logo1

Elezioni a Villadossola: i nomi in pole

Indiscrezioni parlano di Bruno Toscani e Pierfranco Midali per il centrodestra e Marcello Perugini e Paolo Ravaioli per il centrosinistra. Non ci sono notizie rispetto al Movimento 5 Stelle

villadossola municipio1

 

Nomi, indiscrezioni ma nulla di concreto. Villadossola si prepara alle prossime elezioni amministrative che arriveranno in primavera. La sfida è aperta e incerta dopo 10 anni di guida centrosinistra. Ma dopo l’esito del voto a Omegna e Domodossola, passate al centrodestra, anche a Villadossola tutto diventa più difficile per il centrosinistra.

Diciamo subito che non ci sono notizie di un possibile interessamento del Movimento 5Stelle che, nel 2013, con il voto delle politiche, raggiunse in città il 21, 36 per cento. Secondo partito dietro solo al Pd che toccò il 31,32 per cento. Pare che la mancanza di figure di spicco induca i Grillini a pensare di restar fuori dalla competizione.

Nel centrodestra in campo due liste: una guidata da Bruno Toscani, l’altra da Pierfranco Midali. Toscani è figura nota in città, avendo per anni ricoperto il ruolo di consigliere di minoranza e in passato anche di assessore nelle amministrazioni guidate da Franco Ravandoni e Liliana Sarazzi. Dopo che la vecchia guardia ha detto addio alla politica, Toscani resta l’uomo guida su cui puntano anche alcuni partiti.

Midali, ex sindaco di Viganella e ora vice a Borgomezzavalle, è invece la novità in campo. Da mesi è al lavoro per costruire la squadra ma non si sa se abbia partiti dietro di sé. In città è conosciuto essendo nato a Villadossola dove il padre è stato anche assessore quando governavano le amministrazioni a guida Democrazia Cristiana. Forse, alla fine, i due potrebbero allearsi in una sola lista, per non favorire il centrosinistra. Ma al momento i contatti sono ridotti al lumicino

In casa del centrosinistra salgono le quotazioni di Marcello Perugini, attuale vicesindaco e assessore a La Fabbrica, centro culturale che, nonostante gli scarsi aiuti regionali, ha in conti a posto, tenendo banco nonostante la concorrenza di Verbania. Perugini esce da una doppia tornata in cui è stato l’uomo più visibile e presente della giunta villese. Ma in casa Pd pensano alle primarie e l’antagonista sarebbe Paolo Ravaioli, ex presidente della Provincia e politico con esperienza. Ma le voci sussurrano che Ravaioli non sembra entusiasta delle primarie e potrebbe rinunciare. Il che sarebbe un via libera a Perugini. 

 

di Renato Balducci

Pin It

Web TV

Altre News

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa