Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Da Palermo a Baveno a piedi: il lungo viaggio di Darinka (fotogallery)

darinka1La modalità parrebbe essere quella del format “Pechino Express”. Peccato che la protagonista non sia la concorrente di uno show televisivo né vada alla ricerca di notorietà da reality. Darinka Montico, 33enne italiana che ha vissuto per anni all'estero, ha deciso di ri-scoprire il Bel Paese attraversandolo da sud (Palermo) a nord (Baveno) a piedi. Sì, avete letto bene: a piedi, ovvero camminando per 30-35 chilometri al giorno. E non si tratta neppure di una novella Forrest Gump. L'obiettivo di Darika è di conoscere il ''vero'' Bel Paese: non accetta soldi ma solo offerte di vitto e alloggio. Duemila chilometri percorsi dal 21 marzo scorso (quando è iniziata la lunga ''passeggiata'' da Palermo) ad oggi, quando si trova sulla via Francigena al confine tra Lazio e Toscana. La meta è Baveno, dove vivono i suoi genitori: "Non ce la facevo più - racconta Darinka - era un pomeriggio di qualche mese fa quando ho detto al mio capo 'vado a fare una passeggiata' e non sono più tornata, ho sentito che era il momento di fare ciò che amo: viaggiare, fotografare scrivere". Darinka cammina con uno zaino tecnico di nove-dieci chili, un sacco a pelo, un materassino gonfiabile per dormire, due cambi di pantaloni e magliette, due paia di scarpe da trekking, un pile che le hanno regalato, un ombrello che ha scambiato con il costume da bagno, un Ipad con il navigatore e una macchina fotografica. "Non mi serve altro - dice - da dormire trovo con il passaparola o con la rete del couchsrfing o anche via facebook con le persone che seguono il mio viaggio sul mio profilo o sul mio blog. Mi arrivano molte offerte di ospitalità e, appena ho due ore libere, anche io mando mail per spiegare il mio progetto e chiedere un posto per dormire e qualcosa da mangiare." Ora: va bene tutto.... ma è doveroso chiedere il perchè di questa scelta: "Lo faccio per conoscere il mio paese - racconta Darinka - non solo i paesaggi e i luoghi bellissimi, ma anche le persone che lo abitano e i loro sogni: per questo a quelli con cui entro in rapporto chiedo di scrivermi il loro sogno. Ne ho già raccolti migliaia e quando tornerò a casa vorrei fare un'istallazione con i sogni e le foto che ho fatto." Duemila chilometri percorsi, sei regioni già attraversate e ancora quasi altre tre da percorrere. Il tamtam della rete in alcuni casi ha camminato più veloce di Darinka ed ha fatto sì che qualcuno abbia percorso dei pezzi di strada con lei, altri si sono entusiasmati e hanno coinvolto i loro amici per ospitarla. "All'inizio facevo degli errori - racconta Darinka - come quando ad Agrigento ho pensato di attraversare i campi per tagliare e fare meno strada e invece mi sono infangata: non riuscivo più ad uscire dal campo e ho perso solo più tempo. Ora so che è meglio seguire la strada.” Già...seguire la strada...che sia una metafora per la ''retta via''? Comunque sia, continueremo a seguire Darinka per attenderla, anche noi, come in molti, a Baveno. Nel frattempo, troviamo Darinka step by step – letteralmente ''passo dopo passo - su www.walkaboutitalia.com

darinka2darinka3

darinka4

darinka5