Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Mer03062020

Back Sei qui: Home Altre news Notizie di Curiosità

Il vento dei buchi neri modella le galassie

Per la prima volta è stato ricostruito il modo in cui il “vento” che si sprigiona dai buchi neri modella le galassie. Lo ha scoperto, e descritto sulla rivista Science, il gruppo internazionale coordinato dall'italiano Emanuele Nardini. Utilizzando immagini e dati catturati dai satelliti Nustar, della Nasa, e Xmm, dell'Agenzia Spaziale Europea (Esa), i ricercatori hanno ricostruito i movimenti degli sciami di particelle emesse in tutte le direzioni dai buchi neri che si trovano al centro delle galassie attive e che influenzano il processo di formazione delle stelle.

Pronte 10 ''sentinelle'' spaziali per proteggere la Terra

Sono pronte le prime 10 sentinelle del pianeta: sono i satelliti per l'osservazione della Terra realizzati nell'ambito del progetto europeo Copernicus, promosso da Agenzia Spaziale Europea (Esa) e Commissione Europea. Dopo Sentinel 1A, lanciato lo scorso anno, arriva il turno di Sentinel 2A, che sta affrontando gli ultimi test in Germania, in vista del lancio, in programma il 12 giugno dalla base europea di Kourou (Guyana Francese), con il lanciatore Vega. Gli altri otto satelliti sono già in cantiere o quasi pronti al lancio.

I dinosauri uccisi dalla materia oscura?

A causare l'estinzione dei dinosauri potrebbe essere stata l'inafferrabile materia oscura, la materia sconosciuta e invisibile che costituisce il 25% dell'universo: a proporre la teoria è Micheal Rampino, biologo dell'Università di New York. Secondo lo studio, la Terra e tutto il Sistema Solare attraverserebbero periodicamente regioni della Via Lattea popolate da materia oscura e questi passaggi avrebbero l'effetto di perturbare le orbite delle comete e di riscalderebbe il nucleo del pianeta, con conseguenze letali sulle specie che lo popolano.

Nasce il planetario europeo

Avrà la forma di un sistema di stelle binarie, sarà alimentato ad energie rinnovabili, e oltre ad svolgere un ruolo educativo, produrrà materiale scientifico e sarà visitabile gratuitamente: è l'Eso Supernova Planetarium, i cui lavori di costruzione sono iniziati il 25 febbraio, con una cerimonia a Garching, vicino Monaco di Baviera, quartier generale dell'Eso (European Southern Observatory). Il nuovo centro dovrebbe essere terminato e aperto al pubblico nel 2017. L'edificio avrà un planetario con una cupola piena di 14 metri di diametro e un'inclinazione di 23 gradi.

Maschio o Femmina? Lo svela il ''profumo di mamma''

Sarà maschio o femmina? Per scoprirlo, ai lemuri basta annusare il profumo emanato dalla futura mamma. Lo hanno scoperto i ricercatori della Duke University a Durham, nel North Carolina, in collaborazione con i colleghi dell'Università della California a Berkeley. I risultati del loro studio sono i primi a dimostrare che in una specie animale le femmine gravide emettono odori diversi a seconda del sesso del nascituro. Tutto dipenderebbe dal profilo ormonale della futura mamma, che cambia ''profondamente a seconda che il cucciolo sia maschio o femmina''.

Smartphone da polso, possibili grazie ad un nuovo materiale

Smartphone avvolgibili al polso, computer pieghevoli da mettere in tasca: l'elettronica flessibile e 'indossabile' è ancora più vicina grazie ad un nuovo materiale ottenuto incorporando nano particelle di ferrite di bismuto in un sottilissimo foglio di plastica. Quando viene arrotolato, le proprietà elettriche e magnetiche delle nanoparticelle si conservano intatte e addirittura si potenziano, come dimostrano i test effettuati dai ricercatori sudcoreani dell'università Hanyang a Seul. I risultati sono pubblicati sulla rivista Applied Physics Letters.

Scoperto il ''respiro'' dei vulcani sottomarini

Svelato il “respiro” dei vulcani sottomarini: l'enorme rete di frattura della crosta terrestre, lunga complessivamente 60.000 chilometri, ha dai cicli eruttivi mai riconosciuti finora e queste pulsazioni potrebbero avere grandi effetti sul clima del pianeta. Lo studio, pubblicato sulla rivista Geophysical Research Letters, è coordinato da Maya Tolstoy, della Columbia University di New York, ha verificato che le eruzioni avvengono quasi esclusivamente tra gennaio e giugno, un fenomeno legato all'attrazione gravitazionale del Sole.

La vita sulla Terra è nata 3,2 mln di anni fa

La vita sulla Terra potrebbe essere nata un miliardo di anni prima del previsto: lo dimostrano strati di rocce che risalgono a 3,2 miliardi di anni fa e nei quali sono state trovate le “impronte” lasciate da forme di vita primitive. La scoperta, pubblicata su “Nature”, si deve al gruppo coordinato da Roger Buick, dell'Università di Washington. Secondo la ricerca la vita sarebbe nata ben prima che sul pianeta si creassero le condizioni finora ritenute ottimali per ospitarla, come l'atmosfera ricca di azoto comparsa circa 2 miliardi di anni fa.

Il segreto del colera sepolto in un antico cimitero toscano

Il segreto dell'evoluzione del batterio del colera è sepolto in Italia, nell'antico cimitero dell'abbazia abbandonata di Badia Pozzeveri, vicino a Lucca. Lo sta riportando alla luce una ricerca condotta dall'Università di Pisa in collaborazione con gli esperti dell'università dell'Ohio ed Hendrik Poinar, il genetista di fama internazionale che ha riscoperto il Dna della Peste Nera. Gli scavi, attivi da quasi cinque anni, sono una finestra su oltre mille anni di storia, e per la loro importanza hanno attirato l'attenzione di tutto il mondo, finendo persino sulla copertina della rivista Science.

Sono 100 miliardi i pianeti 'gemelli' della Terra

Una “astronomica” cifra di cento miliardi: è questo il numero di pianeti, solamente all'interno della nostra galassia, 'gemelli' della Terra e che quindi potrebbero ospitare qualche forma di vita. A farne la stima è Tim Bovaird, dell'Università Australiana Nazionale, in uno studio pubblicato sulla rivista Monthly Notices of the Astronomical Society utilizzando i dati ottenuti da Kepler, il satellite della Nasa creato proprio per dare la “caccia” ai pianeti extrasolari. Per ora i pianeti osservati, al di fuori del nostro sistema solare, sono poco meno di 2.000 e di questi si stima che solo una piccola parte, forse inferiore al 20 %, possa avere le condizioni giuste per avere acqua in forma liquidi.

Robot per la fisioterapia a domicilio

Presto gli effetti dell'ictus si potranno curare anche da casa grazie a un robot portatile. Si chiama “Motore” ed è collegato via web con il fisioterapista. Il prototipo, pronto per la commercializzazione sui mercati internazionali, e' stato sviluppato in Italia da Humanware, una spin off della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, in collaborazione con il Laboratorio di robotica percettiva dell'istituto Tecip (Tecnologie della Comunicazione, dell'Informazione, della Percezione) della stessa università.

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede