Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Gio22082019

Back Sei qui: Home Notizie Notizie di Comunicati stampa

Unione Industriale, convegno: “Dall’emergenza alle opportunità per le imprese del Verbano Cusio Ossola”

Comunicato Stampa - Si terrà il prossimo Mercoledì 23 Novembre alle ore 14,30 il convegno riservato agli imprenditori del Verbano Cusio Ossola dal titolo: “Dall’emergenza alle opportunità per le imprese del Verbano Cusio Ossola”. Si tratta del primo incontro aperto a tutti i soggetti attivi del territorio - delle imprese dei diversi settori - organizzato dall’Unione Industriale del Verbano Cusio Ossola per affrontare in particolare le tematiche connesse ai rischi derivanti dalle calamità naturali e dall’utilizzo intensivo delle reti telematiche, queste ultime ormai all’ordine del giorno per l’intera umanità.

Il convegno intende promuovere - con la competenza specifica di professionisti di Confindustria provenienti da tutta Italia - tre momenti di confronto sull’opportunità di prevenire le situazioni di emergenza che colpiscono le imprese. Dalle catastrofi dei territori interessati da alluvioni, incendi, terremoti al cyber risk, ovvero i rischi di utilizzo intensivo delle reti telematiche per la trasmissione dei dati a distanza, fino alla previdenza dell’imprenditore e allo sviluppo dell’impresa. Quando i rischi diventano realtà occorre da un lato esprimere capacità specifica di pronto intervento, per contenere la situazione di emergenza, dall’altro una tutela predisposta preventivamente per rispondere dei danni causati dall’evento eccezionale. Ecco allora che entrano in gioco attività di tutela e di pronto intervento nelle situazioni di emergenza, che possono assicurare un adeguato equilibrio proprio quando servono misure di sostegno, senza dimenticare anche uno specifico supporto per le risorse umane a cominciare dall’imprenditore che deve rispondere per tutta l’attività paralizzata. In questo senso è possibile pensare di passare dall’emergenza ad un piano di riavvio fino allo sviluppo di nuove opportunità, con l’affiancamento di manager professionisti adeguatamente preparati.

Il Presidente Unione Industriale VCO - Umberto Locatelli - sarà presente per il saluto di apertura del convegno con lo scopo di promuovere l’iniziativa verso tutti i soggetti attivi del territorio. Il convegno è infatti aperto alle imprese associate ma non solo, essendo le tematiche trattate di interesse per ogni attività operativa di tipo imprenditoriale, commerciale e professionale.

Interverranno Eros Andronaco (Vice Presidente Federmanager Nazionale), Riccardo Barretti (Praesidium) sulle coperture assicurative per i danni catastrofali, Luca Albertini (Praesidium) e Andrea Monguzzi (Flexxa srl) sulle coperture dei rischi della rete, Valeria Bucci (Praesidium) sul Welfare per l’imprenditore e Federico Sacchi (A.D. CDi Manager) sulle risorse professionali al servizio dell’impresa.

Scontri nel centro profughi di Arizzano, le reazioni politiche

Di seguito i comunicati stampa diffusi dopo gli scontri registrati ieri presso il centro profughi di Arizzano.

Comunicato stampa Lega Nord - Ancora violenza ad Arizzano Per i quattro migranti che hanno aggredito presso il centro accoglienza di Arizzano gli operatori e le forze dell’ordine provocando sette feriti, chiediamo l’immediata espulsione.
Sembrerebbe che tra le motivazioni della rivolta ci fossero, non solo questioni relative alla “paghetta”, ma anche l’imminente esclusione di una ventina di pseudo profughi dal programma di protezione.
Infatti a fine novembre, dato che non è stato loro riconosciuto lo status di rifugiato, in quanto clandestini, dovrebbero essere messi fuori dalla struttura e quindi si troveranno a girovagare per Verbania senza ne casa ne lavoro.
Un verbanese ci aveva già segnalato il mese scorso un episodio sconcertante: aveva trovato nel cortile di casa, un ragazzo di colore in cerca di riparo per la notte, perché mandato via dal centro accoglienza.
Ecco, questa è la carità pelosa dei buonisti, finiti i soldi, esaurito il business, fuori a calci nel sedere. Se c’è una certezza è data dal fatto che il nostro paese non ha la forza economica e neanche gli spazi per accogliere tutti i disperati del mondo, umanamente ci dispiace ma non ce la possiamo fare, non ci vuole un genio per capirlo. Ma qui parliamo di business non di accoglienza.
Non vogliamo che la nostra città si trasformi in un luogo poco sicuro, abbiamo bisogno di capire dove andranno a finire le persone alle quali verrà negato il diritto di asilo politico.
Chiediamo pubblicamente con forza al Prefetto di espellere subito queste persone.
E’ impensabile che vengano semplicemente buttati fuori dai centri di accoglienza, sia dal punto di vista umanitario che della sicurezza loro e dei cittadini.
Nel contempo vada tutta la nostra solidarietà e comprensione alle forze dell’ordine, in particolare agli agenti feriti.

Roberto De Magistris                                                 Stefania Minore
Segretario Cittadino Lega Nord        Consigliere comunale Lega Nord

 

Comunicato stampa Forza Nuova - "La tentata rapina di questa mattina insieme alla rivolta di alcuni ospiti al centro di accoglienza dei migranti ad Arizzano, provocando alcuni feriti tra le forze dell'ordine, è semplicemente uno dei tanti sintomi di una nazione in declino”, dichiara il coordinatore della sezione domese di Forza Nuova Andrea Amico, il quale prosegue, ‘’senza entrare nel dettaglio possiamo considerare inutili e scontate, se non addirittura in alcuni casi patetiche, le dichiarazioni in merito ai migranti dei vari esponenti politici locali; l’unica soluzione a determinati problemi è il blocco dell’immigrazione e l’avvio di un rimpatrio degli immigrati, vista la particolare pregnanza per il nostro paese dei problemi generati dalla massiccia presenza di nordafricani, i quali dimostrano sempre più di non poter e di non volersi integrare“.

 

Comunicato stampa di Luigi Songa Songa(FdI-AN)- Ad Arizzano gravissimi fatti, ma sono solo la punta dell'iceberg.Il centro per presunti profughi di Arizzano è stato in poco piu di un anno, al centro di almeno tre episodi gravi che hanno visto gli interventi delle forze dell'Ordine.
L'ultimo ed il piu grave di questi episodi, avvenuto ieri, mette al centro della questione immigrati la gestione "in sicurezza" di queste persone ospiti in Italia.
Riteniamo intollerabile il verificarsi di espisodi di furto, aggressione del personale delle strutture ed aggressione alle Forze dell'Ordine da parte di soggetti ospitati ,mantenuti e pagati che fingono di scappare da situazioni di guerra ma che invece sono -di fatto- immigrati irregolari che cercano furbescamente di entrare in Italia e di restarci.
Purtroppo crediamo che quest'ultimo episodio sia solo la punta dell'iceberg di un problema ben piu grande e complesso.
Le politiche dissennate dell'accoglienza ad ogni costo hanno fatto si che l'Italia diventasse il bengodi di coloro che provengono dal terzo e quarto mondo e vogliono tentare di entrare in Europa, la retorica ipocrita e buonista che vuole garantire il businnes della gestione dell'accoglienza , ha dato a centinaia di migliaia di persone ogni anno la falsa aspettativa di potersi spacciare per profughi e quindi stabilirsi in Italia.
In realtà solo pochissimi degli immigrati risultano essere veramente profughi di guerra, le statistiche ci dicono tra il 5 e 8% del totale, e gli altri?
la gran parte degli irregolari e destinata a diventare "uccel di bosco" quando il loro status di profughi  verrà revocato, quindi saranno destinati a diventare irregolari in permanente servizio al di fuori della legalità.
nel Verbano Cusio Ossola abbiamo assistito in poco piu di un mese a due fatti gravissimi, l'aggresione di Villadossola e i fatti di ieri ad Arizzano , auspichiamo che chi ha il dovere di garantire le nostre comunità non attenda fatti ancora piu gravi prima di farsi interprete presso il Governo per far si che si inverta la rotta sciagurata dell'accoglienza a prescindere e si inizi una seria politica basata su due principi fondamentale, il primo che i bisognosi vanno aiutati ma a casa loro ed il secondo che una Comunità che non garantisce i propri appartenenti a discapito di altri, cessa la sua funzione e lascia solo  caos e l'anarchia.
Rinnoviamo la nostra richiesta , gia presentata questa estate, di ospitare sul territorio provinciale , solo persone alle quali sia già stato riconosciuto lo status di rifugiato.

 

Comunicato stampa Lega Nord Vco - IL PREFETTO INTERVENGA

Circa un paio di mesi fa, quale Segretario Provinciale della Lega Nord del V.C.O, accompagnata dai segretari cittadini di Verbania, Omegna, Domodossola e il Sindaco di Bee in rappresentanza di numerosi sindaci e di una ventina di amministratori fra assessori e consiglieri comunali di tutta la provincia, abbiamo avuto un incontro con il Prefetto del VCO per sollecitare l’immediata espulsione dei richiedenti asilo che delinquono, così come previsto dalla legge  e pienamente nelle prerogative del Prefetto.
Risultati non ne abbiamo visti, in compenso gli atti di violenza proseguono, spesso nel più assoluto silenzio della stampa, per questioni di ordine pubblico, ci dicono, è meglio tacere non fomentare, occultare.
Infatti spesso i nostri comunicati stampa non trovano posto su giornali e blog.  
Non dobbiamo allarmarci , anche se i motivi ci sono e presto ce ne renderemo conto, appena escluderanno dai centri i clandestini che in quanto tali non hanno diritto all’accoglienza ma  soprattutto perché i fondi sono esauriti, vagheranno  per il territorio in cerca di lavoro e sistemazione.
E nel frattempo? mentre cercano il lavoro che non c’è, come vivranno, dove risiederanno? Semplice, ce li troveremo in casa, come già successo a Intra.
Sarà allora che vedremo come Prefetto e autorità preposte risolveranno quei problemi di ordine pubblico che ora temono, non basterà più non parlarne.
L’aggressione di ieri al centro di Arizzano è stata così clamorosa da elevarsi agli onori anche della stampa nazionale, speriamo serva a qualcosa.
Nel frattempo, a nome dei rappresentanti politici della Lega Nord e di tanti sindaci e amministratori che mi sollecitano chiediamo di nuovo al Prefetto di espellere chi delinque e chi non ha diritto all’accoglienza. Per questo lunedì chiederemo un nuovo incontro con il Prefetto per sollecitarlo in questo senso.
A nome del movimento esprimo tutto il nostro sostegno alle forze dell’ordine e auguro agli agenti feriti un pronto recupero.
Marcella Severino
Segretario Provinciale Lega Nord V.C.O.

 

Rivolta dei migranti ad Arizzano. Intervengono le forze dell'Ordine. Quattro profughi in stato di fermo (video)

Coldiretti: ''scatta in agriturismo'', concorso fotografico regionale

Comunicato Stampa – Anche nelle province di Novara e del Vco prende il via il concorso fotografico “Scatta in Agriturismo”, iniziativa di Terranostra Piemonte con il supporto della Federazione regionale Coldiretti.

Il mondo rurale, il patrimonio agricolo e culinario insieme ai prodotti e ai piatti tipici della tradizione enogastronomica piemontese saranno i veri protagonisti degli scatti che i partecipanti potranno inviare entro il 5 giugno 2017.

“E’ un concorso gratuito, aperto a tutti i clienti che frequentano le imprese agrituristiche di Terranostra dei nostri territori” spiega Stefania Grandinetti, presidente regionale di Terranostra. “L’obiettivo è proprio quello di promuovere e di far conoscere le bellezze paesaggistiche, le ricette tipiche ed i prodotti del nostro territorio che presso gli agriturismi si possono degustare ed apprezzare”.

Ogni partecipante potrà inviare 3 fotografie in formato digitale, unitamente al modulo di partecipazione ed alla copia sottoscritta del regolamento all’indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

“Ci sarà, oltre alla sezione tradizionale, anche una social. I partecipanti potranno scegliere, infatti, di aderire alla sezione Instagram del concorso sul profilo di Terranostra Piemonte ed in quel caso sarà il pubblico di Instagram stesso a decretare gli scatti vincenti. Una possibilità che abbiamo voluto inserire per stare al passo con i tempi, dare la possibilità ai clienti più digitali di partecipare e far conoscere anche attraverso i social il mondo degli agriturismi”.

Sul sito www.piemonte.coldiretti.it è possibile scaricare il regolamento completo e consultando la pagina http://www.terranostra.it/it/agriturismi/ricerca/piemonte si trovano tutti gli agriturismi associati a Terranostra in Piemonte.

Per maggiori informazioni, scrivere all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Intanto, la stagione 2016 è proseguita anche in autunno con numeri positivi, grazie alle belle giornate di queste settimane e al clima che si è mantenuto mite sino a fine ottobre: a far scegliere l'agriturismo rispetto alle altre forme di ristorazione è certamente - sottolinea la Coldiretti - l'opportunità di conciliare la buona tavola con la possibilità di ‘vivere la campagna’ avvalendosi anche delle comodità e dei servizi offerti.

“Paniscia, risotti, paste fatte in casa con le salse prodotte in cascina, tapelucco, formaggi, miele, torte di castagne: sono solo alcune delle prelibatezze tipiche del territorio che i turisti – sottolineano Federico Boieri e Maria Lucia Benedetti, presidente e direttore di Coldiretti Novara Vco – possono apprezzare e riscoprire in agriturismo”.

Nasce il Centro Interdiocesano di accompagnamento dei fedeli separati

Comunicato Stampa - I Vescovi del Piemonte Orientale delle Diocesi di Biella, Casale Monferrato, Novara e Vercelli hanno deciso di comune accordo di aprire un Centro interdiocesano di accompagnamento per i fedeli separati. Lo scopo è di fornire un percorso pastorale a tutti coloro che soffrono in diversi modi una condizione di separazione familiare e vogliono far chiarezza sulla situazione spirituale, ecclesiale e canonica del loro matrimonio.

Il Centro è un segno dell’Anno Santo e un frutto del cammino di riconciliazione. È un dono prezioso perché la misericordia di Dio rinasca nel cuore di molti. Aderendo all’invito dei due Sinodi della famiglia e all’Esortazione Apostolica Amoris Laetitia di papa Francesco, i vescovi offrono ai fedeli la possibilità di un accompagnamento spirituale, per crescere in un cammino di integrazione. Il Centro sarà itinerante, in tempi e luoghi fissati presso le singole diocesi, per rendere accessibile più facilmente a tutti la possibilità di accompagnamento e discernimento.

I Vescovi intendono esprimere così la cura pastorale della Chiesa tutta verso le famiglie dei fedeli separati. Perché anche queste situazioni di sofferenza possano trovare nella Chiesa una casa accogliente, sapendo che «Il Signore è vicino a chi ha il cuore ferito» (Sal 34,19).

 

I Vescovi di

Biella, Casale Monferrato,

Novara e Vercelli

Vb: presentazione dei progetti del Consiglio Comunale dei ragazzi il 21 e 23 novembre

Comunicato Stampa - La presentazione dei progetti del Consiglio Comunale dei Ragazzi per il biennio 2016-2018 si terrà presso l’Auditorium dell’Istituto “Cobianchi” lunedì 21 novembre 2016 (ore 9.15-11.00) per i progetti delle scuole secondarie di I grado e mercoledì 23 novembre 2016 (ore 9.15-11.00) per i progetti delle scuole primarie.

I protagonisti della presentazione saranno gli oltre 360 alunni che hanno elaborato i progetti in questi primi mesi di lavoro. Il loro compito sarà quello di illustrare le idee di progetto di fronte ai colleghi studenti e a docenti, dirigenti scolastici, rappresentanti dell’Amministrazione Comunale, funzionari e dirigenti del Settore Pubblica Istruzione del Comune.
La giornata sarà presentata dalle facilitatrici di Azimut Cooperativa Sociale, che gestisce il progetto CCR.
“La qualità dei progetti presentati - afferma Monica Abbiati Assessore all'istruzione della città di Verbania - attenti alla lettura della qualità della vita cittadina, è un segnale importante di partecipazione che merita di essere valorizzato, e anche uno stimolo per noi amministratori per costruire una città che sappia dimostrarsi attenta ai bisogni delle giovani generazioni, cittadini di domani che hanno dimostrato grande energia ed entusiasmo”.

Le scuole che hanno aderito al progetto CCR per questo biennio di mandato sono 7, appartenenti a tutti e tre gli Istituti Comprensivi (Guglielmazzi, Bachelet, Cantelli, Tomassetti, Cadorna, Ranzoni, Quasimodo).

 

Tra i progetti presentati, 10 saranno quelli che riceveranno il finanziamento da parte del Comune di Verbania e potranno così essere realizzati.
Nei giorni successivi alla presentazione dei porgetti si svolgerà la "campagna elettorale" itinerante nelle scuole che vedrà poi le elezioni, che determineranno i progetti vincitori,  il 14 e 15 dicembre prossimo che coinvolgeranno tutti gli alunni (IV primaria – III secondaria di I grado) delle scuole in cui almeno un progetto è stato presentato.

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede