Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Gio20022020

Back Sei qui: Home Rubriche Notizie di Gli speciali della settimana The Dark Side of the Moon compie 40 anni

The Dark Side of the Moon compie 40 anni

vconotizieSono passati 40 anni dalla pubblicazione di Dark Side of the Moon.Non c’è bisogno di specificare che si tratta di un album dei Pink Floyd. Per il mondo, il lato in ombra della luna è una musica originale nel senso che fornisce le origini di ciò che seguirà, che sta al Novecento come il valzer all’Ottocento. Sicuramente, la prima spinta alla modernità musicale nel secolo scorso fu data dai Beatles, che tuttavia rimangono un ricordo racchiuso in un momento d’oro, mentre i Pink Floyd incidono una fessura nello spazio musicale che rimane ancora oggi un fiume in piena, perché legata anche a un pensiero atemporale: quello della follia umana. Crescere con questa nuova musica quaranta anni fa significava crescere cambiando punto di vista e unità di misura. Sempre 7 note, un pentagramma, ma una sonorità diversa che entrava nei salotti ordinati da mamme casalinghe che ci avevano cresciuti con lo zecchino d'oro e la musica del Carosello.Capivamo per la prima volta il significato della parola “stereo” con campane rintoccanti da un lato e battiti del cuore dal lato opposto a suggellare il tempo, il ritmo. Il lato oscuro, l’inquietudine. Abbandonavamo un'infanzia ingenua per avventurarci in sensazioni armoniche nuove, con assenze di ritornelli che cedevano il posto a loop. Quello che Picasso aveva fatto ai ritratti umani disintegrandoli in dimensioni diverse in cui l’inconscio aveva il sopravvento sulla realtà, i Pink Floyd lo avevano fatto alla musica. In seguito un senso di potenza crebbe con noi, la forza di voler abbattere il muro della consuetudine per non essere più solo un mattone in una società di automi, ma individui, unici protagonisti di un mondo migliore. Sono le due anime diverse dei Pink Floyd :quella psichedelica e quella rock, quella folle e solitaria e quella ribelle e di massa. Ognuna specchio delle due anime del gruppo: Barret e Waters. Il 24 marzo scorso tutto il mondo ha celebrato la nascita del capolavoro dei Pink Floyd con uno speciale ascolto online corredato da commenti e ricordi in diretta sul sito ufficiale dei Pink Floyd. La critica ha definito questo album “la Quinta Sinfonia di Beethoveen della fine del Novecento o Le Quattro Stagioni di Vivaldi di una intera generazione”. Fu un manifesto sull’uomo, che ha come protagonista il dubbio di tutti gli Amleto dell’epoca moderna. Anche la sola grafica della copertina prelude al disco: la luce entrando nella Piramide, simbolo di ignoto, ma divino, si frammenta nel prisma in tutti i colori come fossero personalità nascoste. Poi il battito cardiaco, la vita all’inizio e alla fine di questa l’esplorazione. Cinque anni prima Stanley Kubrick aveva firmato 2001 Odissea nello Spazio, Barret invece ci mostra che la faccia oscura della luna non è altro che la nostra parte più buia, alienata, angosciata, ma anche più visionaria e colma di potenza.I titoli dell’album sono emblematici Brain Damage, Eclipse. La musica diviene sinfonia di suoni in cui oltre la profondità degli strumenti si uniscono gli echi del quotidiano, tintinnanti monete, carte strappate, casse del supermercato, battiti cardiaci, annunci, rintocchi. Ci sono poi le voci. Persone che passavano per Abbey Road, nello studio di registrazione, e all’oscuro venivano interrogate in un questionario con domande che ricalcavano i temi del disco “cos’è la follia?” “avete paura della morte?”. Non pensatelo oggi voi che avete il blu ray e il dolby surround: immaginate allora le difficoltà di una registrazione binaria, della riproduzione di un'eco. La quadrifonia era un miracolo che si compiva per la prima volta con completezza. Questo album è rimasto per 15 anni in classifica negli Usa vendendo 25 milioni di copie. Ovvero chiunque possiede un giradischi, un lettore cd, in tutto il mondo ne ha almeno una copia. 

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede