera nonostante il parere negativo della funzionaria ".  
Pin It

Web TV

Altre News

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa