Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Mar20082019

Back Sei qui: Home Notizie Notizie di Cronaca

In coma farmacologico il giardiniere folgorato a Casale Corte Cerro

E’ ricoverato nel reparto di rianimazione del Cto di Torino il giardiniere vittima mercoledì scorso di un brutto incidente sul lavoro. Il ragazzo, 26 anni di Verbania, era salito su una scala e stava effettuando lavori di potatura in via san’anna a Casale Corte Cerro quando il suo decespugliatore ha toccato un cavo della tensione. Il giovane è stato folgorato ed è stato sbalzato a terra. Nella caduta si è procurato una brutta frattura alla schiena. Subito soccorso è stato successivamente trasferito in eliambulanza a Torino. Qui i medici lo hanno sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. Ora è sedato, in coma farmacologico. Solo al suo risveglio si conoscerà la portata dei danni causati dall’incidente . Da mercoledì al suo capezzale a Torino si alternano i genitori e la giovanissima ragazza con la quale da poco conviveva a Gravellona Toce. La notizia dell’incidente ha destato molto clamore negli ambienti sportivi verbanesi. Il 26enne milita nel campionato di terza categoria, nelle fila del Cambiasca.

 

Era accusato dia ver investito volontariamente un gatto. Il giudice lo assolve

E’ finito davanti al giudice con l’accusa di aver volontariamente investito un gatto un ventiquattrenne di Santa Maria Maggiore, difeso dall’avvocato Marisa Zariani, ma è stato assolto perché il fatto non sussiste. A portarlo in tribunale la padrona dell’animale. I fatti risalgono al 6 agosto del 2015, nella frazione di Buttogno. La proprietaria del gatto aveva denunciato il giovane ai carabinieri sostenendo che lui l’avesse investito di proposito, uccidendolo, mentre viaggiava a bordo della sua Audi. Secondo la donna, il ventiquattrenne avrebbe addirittura zigzagato per essere sicuro di travolgere la bestiola. Il giovane si era invece giustificato dicendo che si era trattato di un incidente e che l’animale era sbucato all’improvviso. Anzi, ha anche detto di essere tornato indietro per chiedere scusa alla padrona. Il pm aveva emesso un decreto penale di condanna, ma il giovane con l’avvocato Zariani si è appellato e si è celebrato il processo con rito abbreviato di fronte al Gup Elena Ceriotti. E’ emerso che, secondo quanto riferito da un vicino della donna che quel giorno stava chiacchierando con lei, la signora non fosse girata verso la strada al momento dell’investimento. Inoltre, sul corpo del povero gatto non c’erano evidenti segni di investimento. Tutto questo è bastato al giudice per assolvere l’imputato. Il pm aveva chiesto la condanna a 2 mesi e 20 giorni.

Furto Luxottica, arrestato trentaquattrenne residente a Borgo Ticino

Le indagini per i furti di occhiali dallo stabilimento Luxottica di Lauriano in provincia di Torino, hanno coinvolto anche un cittadino residente a Borgo Ticino. Si tratta di Ovidiu Cosma, 34 anni. Sparivano circa 120 paia di occhiali, da vista o da sole, a settimana. Coinvolti dipendenti ed ex dipendenti che classificavano la merce sottratta come scarti di produzione. Invece erano occhiali di pregio che venivano rivenduti ad ottici collusi sia in Italia che all’estero. Coinvolti personaggi residenti nelle province di Torino, Milano, Venezia e Novara. In totale sarebbero finiti nelle mani degli arrestati 1300 paia di occhiali. Simili furti erano già avvenuti anche in un magazzino di Luxottica a Peschiera Borromeo. Le indagini sono state avviate dalla procura della Repubblica di Ivrea e gli arresti effettuati dai carabinieri del comando di Chivasso.  

Riaperta la Galleria Montecrevola. L'incidente ha coinvolto 3 mezzi, 2 feriti non gravi

E' appena stata riaperta, in entrambe le direzioni di marcia, la Galleria Montecrevola, in comune di Crevoladossola. La corsia in direzione sud - Domodossola  era stata chiusa, come da comunicazione ANAS,  attorno alle 19 per un incidente verificatosi all'interno del tunnel che ha coinvolto 2 auto e 1 mezzo pesante. Si registrano 2 feriti che non sono però in condizioni gravi.

 

Chiusura temporanea per incidente della galleria Montecrevola, direzione sud. Regolare il transito verso il Sempione

Chiusura temporanea per incidente della galleria Montecrevola, direzione sud. Regolare il transito verso il Sempione

A causa di un incidente, ANAS comunica che la Galleria di Montecrevola (dal km 129+426 al 131+674 della S.S. 33 “del Sempione”) è chiusa al transito di tutte le categorie di veicoli in direzione Sud-Domodossola con deviazione lungo la S.P.166; il transito risulta invece regolare in direzione Confine di Stato.

Omegna: ladro d’auto arrestato dalla Polizia di Stato, condannato a 8 mesi

Comunicato stampa Questura Vco - Sono da poco passate le 16:30 di mercoledì, quando la volante del Commissariato nota un’autovettura guidata da un pluripregiudicato, già identificato il giorno precedente mentre procedeva a piedi in orario serale.
Gli operatori della volante, insospettiti dalla disponibilità del mezzo da parte di questo soggetto, hanno immediatamente intimato l’alt per procedere al controllo, a seguito del quale è emerso che il conducente era sprovvisto di patente di guida.
L’atteggiamento molto nervoso del conducente, che in più occasioni ha cercato di andare via e le scuse addotte, hanno insospettito gli operatori, ma per il ladro d’auto c’è stato poco da fare, perché la perfetta sinergia tra la Squadra Volante e la Sezione Anticrimine del Commissariato Omegna, hanno consentito di ricostruire quanto accaduto.
Moscatello Salvatore è stato tratto in arrestato in flagranza per furto aggravato e trovato in possesso di un coltello Opinel, idoneo allo scasso, è stato denunciato per possesso ingiustificato di grimaldelli e per porto di coltello senza giustificato motivo.
Nel frattempo, il proprietario dell’auto, accortosi del furto subito, ha contattato la centrale operativa per segnalare il furto, ma con sua grande sorpresa gli è stato comunicato che l’auto era già stata ritrovata ed il ladro arrestato e che avrebbe potuto ottenere nuovamente la sua autovettura, recandosi presso il Commissariato.
In data odierna è stata celebrata l’udienza che ha convalidato l’arresto e Moscatello è stato condannato alla pena di mesi 8 di reclusione.
Grande plauso espresso dal Dirigente del Commissariato, Dott. Luigi Bianco, per l’operato dei suoi uomini, che oltre ad aver dimostrato coesione e spirito di squadra, hanno dato prova, ancora una volta, di una profonda conoscenza del territorio.
      

Ritrovati i due dispersi nei boschi a Cannobio e Mercurago

Due persone disperse oggi nei nostri boschi, sono state ritrovate nel tardo pomeriggio e stanno bene.

Il Soccorso alpino X Delegazione val d'Ossola (stazione Valgrande e gruppo di Cannobio) e il Sagf di Domodossola sono stati impegnati nella ricerca di un 65enne di Cannobio che aveva perso il sentiero mentre era alla ricerca di funghi nella zona dei Pianoni, sopra Cannobio. Benché i volontari fossero in contatto telefonico con il fungiatt, per l’individuazione e recupero dell’uomo è stato necessario l’impiego dell’elicottero. L’uomo probabilmente sotto shock aveva perso l’orientamento, pensava di vedere in lontananza il suo paese, si trattava invece di Cavaglio. Grazie anche all’accensione da parte dello stesso di un fuoco, e al conseguente fumo, è stato possibile localizzarlo.

Al lavoro anche la stazione di Omegna del Soccorso alpino per la ricerca di una donna di 72 anni di Rho, nei boschi di Mercurago, frazione di Arona, dove la signora si trovava alla ricerca di castagne con il marito. Ad un certo punto però si è allontanata e i due si sono persi di vista. Impegnati nelle ricerche anche il Sagf domese e Croce Rossa, Protezione civile e Carabinieri di Arona. Anche la signora è stata ritrovata e sta bene.

 

 

Soccorso alpino e Sagf impegnati nel soccorso a due persone, a Cannobio e Arona

Denunciato perchè viaggiava con munizioni nel cruscotto. Giudice lo assolve

Nel cruscotto dell’auto aveva 8 munizioni calibro 22 Hornet senza saperlo, quando varca il confine italiano viene denunciato per aver tentato di introdurre in modo illegale armi nel nostro Paese. Assolto dal giudice Luigi Montefusco perché il fatto non costituisce reato un cittadino svizzero residente a Varen di 25 anni, difeso dall’avvocato Marisa Zariani. Il giovane era stato fermato dalla Guardia di Finanza al confine di Iselle il 25 febbraio del 2011. Stava entrando in Italia ed era diretto a Locarno per partecipare a un torneo di calcio. I finanzieri gli avevano trovato le munizioni nel cruscotto dell’auto. Lo svizzero aveva spiegato di non sapere che si trovassero lì, dal momento che l’auto veniva utilizzata da tutta la famiglia del ragazzo, compreso il padre che andava a caccia di uccelli in Svizzera, dove la vendita delle cartucce è libera. Lo stesso pubblico ministero aveva chiesto l’assoluzione.

Soccorso alpino e Sagf impegnati nel soccorso a due persone, a Cannobio e Arona

Il Soccorso alpino X Delegazione val d'Ossola (stazione Valgrande e gruppo di Cannobio) e il Sagf sono alla ricerca di una persona che ha perso il sentiero mentre era alla ricerca di funghi nella zona dei Pianoni, sopra Cannobio. Benché i volontari siano in contatto telefonico con il fungiatt, le ricerche sono ancora senza esito. 

Al lavoro anche la stazione di Omegna del Soccorso alpino per la ricerca di una persona anziana nei boschi di Mercurago, frazione di Arona, dove si trovava alla ricerca di castagne. 

Incidenti stradali a Gozzano e Borgo Ticino

Due mezzi semi distrutti e quattro persone coinvolte, è questo il bilancio di un incidente stradale accaduto ieri pomeriggio sulla provinciale n° 44 nel territorio di Gozzano, alla confluenza con la comunale per Gargallo e Soriso. Una Citroen condotta da un ventisettenne di Borgomanero, che aveva al suo fianco una ragazza di 22 anni, si è scontrata con un furgone Volkswagen. Alla guida di quest’ultimo un ventottenne di Borgomanero che aveva al suo fianco un coetaneo di Pogno. Ingenti i danni per i due mezzi e solo per un miracolo illesi i quattro occupanti.

A Borgo Ticino alle 19.50 di ieri sera, lungo la strada statale 32 Ticinese, all’altezza del chilometro 29 + 800,   sono entrate in collisioni due vetture, una Audi A/3, alla cui guida c’era un quarantacinquenne di Agrate Conturbia, e una Opel Zafira condotta da un trentaseienne di Sesto Calende. Quest’ultimo ha riportato ferite di media gravità e, con una ambulanza del 118, è stato trasportato ad Dea del Santissima Trinità di Borgomanero.

Accertamenti su entrambi gli incidenti per risalire alle cause che li hanno originati sono stati effettuati da parte degli agenti della polstrada di Borgomanero.         

Il sindaco di Ornavasso multa se stesso: aveva usato il tagliaerba fuori orario

Usa il tagliaerba mezz'ora prima dell'orario consentito e per aver commesso questa infrazione si infligge una multa di 50 euro. E' il sindaco di Ornavasso a far notizia: si è multato per aver usato il tagliaerba al di fuori dell'orario previsto dal regolamento comunale.

Spiega il sindaco Filippo Cigala Fulgosi: 'Ho erroneamente azionato, nel giardino di casa, il taglia erba alle 15,36 anziché dalle 16 in poi, come prevede il regolamento del piano di zonizzazione''. Un errore e nulla più. Ma un paio di cittadini hanno fatto rilevare al sindaco che aveva commesso un'infrazione, lieve, ma comunque un'infrazione. Dice il sindaco: ''Mi ero già scusato con i vicini di casa , ma un altro concittadino ha continuato a sostenere che dovrei dare il buon esempio. Per evitare di passare per uno che non rispetta le regole, ho pagato la multa''.

La decisione è servita a mettere a tacere ogni ulteriore considerazione sulla sua integrità.

Dice il sindaco: ''Ho provveduto a pagare la multa e a pubblicare la relativa sanzione il pagamento sul profilo Facebook del Comune, affinché tutti potesse vederlo'' . Una multa che non sappiamo quanti altri amministratori si sarebbero inflitti.

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede