Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Sab24082019

Back Sei qui: Home Notizie Notizie di Politica

Rondinelli lascia il consiglio di Crevola. Impegni di lavoro alla base della scelta

Giovanni Rondinelli lascia il consiglio comunale di Crevoladossola. L'ex sindaco, oggi consigliere, ha rassegnato in questi giorni le dimissioni. Impegni di lavoro alla base della scelta. Al suo posto entra Giulia Margarone. "Passo il testimone ad una giovane. Sono convinto lavorerà bene " ha scritto l'ex primo cittadino crevolese nella lettera protocollata in Comune. Rondinelli ha avuto parole di apprezzamento per l'intera maggioranza. " Grazie con voi tutti ho lavorato bene " ha scritto.

Omegna, odg per chiedere all'amministrazione un confronto con tutte le realtà sportive locali

Un ordine del giorno per evidenziare la necessità di un confronto dell’amministrazione comunale omegnese con tutte le realtà sportive del territorio, per eventuali contributi. L’ha illustrato nel corso di una conferenza stampa ad Agrano nei giorni scorsi (insiene con il leghista Stefano Strada) Mattia Corbetta di Fratelli d’Italia. Lo stesso ha evidenziato che accanto agli interventi concordati con l’Omegna Calcio, sono tante le strutture cittadine che avrebbero bisogno di manutenzione straordinaria.

Scintille ieri sera in consiglio comunale a Verbania, Brignone espulso

Polemiche e scintille ieri sera in consiglio comunale a Verbania. Il consigliere di Sinistra e Ambiente Renato Brignone è stato espulso per la durata della discussione di un'interpellanza dal presidente Pier Giorgio Varini. Brignone aveva protestato vivacemente perché Varini aveva permesso al capogruppo del Pd Marco Tartari di rispondere a una domanda del consigliere Lucio Scarpinato durante un'interpellanza, il che non è previsto dal regolamento. La stessa parola è stata però negata a Brignone che aveva chiesto di intervenire.
Per il resto il tema della serata è stato per l'ennesima volta la privatizzazione del forno crematorio, con un dibattito proseguito fino a dopo l'1,30. Il consiglio tornerà a riunirsi il 29 settembre.

Lega Omegna sui migranti: 'Che il Piemonte sottoscriva il documento stilato da Veneto, Lombardia e Liguria'

Con un Ordine del giorno la Lega Nord omegnese chiede che l’amministrazione comunale - e attraverso questa quella Regionale – appoggi il documento stilato dai presidenti delle regioni Veneto, Lombardia e Liguria e che sarà presentato in Conferenza Stato- Regioni sul tema dei migranti. Nel documento si parla di una vera e propria emergenza da fronteggiare come tale, si evidenzia la necessità di aiutare i profughi dei loro paesi e di insediare i centri di identificazione in Nord Africa. Il leghista Stefano Strada ha ricordato i numeri dei migranti presenti nel nostro territorio – oltre 556 - , ha evidenziato i lunghi tempi per appurare se hanno i requisiti per l’asilo ed ancora sottolineato che chi non li possiede verrà invitato a lasciare il centro d’accoglienza, riversandosi sulle strade, da qui l’emergenza sociale e per la sicurezza.

Non appoggiarono Cattrini, due sospesi nel Pd domese

''Squalificati'' per tutto il 2016. Damiano Delbarba e Alessandro Colombo, due iscritti al circolo domese del Partito Democratico, sono stati 'invitati' a non rinnovare la tessera. La squalifica è arrivata con una mail dalla segreteria cittadina, che l'ha motivata col mancato sostegno dei due a Mariano Cattrini, poi uscito sconfitto alle elezioni cittadine.

''E' già una procedura strana saperlo via mail e senza essere stati contattati prima. Anche perché siamo stati due membri della segreteria'' spiega Colombo. I due pagherebbero il loro sostegno ad Andrea Lux, l'altro candidato alle primarie. Aggiunge Colombo: ''Credo non sia nei poteri del segretario cittadino dire che siamo fuori dal partito. Le procedure dovevano essere diverse. Eppoi, come fa il segretario a dire che non abbiamo votato Cattrini alle elezioni comunali? Se poi si espelle chi non la pensa come te, perché il Pd non fa altrettanto con alcuni importanti esponenti domesi che invitano a votare no al referendum?''

Il segretario cittadino Nino Leopardi conferma la sospensione, ma smonta un po' la questione. Dice Leopardi: ''Vista la situazione di contrasto creatasi ho ritenuto di non rinnovare loro la tessera per il 2016. La responsabilità di questa decisione è del segretario cittadino, anche se  però ho informato la segreteria provinciale. E' una questione interna, un rapporto tra segretario e iscritti. Uno dei nostri obiettivi è sgombrare il campo da certe situazioni createsi dopo le dichiarazioni fatte da loro due al termine delle elezioni: in una assemblea di partito, presieduta dalla segreteria provinciale, hanno detto di non aver votato per il Pd. Ma ripeto: non è una sanzione draconiana, ma solo una sospensione limitata al 2016''.

A Domodossola la messa 'saltata' diventa un caso politico

Sta diventando una questione politica la messa soppressa alle scuole Milani di Domodossola. Messa saltata su decisione del dirigente scolastico dopo che un genitore ha contestato la celebrazione in orario di lezioni. Stamani la questione è stata oggetto di un comunicato dello stesso sindaco domese. Lucio Pizzi dice di ''aver compreso la posizione della dirigente che in maniera cautelativa ha applicato l’art. 311 del Testo Unico della Scuola.”
Ma Pizzi annuncia una difesa di certi valori. “Pur consapevole della laicità dello Stato – dice - non intendo permettere si venga meno alla nostra storia: la santa messa, il crocifisso e il presepe sono simboli non soltanto religiosi ma di appartenenza a una comunità che deve trovare nelle proprie radici la forza per tenere vivi i propri valori fondanti. Nel rispetto di tutti non siamo però disposti ad accettare veti da nessuno. A chi non piacesse una Domodossola di questo tipo dico da subito rassegnatevi: non permetterò che dopo la messa qualcuno pensi di passare ai veti sul crocefisso e sul presepe, altrimenti verrò io personalmente a montarli nelle scuole”. Di diversa natura l'intervento del Partito Democratico che batte le mani alla dirigente scolastica per aver applicato il Testo unico della Scuola. ''La separazione Stato-Chiesa - dice il Pd - è una preziosa conquista di civiltà per tutto il Paese. E' evidente che organizzare la celebrazione di inizio anno in orario extrascolastico, oltre che un segno di rispetto verso chi non pratica alcuna fede religiosa o ne pratica di diverse da quella Cattolica, dà anche la possibilità di una adesione molto più consapevole agli stessi praticanti cattolici''.Delusa per l'annullamento della messa di inizio anno è la Lega Nord. ''Una tradizione – spiega la Lega - che non può essere superficialmente catalogata tra le voci 'fuori dal regolamento', ma andrebbe vissuta con lo spirito di continuità che una scuola deve rappresentare all'interno di una comunità. Ma siamo nell'epoca della rottamazione, dell'appiattimento di ogni sfaccettatura che identifichi un territorio. La fabbrica di plastica atea''.

E sulla presa di posizione del Pd domese anche il sindaco di Beura Davide Carigi che dice: <Che piaccia o no, anche la scuola, come noi la concepiamo oggi, nasce nel medioevo per merito della Chiesa…>.  <Un evento religioso legato alla Chiesa Cattolica,come una Santa Messa, una Benedizione o una semplice Preghiera, non ha mai portato valori negativi; questo vale anche per i non credenti (onesti)> aggiunge e conclude: <Se in una scuola, si rinuncia a una Santa Messa d’inizio anno, solo per le pressioni di un genitore, animato da un senso di rivalsa verso Dio, probabilmente per motivi personali, vuol dire che viviamo in una società destinata a fallire miseramente>.

Primarie Omegna, Frisone presenta la sua candidatura

A Omegna la campagna elettorale interna al Pd in vista delle elezioni di primavera prende forma. Maurizio Frisone batte sul tempo tutti e ieri sera ha presenta la sua candidatura alla stampa. Appoggiato dall’associazione “ Noi ci siamo per Omegna “, Frisone promette ampio confronto con la cittadinanza. Dell’esperienza fatta nel governo Mellano non rinnega nulla ma la sua idea di Omegna progetta un nuovo sviluppo per la città. “ Vorrei si potessero sfatare alcune credenze . Per esempio vorrei realmente decollasse il progetto che vuole Omegna turistica. In questi ultimi mesi abbiamo dimostrato di poter dire la nostra su questo tema. La vivacità che si è registrata in città ha entusiasmato molti “. Accanto a lui molti giovani e qualche volto noto della politica cittadina. A chi gli chiede come mai abbia voluto presentare la sua candidatura con così largo anticipo ribatte : “ abbiamo tante idee in testa. Vogliamo illustrarle a tutti e per questo ci vuole tempo “.

Delegazioni leghiste di Vco e novarese al raduno di Pontida

Vco e novarese presenti in forze nel fine settimana leghista di Pontida. In testa alla delegazione provinciale amministratori locali e  segretari provinciali.   Una settantina complessivamente i leghisti del Vcoi che non hanno voluto mancare all’appuntamento. Molti anche quelli provenineti dalla Provincia di Novara, fra questi il sindaco di Novara Canelli, salito anche sul palco e il collega aronese Gusmeroli. Sul pratone di Pontida i padani di casa nostra sono arrivati di buon ora. Novità di quest’anno è il banchetto dei prodotti made nel Verbano Cusio Ossola. E’ successo così che a Pontida sono arrivati i pinocchi della Valle Strona ma anche le margheritine di Stresa, sono per citare qualche esempio. “ E’ il nostro modo per aiutare il territorio “ ha spiegato la segretaria provinciale Marcella Severino. La giornata è proseguita con qualche selfie con i beniamini nazionali e poi l’atteso discorso dal palco. “ E’ una lega di nuovo corso “ taglia corto Severino a chi le chiede di interpretare le parole di Bossi nel passo in cui boccia l’era Salvini. “ A Bossi dobbiamo molto – dice Severino – ma è giunta l’ora di cambiare. I tempi cambiano e noi dobbiamo stare al passo con le richieste degli italiani “. Sarà per questo che sul pratone di Pontida per la prima volta ieri hanno fatto la loro comparsa i gruppi “ Noi con Salvini dal sud “.

Sin qui il racconto di un week end da album dei ricordi. Già perché Severino ( passata la sbornia elettorale domese ) è già al lavoro per tentare di bissare la vittoria a Omegna. Nei giorni scorsi la segretaria provinciale ha incontrato i colleghi di partito omegnesi. Hanno fatto il punto. “ Incontrerò presto gli esponenti del resto della coalizione. Dobbiamo lavorare per trovare una sintesi comune come fatto a Domodossola “ ha chiosato Severino.

Anche nel Vco la camapgna firmata da FdI " In nome del popolo sovrano "

Anche in Piemonte Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale aderisce alla campagna

“In nome del popolo sovrano”

Sabato 17 settembre gazebo in tutti i capoluoghi di Provincia

Anche la Costituente Regionale del Piemonte di FDI-AN ha deciso di aderire all’iniziativa lanciata dal partito a livello nazionale “In nome del popolo sovrano” e in programma per sabato 17 settembre.

Saranno presenti gazebo nelle principali piazze dove i cittadini potranno dare un parere un parere su tematiche di strettissima attualità. Gli argomenti scelti per la consultazione sono: immigrazione, presidenzialismo, islam, riforme, tasse ed unione europea.

nel Verbano Cusio Ossola: Omegna piazza municipio sabato 17 dalle 14 alle 18 e domenica 18 dalle 9 alle 12

Verbania sabato 17 piazza ranzoni dalle 10 alle 12  Domodossola sabato 17 corso ferraris dalle 9 alle 13

 Con questa iniziativa Fratelli di Italia si conferma cuore e motore di un centrodestra che intende archiviare - a tutti i livelli di governo - per sempre le tristi pagine del patto del nazareno e le sottostanti tentazioni neoconsociative.
Soprattutto con questa iniziativa confermiamo un "no"ragionato all'ennesima finta riforma di Renzi che non affronta i nodi centrali del sistema italiano: monocameralismo perfetto, tetto alla tassazione, possibilità - come in Inghilterra - di decidere il futuro dell'Italia nel contesto europeo, federalismo municipale rappresentano riforme vere e temi forti su cui ricostruire l'unità del centrodestra.

I quesiti proposti, ai quali si potrà rispondere si o no, saranno 8 e nel dettaglio:

  1. Se si votasse oggi il referendum costituzionale cosa voteresti?

Sei favorevole all’elezione diretta del Presidente della Repubblica e/o del Consiglio?

  1. Sei favorevole all’introduzione del tetto alle tasse in Costituzione?
  2. Dopo il referendum in Gran Bretagna, sei favorevole all’uscita dell’Italia dall’Euro?
  3. Sei favorevole all’introduzione del reato di integralismo islamico?
  4. Sei favorevole ad una missione militare internazionale che fermi le partenze dai porti libici e crei un “Centro di accoglienza umanitario” per distribuire i profughi che ne hanno diritto in tutti i paesi europei?
  5. In caso di vittoria del no al referendum costituzionale, sei favorevole alle dimissioni del Governo Renzi e al ritorno alle urne?
  6. Sei soddisfatto del lavoro del tuo Sindaco?

I cittadini potranno votare presso i gazebo.

Omegna guarda alle amministrative della prossima primavera

Trascorse le ferie estive, la politica ad Omegna inizia ad animarsi in vista delle elezioni amministrative della prossima primavera. I primi ad esporsi sono stati gli esponenti del Partito Democratico. Per ora iscritti alle primarie di gennaio sono Alessandro Rondinelli, segretario del circolo del capoluogo cusiano, e Maurizio Frisone, attuale vicesindaco nella giunta Mellano. Non ancora chiara è invece la situazione dall’altra parte dello schieramento; infatti, il centrodestra sta ancora ragionando sulle modalità e sugli uomini. Luigi Songa, referente di Fratelli d’Italia in provincia, precisa: “Ci stiamo attivando e stiamo parlando. Il nostro obiettivo è quello di presentare un centrodestra unito, coeso e compatto, anche se non abbiamo nessuna intenzione di imbarcare tutto e tutti. Io penso che la modalità migliore per approcciarci alla campagna elettorale siano le primarie, in modo tale da far scegliere alla gente il nostro candidato sindaco. Nelle prossime settimane saremo sicuramente più chiari, ma intanto in mente ho alcuni nomi che potrebbero fare molto bene ad Omegna, come quello dell’avvocato Paolo Marchioni, ex sindaco di Baveno ed avente lo studio legale sul lago d’Orta, oppure quelli degli attuali consiglieri di minoranza Barbara De Riu e Stefano Strada”. Songa, inoltre, analizza le mosse a sinistra e dice: “Penso che il Partito Democratico abbia già scoperto le carte, ma questo non significa che tutto il Centrosinistra si sia sbottonato; infatti, sono curioso di capire come si muoveranno i componenti del Comitato Tutela Bene Comune di Omegna, che hanno avuto un ruolo importante durante gli ultimi mesi soprattutto nella questione inerente al Bando emblematico cofinanziato dalla Fondazione Cariplo “. Ma non sono gli unici che non si ancora esposti, poiché all’appello manca la Sinistra Radicale che, a metà mandato, ha lasciato la maggioranza Mellano.

Altra incognità è il Movimento Cinque Stelle, che, però, non si è ancora esposto ufficialmente. Si è già presentata all’opinione pubblica in occasione della difesa del punto di primo intervento di Omegna la lista civica con a capo Augusto Quaretta e Mauro Empolesi, che ha da subito precisato la propria volontà di concorrere singolarmente senza affiancarsi ad alcun partito.

Elezioni Omegna. Pd pronto alle Primarie

Il Pd omegnese in vista delle elezioni di primavera istituisce il Comitato che dovrà sovraintendere alle primarie. In lizza ci sono Maurizio Frisone e Alessandro Rondinelli. Assessore al turismo il primo, segretario del Pd cittadino il secondo. La competizione per la scelta del futuro sindaco di Omegna è comunque aperta anche a eventuali forze alleate. “ Al momento non abbiamo avuto incontri. Crediamo le candidature possano essere accolte entro il mese di novembre. Già decisa invece la data in cui si terranno le votazioni : gennaio “ ha spiegato in una conferenza stampa, Rondinelli. Intanto nel partito si discute ancora della recente fuoriuscita di Alberto Buzio. “ Una decisione che ci ha destabilizzati “ ha concluso Rondinelli

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede