logo1

borghi enrico01
Comunicato stampa on. Enrico Borghi - Sul territorio del Verbano Cusio Ossola ricadrà almeno il 35% dell'importo totale di bonifica (quindi con una ricaduta pari a 56 milioni), a cui si deve aggiungere il 6% sul totale dei servizi logistici di supporto (pari a ulteriori 9,6 milioni), con una stima di coinvolgimento di circa 20 imprese locali nel periodo 2016-2021.
 
E' questo il principale risultato della riunione del tavolo del "protocollo di legalità" della bonifica ex Enichem di Pieve Vergonte, tenutosi stamattina a Villa Taranto su richiesta dell'on. Enrico Borghi e dell'avv. Maria Grazia Medali (sindaco di Pieve Vergonte).
Al centro dell'incontro, che ha visto la partecipazione di tutte le parti sociali del territorio, le modalità e le procedure di affidamento dei lavori della bonifica, e la necessità di un coinvolgimento dell'imprenditoria locale al fine di assicurare il più possibile una ricaduta nel territorio. 
 A tale proposito, Syndial ha precisato che, al fien di valorizzare il coinvolgimento delle imprese locali del VCO, si procederà con una strategia di approvvigionamento che preveda la valorizzazione dell'aggregazione in RTI di Main Contractor nazionali con realtà locali che presentano caratteristiche funzionali (per dimensioni, esperienze e competenze tecniche) all'esecuzione delle attività sul sito, nonchè l'inserimento di attività subappaltabili in RTI con attenzione alle competenze e specializzazioni presenti sul territorio, oltre che la selezione di fornitori nazionali che presentino sensibilità e capacità di aggregazione di realtà locali. 
In aggiunta alla principale variabile economica, nei prossimi appalti si considereranno come elementi di valutazione delle offerte i parametri legati alla sicurezza sul lavoro, il coinvolgimento delle imprese locali, le referenze tecniche e la sostenibilità ambientale.
Attualmente a Pieve Vergonte sono in corso le opere realizzazione del deposito preliminare e di bonifica area TAF, con ampliamento dell'impianto di Trattamento Acque di Falda (TAF), un'opera da 10 milioni di € subappaltata al 40% a 5  imprese locali coinvolte in subappalti e forniture.
Sono tre le prossime assegnazioni di contratto a fronte di gara d'appalto: la deviazione del torrente Marmazza (assegnazione contratto prevista per novembre 2016), la bonifica della falda tramite tecnologia AS/SVE (assegnazione contratto prevista per marzo 2017) e le opere di difesa spondale del Fiume Toce in Comune di Vogogna (assegnazione contratto prevista per luglio 2017).
Il tavolo odierno, vista la disponibilità del Presidente della CCIAA VCO Cesare Goggio intervenuto in proposito, ha accettato la proposta dell'on. Enrico Borghi di istituire presso l'ente camerale un tavolo permanente di confronto tra Syndial e il sistema delle imprese e delle parti sociali del territorio per un percorso di informazione e di formazione che possa consentire all'indotto locale di partecipare alle gare che stanno per essere indette.
"La funzione della Prefettura -ha osservato l'on. Borghi-attiene alle competenze in materia di legalità e di controllo, mentre è giusto che sia su un altro piano il lavoro di coinvolgimento delle imprese, di loro informazione e di loro formazione. In questo senso mi pare che la sede naturale sia la Camera di Commercio,e la disponibilità resa oggi da Syndial in questa direzione depone a favore del raggiungimento di un largo coinvolgimento dell'imprenditoria, delle maestranze e del subfornitori del territorio del Verbano Cusio Ossola. Per parte nostra, fatte salve le responsabilità e le competenze di capo ad Eni-Syndial, lavoreremo in questa direzione per rendere concreti i numeri previsionali forniti stamattina in Prefettura e che contemplano una significativa ricaduta locale di tali lavori". 
 

vconews

Devo premettere che il presidente della Fondazione Medana era Valter Cassinerio mentre io Silvio Empiri ero un semplice consigliere d’amministrazione. Dalla vostra intervista sento della mancata fiducia dell’Amministrazione comunale e di conseguenza del paese che il sindaco rappresenta.

 

vconews

Il Vice prefetto Vicario del Vco Michele Basilicata dal prossimo 19 settembre sarà trasferito alla Prefettura di Ancona. Qui assumerà il ruolo di Dirigente dell’area II “ Raccordo enti locali e consultazioni elettorali “

 

Web TV

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa