Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Lun26082019

Back Sei qui: Home Rubriche Notizie di Gli speciali della settimana 10 mosse per la sostenibilità della ''sharing economy'' nella ricettività turistica

10 mosse per la sostenibilità della ''sharing economy'' nella ricettività turistica

vconewsL’Assemblea generale di HOTREC, la Confederazione europea degli imprenditori del settore alberghiero e della ristorazione, della quale Federalberghi è socio fondatore, ha approvato oggi un policy paper che individua dieci misure per rendere sostenibile e responsabile la "sharing economy" nella ricettività turistica. Le imprese europee dell’ospitalità ritengono che le lacune dell'attuale regolamentazione mettano a rischio la protezione della salute e della sicurezza dei consumatori e generino un'area grigia in cui prosperano i fenomeni di concorrenza sleale.

Il dossier elaborato da HOTREC mette in evidenza le questioni chiave che devono essere affrontate dalle autorità pubbliche e dalla società, tra cui spiccano la tutela della salute e della sicurezza dei consumatori, la registrazione degli alloggiati e la rilevazione delle presenze, il rispetto degli obblighi fiscali, la tutela dei diritti dei lavoratori e la qualità della vita dei cittadini.

"Spetta ora alle autorità di rendere la sharing economy un modello integrato, garantendo la salute e la sicurezza dei consumatori e il gettito fiscale, al pari di quanto fanno le imprese dell'ospitalità, che danno lavoro a 10 milioni di persone e insieme con il turismo rappresentano la terza attività economica in Europa" sottolinea Christian de Barrin, segretario generale di HOTREC.

“Stesso mercato e stesse regole, è questo il nostro slogan” afferma Bernabò Bocca, presidente di Federalberghi “e la lodevole iniziativa dell’Hotrec, che abbiamo contribuito ad elaborare, va nella direzione giusta di sconfiggere il sommerso e l’abusivismo. Insieme alle organizzazioni dei lavoratori -ricorda Bocca- Federalberghi ha chiesto alle istituzioni italiane di porre un argine al far west dell'ospitalità, che genera abusi, lavoro nero, evasione fiscale e insicurezza per i clienti e per i cittadini".

"L'Organizzazione Mondiale del Turismo (UNWTO) è lieta di ricevere le proposte di HOTREC, che offrono un importante contributo al dibattito sulla sharing economy nel settore turismo. L'aumento dello spirito di iniziativa, la cosiddetta sharing economy e il ruolo di guida dei consumatori hanno occupato il centro della scena. Mentre siamo favorevoli all'innovazione e all'iniziativa privata, dobbiamo anche sottolineare la necessità di trovare soluzioni avanzate per salvaguardare i diritti dei consumatori e gli standard di qualità, garantendo nel contempo parità di condizioni per tutte le aziende” dice Taleb Rifai, Segretario generale dell'UNWTO.

"HOTREC ritiene che gli operatori della sharing economy dabbano offrire il proprio contributo al sistema economico ed alla società, assicurando, tra l'altro, la salute e la sicurezza degli ospiti, gli interessi dei cittadini, la concorrenza leale nei confronti delle imprese turistico ricettive, così come gli interessi della società: prima di tutto il corretto adempimento degli obblighi fiscali ed il rispetto dei diritti dei lavoratori" conclude Ramón Estalella, coordinatore della task force di HOTREC sulla sharing economy.

LE DIECI MISURE PROMOSSE DA HOTREC

 

1) istituire un registro ufficiale degli alloggi turistici offerti da privati

 

2) definire procedure per l'autorizzazione all'esercizio di tali attività

 

3) censire il movimento dei turisti nelle private abitazioni

 

4) garantire requisiti minimi a tutela della salute e della sicurezza dei clienti

 

5) rispettare la legislazione fiscale

 

6) identificare i viaggiatori, nel rispetto della convenzione di Schengen

 

7) tutelare i diritti dei lavoratori

 

8) proteggere la qualità della vita dei vicini di casa

 

9) monitorare e controllare il rispetto delle regole e l'impatto del fenomeno

 

  1. sanzionare la violazione delle regole

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede