Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Gio22082019

Back Sei qui: Home Notizie Notizie di Comunicati stampa

Poste aumenta gli utili ma taglia servizi in montagna. Uncem: ''pericolose differenze tra territori''

Comunicato Stampa - Poste continua ad aumentare utili e ricavi. A spese del territorio. Come già a luglio 2016, Uncem torna a denunciare la pericolosa spirale imboccata dall'azienda statale che guadagna e fa numeri importanti - come riportato ieri da molti organi di stampa - ma allo stesso tempo taglia servizi e personale sul territorio. È infatti partita negli ultimi giorni la consegna della distribuzione a giorni alterni in più di duecento Comuni del Piemonte, con situazioni non omogenee tra valli attigue e tra Comuni. A duecento metri di distanza, c'è chi continuerà a ricevere il quotidiano tutti i giorni, chi invece dovrà accontentarsi di leggere le notizie ogni due giorni. "Quello dei quotidiani è il problema più evidente - commentano Lido Riba e Paola Vercellotti, presidente e vice dell'Uncem Piemonte - Peraltro stiamo parlando di zone dove un crescente digital divide non permette di scaricare copie dai siti dei giornali. Se non fosse grave e preoccupante, farebbe sorridere andare incontro situazioni per cui chi è abbonato a un quotidiano lo riceve solo cinque giorni in due settimane. È invece una partita che necessita di immediati correttivi da parte dell'azienda. Poste è ricca e si arricchisce ma continua a tagliare i servizi". Secondo Uncem, è necessaria una presa di posizione da parte del Governo - che già un anno fa ha aperto un tavolo con Poste, AgCom e le associazioni degli enti locali, per volontà del Ministro Enrico Costa - così da far rispettare la risoluzione del Parlamento europeo che ha bocciato la distribuzione a giorni alterni. Questo il monito di Bruxelles: "Il servizio universale deve continuare a essere fornito nella misura massima, cioè deve almeno comprendere consegna e ritiro per cinque giorni a settimana per ogni cittadino europeo. Inoltre, al fine di soddisfare l'obbligo di servizio universale è importante mantenere ben funzionanti le reti postali, con un numero sufficiente di punti di accesso nelle regioni rurali, remote o scarsamente popolate". Indicazioni che bocciano senza attenuante alcuna i piani di smantellamento del servizio universale abbozzati qua e là nell'Unione Europea, e certamente quello attuale di Poste Italiane che usa l'etichetta della "flessibilità" per nobilitare un moncone di servizio attivato appena 5 giorni ogni due settimane e con drastica riduzione dei "punti di accesso nelle regioni rurali, remote o scarsamente popolate". Inoltre nella Risoluzione si sottolinea che “i prezzi nell'ambito dell'obbligo di servizio universale siano accessibili e garantiscano a tutti gli utenti l'accesso ai servizi forniti”.
Uncem ha sempre sostenuto quanto scritto e affermato chiaramente nella Risoluzione del Parlamento UE. In primo luogo non sono ammissibili disparità di trattamento tra aree diverse, in base alla densità di popolazione e alle conformazioni del territorio. "Poste deve poi concretizzare - proseguono Riba e Vercellotti - i piani per la creazione di sportelli multiservizio nei Comuni montani che già più volte abbiamo suggerito, con operatori polivalenti, nuovi servizi per gli Enti locali a partire dalla tesoreria comunale, opportunità legate all'agenda digitale che nelle Terre Alte ha una conformazione particolare, alla quale Poste deve contribuire per la piena attuazione".

Fondazione Comunitaria Vco: costituito il ''Fondo Bernardi''

Comunicato Stampa - Con una semplice cerimonia svoltasi presso il Municipio di Baceno è stato costituito presso la Fondazione Comunitaria del Vco un nuovo fondo memoriale, intitolato a Giuseppe Bernardi, sindaco del Comune di Baceno dal 1980 al 1985 e dal 1990 al 1993, presidente della Banda musicale e della Pro Loco.

Il prima dotazione del fondo è costituita dalla somma di 42 mila euro (70 per cento destinato alla sezione patrimoniale, il 30 per cento alle erogazioni), derivante da una donazione da parte di Giulia Zanetta e Luigina Zanetta che hanno deciso di devolvere l’eredità del cav. Bernardi alla comunità locale.

Il Fondo è finalizzato “al sostegno di progetti in ambito sociale promossi da enti ed associazioni non profit operanti nel Comune di Baceno e/o nella valle Antigorio-Formazza, ispirandosi agli ideali ed ai princìpi che il cav. Bernardi ha costantemente promosso e sostenuto nel corso della sua vita”.

Il Regolamento del fondo precisa ulteriormente che “particolare rilevanza sarà data a progetti in supporto di minori non protetti – in generale alla tutela dell’infanzia abbandonata – e alle iniziative proposte a favore della parrocchia di Baceno e della Banda musicale locale”.

Il Regolamento che istituisce il “Fondo Bernardi” è stato firmato dalla signora Giulia Zanetta; da Umberto Sartori, figlio della signora Luigina Zanetta, scomparsa recentemente; dal parroco di Baceno don Davide Gheza e dal presidente della Fondazione Comunitaria del Vco Maurizio De Paoli, che ha tratteggiato la figura di Giuseppe Bernardi. Alle parole del presidente della Fondazione Comunitaria si sono associati, con ricordi personali e commossi, anche il vicesindaco di Baceno Marika Dattrino, il senatore Walter Zanetta e la commissaria Cariplo Francesca Zanetta.

Omegna: “la famiglia nella disabilità visiva”

Comunicao Stampa - L’A.P.R.I Onlus sezione provinciale del VCO, organizza lunedi 14 novembre, presso l’AULA MAGNA dell’ASL VCO , in via Mazzini 117, alle ore 21,00 l’incontro tematico “La famiglia nella disabilità visiva”.

Il dott. Antonio Filiberti, psicoterapeuta, condurrà l’incontro, aperto a soci, familiari, volontari e a tutti coloro che sono interessati.

La relazione predisposta dallo psicoterapeuta vuole essere stimolo e sostegno per i pazienti ed i loro famigliari che vivono la disabiltà visiva con disagio, aiuto nell’affrontare le tensioni e le difficoltà conseguenti ai problemi quotidiani che gli stessi affrontano, offerta di attenzioni, risposte, atteggiamenti e possibili buone azioni da mettere in pratica.

E’ previsto l’intervento dei partecipanti per un confronto propositivo, con testimonianze ed esperienze personali.

Artigiani Vco: terzo trimestre 2016 in negativo

Comunicato Stampa - Nel periodo luglio-settembre si registra nel VCO un tasso di sviluppo delle imprese artigiane negativo pari a -0,41% rispetto a giugno2016. La performance provinciale è sotto la media piemontese (-0,07%), e nazionale (-0,09%). I segnali emergono da Movimprese, rilevazione periodica realizzata da Infocamere, società consortile di informatica delle Camere di commercio italiane. Al 30.09.2016 il numero totale di attività artigiane registrate in provincia si attesta a 4.356 in v.a, il 33% delle imprese totali registrate nel VCO. Le iscrizioni sono state 46, stabili rispetto nello stesso periodo del 2015, e le cessazioni sono state 64, in aumento rispetto a quanto registrato lo scorso anno (46) nello stesso periodo. Il risultato è una diminuzione dello stock di imprese di 54 unità in un anno, infatti al 30.9.2015 le imprese artigiane erano 4.410. L’andamento resta ancora lontano dalle performance pre-crisi dove le aperture superavano le cento unità. Rispetto al secondo trimestre 2016 diminuiscono i settori delle costruzioni, -9 imprese in v.a, della manifattura -12 imprese in v.a., e dei servizi alla persona -2 imprese in v.a. Questi sono i settori con peso maggiore: le costruzioni costituiscono il 41% delle imprese artigiane del VCO, la manifattura il 24% e i servizi alla persona il 13%. Un settore in controtendenza, che cresce lentamente nel tempo come numero di imprese registrate è quello che comprende le seguenti attività: noleggio autoveicoli, pulizia di edifici e manutenzione giardini, servizi a supporto delle attività di ufficio. L’aumento è dovuto soprattutto all’attività della manutenzione dei giardini (+24 dal 2009). Il settore nel complesso ha un peso del 4% sul totale imprese artigiane. Quasi quattro imprese artigiane su cinque sono imprese individuali, poco meno del 78% delle imprese artigiane. In aumento il numero di società di capitali (+11 imprese in v.a. rispetto allo stesso periodo 2015) che pesano per il 4% sul totale delle imprese artigiane.

Cannero R.: passeggiata lungo l'antica mulattiera medievale

Gli Amici del Museo di Cannero Riviera, con la collaborazione della Rete Museale Alto Verbano, propongono, domenica 13 novembre, una passeggiata lungo l’antica mulattiera medievale da Cannero Riviera a Carmine superiore. Il ritrovo è alle 13.30 presso il Museo di Cannero. La passeggiata lungo l’antica mulattiera fino all’antica chiesetta di S. Gottardo del borgo medievale di Carmine Superiore sarà compiuta in compagnia degli Amici del Museo e con la guida di Ginella Violetto, esperta di boschi, e Katia Zanetti, restauratrice, che rivelerà alcuni particolari sugli affreschi della chiesa. Rientro previsto per le 17.

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede