Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Gio20022020

Back Sei qui: Home Notizie Notizie di Attualità

Bolognini (Pd): ''Pizzi ha fatto saltare il tavolo al Ciss. Lo ricomponga''

''Ripresenteremo un ordine del giorno sul Ciss, per vedere cosa farà la maggioranza e capire come intende uscire dalla situazione nella quale si è infilata''. Chi parla è Davide Bolognini, capogruppo del Partito democratico a Domodossola. Interviene dopo che il sindaco Lucio Pizzi ha annunciato di voler convocare l'assemblea del Consorzio Servizi Sociali, il cui futuro appare incerto visto che è in scadenza il 31 dicembre.

Bolognini dice che il Pd è molto preoccupato per gli atteggiamento di Pizzi. Spiega Bolognini: ''Si dimostra sindaco sceriffo quando è a Domodossola e poi quando invece va nelle società partecipate diventa Re Tentenna. Ci chiediamo se l'attendismo da lui tenuto al Ciss abbia poi partorito solo il nome di Zanetta alla presidenza. Un po' poco. Non pare abbia cognizione dei tempi: siamo a metà novembre ed una volta decisa la conferma del Ciss ossolano questa deve andare per l'approvazione nei Comuni e tornare all'assemblea del consorzio''.

Pizzi aveva attaccato il centrosinistra per non aver fatto proposte sulla presidenza. ''Non tocca certo alla minoranza e neppure al pd di Domo farle – dice Bolognini - . I sindaci di centrosinistra pensano che il casino l'ha creato Pizzi, quindi tocca a lui risolverlo. E' stato lui come presidente a far saltare il tavolo sulla presenza dei migranti, che non è l'attività principale del Ciss ma lo sono i disabili, i minori, gli anziani''.

Sull'Unione montana dei Comuni Bolognini dice che ''Pizzi trova le stesse difficoltà incontrate dall'amministrazione Cattrini. Domo però non può entrare nell'Unione come un elefante in cristalleria. Invece Pizzi tentenna anche qui. Dovrebbe mediare le varie posizioni anche perché a questo punto rischiamo di perdere i fondi delle Aree Interne. Mi risulta voglia portarsi via i soldi dei frontalieri e questo è già un nodo nella discussione con gli altri sindaci''.

Tentativo conciliazione sindacati/Asl, riunione conclusa. Per ora confermato lo sciopero del 9 dicembre

Si è appena conclusa la riunione presieduta dal Prefetto Iginio concernente il tentativo di conciliazione richiesto dalle OOSS UILFP, FIALS e FSI riguardante l’ASL VCO.
Al termine dell’incontro il Dott. Caruso, Direttore Generale dell’ASL VCO, ha prodotto un documento relativo agli argomenti di trattativa.
Le OO. SS. sindacali hanno confermato lo sciopero del 9 dicembre p.v. ma si sono impegnate a presentare osservazioni sul documento suddetto, che saranno discusse in una riunione che  la Dirigenza dell’ASL convocherà la prossima settimana con le OO.SS. presso la propria sede.

Atelier del cibo inaugurato alla scuola primaria Peron di Pallanza

Un atelier del cibo: è quello inaugurato oggi presso la scuola elementare Peron – Istituto comprensivo Rina Monti Stella di Pallanza. Si tratta di un vero e proprio laboratorio scientifico per la ricerca sul cibo che può diventare spunto per indagini in terreni solo apparentemente lontani come la storia dell’arte o della nostra civiltà. Gli insegnanti hanno seguito sedute di formazione dedicate. L’atelier permette di indagare una serie di ambiti: la produzione di cibo con l’orto idroponico, la trasformazione con il mulino elettrico, con diversi utensili, con un sistema per termoformatura, con celle di fermentazione e ancora spazi dedicati a fuoco e vapore e altro. Tutto questo monitorato da una web cam e con giochi di luce per affrontare anche il tema della percezione del cibo in determinati ambienti. Lo spazio è stato progettato dall’architetto Francesco Bombardi. 
La presenza di orti all’interno dell’Istituto comprensivo ha spinto la dirigenza, dopo un confronto con i docenti, verso questo progetto. <L’interesse per l’agroalimentare è nel nostro DNA> dice la direttrice dell’Istituto Comprensivo Rina Monti Stella Stefania Rubatto.
L’atelier vuole però essere a disposizione di tutte le scuole del territorio e guarda anche oltre il mondo scolastico, partecipa ad esempio ad un bando Interreg sulla valorizzazione dei prodotti agroalimentari del territorio. 
L’iniziativa è stata finanziata dal progetto nazionale ‘Fare Scuola’ di Fondazione Reggio Children ed Enel Cuore Onlus, <E’ il terzo realizzato su un totale di 60 che porteremo a compimento in 3 anni> ha spiegato Novella Pellegrini, segretaria generale di Enel Cuore Onlus.
 

Valerio Beltrami eletto presidente dei Maitres italiani

Valerio Beltrami è il neo presidente dell'Amira, (Associazione Maîtres Italiani Ristoranti ed Alberghi). E' stato eletto nell'ultimo Congresso nazionale svoltosi in Calabria. L’Amira oggi conta su un’organizzazione di 50 sezioni su scala nazionale, più diverse rappresentanze ester.

Sabato apre l'anello di fondo di Riale

Questo fine settimana, sabato,  apre l’anello di fondo di Riale, prima stazione del comprensorio di Neveazzurra ad inaugurare la stagione sugli sci. Sarà poi fruibile tutti i giorni. Il periodo è quello consueto per la località dell’alta Formazza, statisticamente Riale apre sempre verso la metà di novembre; ha fatto eccezione lo scorso inverno: con temperature alte e neve sparata, il via alla stagione invernale era slittato a fine novembre. 
<Al momento percorribili 4 km di pista, abbiamo rimpinguato la neve caduta con quella artificiale> spiega Gianluca Barp dal Centro del Fondo di Riale aggiungendo però che viste le nuove precipitazioni previste nel fine settimana ci sono buone probabilità di riucire ad aprire tutti e 12 i chilometri disponibili. 
<La stagione parte bene – prosegue Barp-, anche perché il 3 e 4 dicembre avremo una gara di Coppa Italia e avere la neve naturale ci semplifica molto il lavoro>.
Una trentina i centimetri di neve caduti, è candido e decisamente invernale il paesaggio a Riale; negli ultimi due giorni la temperatura si è un po’ alzata ma senza influire troppo sulla consistenza del manto. 
Le prossime nevicate sono attese oltre i 1200 metri. E dopo la partenza di Riale, sono diverse le stazioni sciistiche – in particolare per la discesa – pronte ad anticipare il via alla stagione rispetto alla classica data del ponte dell’Immacolata. Tutto naturalmente dipende dalle precipitazioni sulle quali potremo contare nei prossimi giorni e dalle temperature, se saranno favorevoli o meno all’innevamento artificiale. 
Certo è che quella che si prospetta è una stagione promettente, che potrebbe far tirare un sospiro di sollievo ai gestori delle sciovie dopo il disastroso avvio dello scorso anno: la mancanza di neve aveva costretto le stazioni sciistiche a rimanere chiuse per le vacanze di Natale, perdendo uno dei periodi di punta della stagione. 
 

Aumenta la popolazione studentesca a Cambiasca. Inaugurate nuove aule

Si è tenuta domenica mattina alla presenza del vice presidente della Regione Aldo Reschigna, del sindaco Claudio Liera e degli esponenti dell'amministrazione comunale di Cambiasca, dei sindaci della valle Intrasca, e delle associazioni del paese l'inaugurazione delle due nuove aule della Scuola dellInfanzia di Cambiasca. Grazie alle numerose iscrizioni, gli spazi erano infatti insufficienti. Al taglio del nastro anche il preside Alberto Soressi. I bambini che frequentano la scuola dell'infanzia sono 58.

Save the Children, in Piemonte natalità sotto la media nazionale

In Piemonte la natalità è sotto lamedia nazionale (7,5 nati ogni 1000 abitanti), più di 1 giovanesu 10 abbandona troppo presto la scuola, 1 su 3 tra i 6 e i 17anni, al di fuori della scuola non ha letto neanche un libro enon ha visitato mostre e musei, oltre 2 su 3 mai andati aconcerti di musica o a teatro. Il quadro, comunque lusinghierorispetto ad altra aree, in particolare del Sud, emerge dal 7/oAtlante dell'Infanzia(a rischio) 'Bambini , Supereroi' di Savethe Children 2015. Dal rapporto emergono gli effetti della crisieconomica, della povertà diffusa, dell'esclusione sociale. InPiemonte, dove la dispersione scolastica si pone al di sopradella media nazionale (12,6% contro il 14,7%), tuttavia 1 alunnodi 15 anni su 5 non raggiunge le competenze minime inmatematica, più di 1 su 10 in lettura. Nella regione lapopolazione da 0 a 17 anni è al di sotto della media italiana(16,5%) in tutte le province, tranne Cuneo (sulla media), con ilpicco negativo di Biella (13,9) e Torino al 15,6%.(ANSA)

Il M.llo James Lui è il nuovo Comandante della Stazione Carabinieri di Stresa

Stamattina il Maresciallo aiutante James Lui ha assunto l’incarico di Comandante della Stazione Carabinieri di Stresa dove nell’espletamento delle proprie attività istituzionali sarà affiancato dal ‘sottordine’ Maresciallo ordinario Anna Cortesi.

Lui, 44enne nativo del Torinese, seppure di origini sarde, ha assunto questo incarico dopo aver maturato qualificata esperienza nel corso di 26 anni di servizio nell’Arma. (Nella foto il M.llo Lui, il Capitano dei Carabinieri Compagnia di Verbania Fabio Volpe e il M.llo Anna Cortesi)

Più controlli su strada per prevenire gli incidenti. La decisione del Comitato riunito in Prefettura

Intensificazione dei controlli su strada per prevenire gli incidenti. E’ stato deciso nel corso della riunione del Comitato tecnico di coordinamento che si è riunito a villa Taranto e che è stato presieduto dal padrone di casa, il prefetto Iginio Olita. Hanno partecipato, tra gli altri, il Questore, i Comandanti provinciali di Carabinieri e Corpo Forestale e i rappresentanti di Guardia di Finanza e Polstrada.

I servizi di vigilanza e controllo saranno incrementati sua sulle strade urbane che extra urbane, anche in previsione delle prossime festività natalizie in occasione delle quali come sempre si verificherà un significativo incremento del traffico veicolare.

Prevista un’azione congiunta di tutte le Forze di Polizia.

Il futuro del Ciss Ossola ancora avvolto nella nebbia della politica

E' passato un altro mese e il futuro del Consorzio Servizi Sociali dell'Ossola resta avvolto nella nebbia della politica. A metà ottobre era saltata l'assemblea del Ciss, rimasto pochi giorni prima senza il consiglio di amministrazione dimessosi col presidente Mario Allegri. Motivo del contrasto? La gestione dei migranti a Domodossola: il sindaco Lucio Pizzi aveva chiesto la disdetta degli affitti degli alloggi privati che ospitano i migranti, scatenando le dimissioni del presidente Allegri.
Dopo un mese di silenzio, abbiamo sentito telefonicamente il sindaco Pizzi, presidente dell'assemblea del Ciss, per capire che cosa intende fare visto che il 31 dicembre è vicino. E' la data entro la quale gli amministratori devono decidere che fare del Consorzio, che è in scadenza.
''A breve convocherò l'assemblea per la nomina del consiglio di amministrazione'' ci conferma Pizzi. Che rilancia la palla nel campo opposto: ''Ad oggi non ho avuto dal centrosinistra alcuna proposta per un candidato mentre da parte dell'ex coalizione di centrodestra potremmo proporre tre persone competenti, di alto profilo''. Non è un segreto che nel centrodestra si punti sull'ex senatore Valter Zanetta per la presidenza del Consorzio. ''E' necessario nominare subito il consiglio di amministrazione – prosegue Pizzi – affinché i Comuni possano portare la delibera da approvare in tutti i consigli entro il 31 dicembre, onde dare continuità al Ciss, garantire i servizi al nostro territorio e salvaguardare i dipendenti''.
Pizzi non fa marcia indietro sui migranti. Domodossola chiede che il numero dei profughi in città diminuisca, passando dagli attuali 98 ad un massimo di 45. ''Se Domo deve avere 2,5 migranti ogni mille abitanti, questa è a quota massima accettabile per la città'' aggiunge Pizzi, che manifesta il suo disappunto per un centrosinistra che dice di voler favorire l'accoglienza e poi non accetta migranti nei Comuni amministrati. ''Gli amministratori - spiega il sindaco domese  - devono confermare lo spirito consortile anche sui migranti''.
E circa la possibilità che il Ciss Ossola si fonda con quelli del Verbano e del Cusio? Dice Pizzi: ''Prima facciamo il consiglio di amministrazione e poi decideremo. Queste valutazioni hanno bisogno di tempo, le faremo più avanti''.

Il futuro dei servizi socio-assistenziali dell'Alto Novarese spiegato dall'assessore regionale Ferrari

Tre gli attuali poli d’interveno per i servizi socio-assistenziali nell’Alto Novarese: Arona, Castelletto Ticino e Borgomanero. Con l’assessore regionale alle politiche sociali Augusto Ferrari abbiamo parlato degli obiettivi della Regione su questo fronte. <Ci stiamo confrontando con i sindaci – dice Ferrari – ma il fine ultimo è quello di far coincidere i bacini di programmazione e intervento delle politiche sociali con i bacini delle aziende sanitarie>. Insomma si andrà verso un distretto sanitario che sarà anche distretto socio-sanitario. Si opererà ora per una collaborazione tra i tre enti per arrivare entro la fine dell’anno ad atti di indirizzo delle assemblee dei sindaci in questa direzione. 

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede