Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Ven06122019

Back Sei qui: Home Cultura

Il disastro di Feriolo del 1867 in un libro di Pierangelo Caramella

Sarà presentato domani, sabato 30 aprile al camping Orchidea a Feriolo di Baveno dalle 15, il libro di Pierangelo Caramella "Mentre il gelso buttava. Il disastro di Feriolo del 15 marzo 1867". Saranno presenti, oltre all’autore, il Sindaco e l’Assessore all’Istruzione del Comune di Baveno, e la geologa dott. Angelica Sassi. Argomento del libro è la ricostruzione storica del terribile avvallamento che nel  1867 ha trascinato nel lago persone, animali e case, causando vittime e distruzione a Feriolo. In particolare l’intervento del geologo evidenzierà il legame con le problematiche attuali relative al dissesto idrogeologico che purtroppo interessa anche la nostra zona.

Gemellaggio fra la Protezione civile di Malesco e Opera

I volontari della Protezione civile di Opera ospiti nel fine settimana di Malesco. E' una sorta di gemelaggio quello che le due squadre di volontari hanno siglato. La cerimonia di sabato in Comune con lo scambio di dono a rafforzare l'amicizia che lega queste due realtà. " E' stato davvero emozionante. Ci siamo scambiati idee per il lavro futuro. E questo nononstante le realtà nelle quali operaiamo siamo molto diverse " ha detto Daniele Prelli che della Protezione civile di Malesco è responsabile.

Fino al primo maggio alla Fabbrica a Villadossola il Salone degli editori ed autori del Vco. Ieri sera il taglio del nastro

Taglio del nastro ieri sera - al centro culturale di Villadossola - per la diciannovesima edizione de "La fabbrica di carta". Quest'anno tema del salone del libro sono gli amici a quattrozampe. Tanti gli eventi in programma al primo maggio. " Il tema è emozionante. Gli animali sono protagonisti della vita di ognuno di noi ogni giorno. Tanti appuntamenti in programma per grandi e piccini. Doveroso poi il ringraziamento per quanti si adoperano per la riuscita della manifestazione " ha detto Stefano Costa, presidente della Provincia del Vco. L'ente di viale dell'Industria, sino a pochi anni fa era lo sponsor principale del salone. " I tagli ai bilanci hanno modificato tante cose. Noi oggi continuano ad avere un ruolo di coordinamento. Ma è indubbio la riuscita della manifestazione sia da ascrivere alla sinergia che si è creato fra pubblico e privati e grazie al sostegno di alcune Fondazioni" ha aggiunto il vice presidente Riccardo Brezza. Soddisfatto dell'iniziativa anche il vice sindaco di Villadossola. " Siamo giunti alla diciannovesima edizione. Per l'anno prossimo occorrerà pensare a un grande evento per celebrare i 20 anni della manifestazione che, sono sicuro, troverà sede sempre alla Fabbrica di Villa " ha detto Marcello Perugini.

Gremito Palazzo S. Francesco per la presentazione della ristampa del libro di Paolo Bologna voluta da ANPI

Gremito ieri pomeriggio Palazzo San Francesco a Domodossola per  la presentazione della ristampa de ‘Il prezzo di una capra marcia’ di Paolo Bologna, storie di partigiani, testimonianze della Republica dell’Ossola; in prima fila la famiglia dello storico, scrittore e giornalista.

La ristampa è stata voluta dall’ANPI domese, associazione presieduta da Gianfranco Fradelizio; impegnati per questa nuova edizione l’editore Grossi e gli storici Pier Antonio Ragozza e Paolo Crosa Lenz presenti per l’occasione così come il sindaco domese Cattrini.

Ad aprire l’appuntamento alcuni ragazzi con la lettura di passi del libro, è stata poi ricordata la figura di Bologna.

Sull’importanza del progetto voluto da ANPI Fradelizio ha spiegago: < E’ un libro interessante con testimonianze di quei piccoli protagonisti che a volte la storia lascia da parte. Il volume ha una veste  nuova ed elegante, la ristampa era necessaria>.

La prima edizione de ‘Il prezzo di una capra marcia’ risale al 1969 a cura di Giovannacci e con un saluto di Gianfranco Contini. A seguire le edizioni di Grossi. Nel 1989 la ristampa con la testimonianza di Gisella Floreanini.

Ricordo di Paolo Bologna e presentazione del volume poi  nell’ambito della Fabbrica di Carta a Villadossola: appuntamento lunedì 25 aprile alle ore 18,15.

Anche al Sasso nello Stagno stasera tra i protagonisti il compianto scrittore e storico. Ospite del nostro direttore Maurizio De Paoli la presidente provinciale ANPI Luisa Mazzetti, con lei una riflessione sul significato del 25 aprile che farà da introduzione alla riproposizione della prima puntata della collana 'Sui sentieri della storia' realizzata proprio da Bologna.  Il Sasso nello Stagno è in onda il venerdì alle 20,35, il sabato alle 17 e la domenica alle 14. 

 

La verbanese Edith Brinca ai live di The Voice of Italy

Edith Brinca, rumena d’origine ma verbanese d’adozione, accede ai live di The Voice of Italy. Insomma terminate le fasi eliminatorie, è ufficialmente in concorso, nel team di Dolcenera. Dopo ‘Blind audition’ e Battle’, ha superato anche la sfida del primo dei due Knockout conquistando un posto tra i primi 8 talenti che accedono ai live, saranno 16 in tutto.

Era emozionatissima Edith ieri sera su Rai 2 tra i protagonisti del fortunato programma condotto da Federico Russo insieme con i coach Raffaella Carrà, Emis Killa. Dolcenera e Max Pezzali.

L’aspirante ‘the voice’ ha 18 anni e studia lingue al Cobianchi. Nel Knockout ha affrontato e battuto il compagno di squadra Luca de Gregorio, ha cantato Skinny Love di Birdy. Una esibizione tradita dall’emozione ma la fiducia di Dolcenera, che conosce bene le potenzialità della ragazza, è stata tutta per Edith.

‘Canto, scrivo e suono ciò che sento, ciò che sono. Vivo per ciò che mi fa vivere, vivo di musica’ scrive la giovane sulla sua pagina Facebook dalla quale, proprio alla vigilia del Konckout, ha ringraziato tutti coloro che la stanno sostenendo lungo questo percorso, ‘il vostro affetto è la mia forza’ ha concluso.

Oggi alle 17 a Palazzo S. Francesco a Domo la presentazione della ristampa di 'Il prezzo di una capra marcia' di Paolo Bologna

‘Il prezzo di una capra marcia’ di Paolo Bologna: la presentazione della ristampa del volume oggi alle 17 a Palazzo San Francesco a Domodossola. Una ristampa voluta dall’ANPI domese presieduta da Gianfranco Fradelizio e alla quale hanno lavorato l’editore Grossi e gli storici Pier Antonio Ragozza e Paolo Crosa Lenz. Nel corso del pomeriggio sarà ricordata la figura di Bologna e poi la presentazione – una prima assoluta – del libro che sarà anche alla Fabbrica di Carta che s’inaugura stasera. <La veste è nuova ed elegante, la ristampa era necessaria, è un libro interessante con testimonianze di quei piccoli protagonisti che a volte la storia lascia da parte> ha spiegato Fradelizio. La prima edizione de ‘Il prezzo di una capra marcia’ risale agli anni ’60 a cura di Giovannacci. A seguire le edizioni di Grossi.

Da Orta, passando per Arcademia, approda al musical 'Mamma Mia' a Londra

La notizia era nell'aria, ora è ufficiale: l'ortese Filippo Coffano nel cast del musical 'Mamma Mia!' nel ruolo di Pepper, in scena al Novello Theatre di Londra.
L'annuncio è stato dato questa mattina proprio a Londra dalla produzione di uno dei più longevi spettacoli del West End.    Filippo, 18 anni di Orta San Giulio, muove i suoi primi passi...di danza in Arcademia a Omegna. Partecipa a diversi musical prodotti da Arcademia  rivelandosi sempre di più un performer a tutto tondo; per un paio d'anni frequenta Area Dance di Milano e poi arriva la borsa di studio della Laine Theatre School di Epsom (30 minuti da Londra) che segna una vera e propria svolta.
E così il 13 giugno, il giorno del suo 19° compleanno, di fronte a lui si aprirà il sipario di 'Mamma Mia!', l'opera ispirata alle indimenticabili canzoni degli ABBA, che lo proietterà verso una grande carriera da professionista.  <Non ne siamo certi, ma crediamo che Fil sia l'unico italiano con un ruolo fra i grandi artisti del musical a livello internazionale> dicono da Arcademia e proseguono:<Davvero un bel regalo di compleanno per lui, per la sua famiglia, per i suoi amici,per la sua “vecchia” scuola e per chi ha creduto alle sue capacità>. In particolare l'insegnante di danza e amico Maurizio Frisone che commenta: <Già molti anni fa avevo letto nei suoi occhi la forza di volontà e la determinazione di voler inseguire e realizzare un sogno. Oggi quel sogno si avvera e non possono che esserne orgoglioso e felice>.Sottolinea Augusto Quaretta di Arcademia: <Siamo emozionati all'idea di poter condividere in qualche modo il sogno realizzato di Filippo; ci sono altri allievi con ottime capacità e ci auguriamo che la favola di Fil, fatta comunque di fatica, sacrifici e sudore da palcoscenico, possa spingerli a crederci fino in fondo>.
 

Fabbrica di Carta, s'inaugura giovedì alle 20,45, partito il conto alla rovescia

L’inaugurazione giovedì alle 20,45. E’ partito il conto alla rovescia per l’edizione numero 19 della Fabbrica di Carta. ‘Animali, che passione!’ il tema di quest’anno, il salone del libro degli autori ed editori a Villadossola rende omaggio al millenario sodalizio tra l’uomo e l’animale, come compagno di vita e anche di lavoro. In occasione del taglio del nastro dimostrazione di agility dog, saluto della autorità, letture con i ragazzi delle scuole.

Si prosegue fino al 1 maggio con la kermesse organizzata dall’Associazione Libriamoci con il supporto della Provincia del Vco.

In calendario presentazioni di libri e riviste, convegni sul mondo animale con un educatore e comportamentista cinofilo, con alcuni veterinari del territorio e con esperti della LAV, esposizione di editoria locale e dell’editoria nazionale dedicata agli animali d’affezione. Ci sarà la proiezione di ‘Asinar le Alpi’, il filmato del viaggio ca Courmayeur a Bormio, attraverso l’Osssola, a passo d’asino.

 Non mancheranno una serie di mostre: c’è quella promossa dalla LAV, quella fotografica de La Cinefoto, l’esposizione delle opere realizzate nell’ambito del concorso per bambini e ragazzi #amicibestiali e in mostra anche le istantanee dei quattrozampe adottabili nei nostri canili. La Fabbrica di Carta vuole essere anche una vetrina per le associazioni di volontariato impegnate per gli animali sul territorio.

Gli orari d’apertura: dalle 16 alle 23 nei giorni feriali, dalle 15 alle 23 il sabato e i festivi. L’ingresso è libero.

David di Donatello: per 'Non essere cattivo' dell'aronese Caligari 16 nomination e il premio miglior fonico

“Non essere cattivo” del regista aronese Claudio Caligari  si aggiudica il David di Donatello per il miglior fonico doppiatore in presa diretta con Angelo Bonanni; a consegnarlo l’attore Francesco Pannofino.  Sul palco del teatro di Roma anche la madre di Caligari,  Adelina Ponti, 94 anni compiuti il 12 marzo, proprio il giorno in cui il film è stato proiettato in anteprima ad Arona. Molto commosso Valerio Mastandrea produttore e co-regista di “Non essere cattivo”, pellicola candidata anche per l’Oscar 2016 a Los Angeles  come miglior film straniero e segnalata al Festival del Cinema di Venezia del 2015.  L’amico di Caligari, Mastandrea, ha vinto invece il David di Donatello per il Miglior Film con “Perfetti sconosciuti”.  Insomma non sono bastate le sedici nomination, il massimo della vigilia, per assegnare allo scomparso Claudio Caligari la prestigiosa statuetta che definisce il miglior regista e miglior film italiano. Emozionatissima la mamma del regista aronese  in completo blu mare. L’aver ricordato più volte il film del figlio, scomparso nel maggio dello scorso anno, è stato il gratificare una carriera finita anzitempo.  Questa ‘storia – denuncia’ sui mali della gioventù che vive nelle periferie della grandi città, nel caso Ostia, è già argomento di studio nelle università della Capitale e negli ultimi anni delle superiori. E’ uno strumento adatto ai tempi in cui viviamo per indicare ai giovani quale è la retta strada per ‘non essere cattivo’, proprio come il titolo del capolavoro.  Grandi protagonisti e grandi nominati della serata sono stati Ennio Morricone per le musiche, che nel caso non ha bissato il successo dell’Oscar, così come non hanno vinto Paola Cortellesi e Sabrina Ferilli che hanno dovuto accontentarsi di consegnare la statuetta ad altri. Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica, si è complimentato qualche ora prima della consegna dei premi con tutti i protagonisti delle nomination, per Caligari la stretta di mano è andata alla signora Adelina che ha ricordato l’opera del figlio.

Mercoledì 20 aprile si accendono Mille Luci per Rebecca

Torna mercoledì 20 aprile con partenza da Feriolo di Baveno Mille Luci per Rebecca, la corsa podistica non competitiva in notturna a scopo benefico. Ritrovo alle 19 a Feriolo sul lungolago di fronte al ristorante la Terrazza (è richiesta la lampada frontale, chi non l'avesse la potrà acquistare allo stand Progetto Rebecca a 5 euro). La partenza alle 20,30. Il percorso per gli adulti è di 9 km e si snoda lungo la ciclabile all'interno del Parco di Fondotoce. C'è anche un percorso di 1,5 km per bambini e famiglie. Iscrizioni: 5 euro per gli adulti e 2 euro per i bambini. Il ricavato sarà devoluto al Progetto Rebecca a favore dei bimbi del Vco e all'Ente Gestione Aree protette del Ticino e del Lago Maggiore. In palio numerosi premi e gadget per i bambini. Organizza il Progetto Rebecca in collaborazione con Asd Gravellona e Bici Club Omegna.

Storici divisi sulle origini di Domodossola

‘Domodossola e l’enigma della sua fondazione’. Convegno-dibattito nei giorni scorsi a Palazzo San Francesco sulle origini della città, moderato dal nostro direttore Maurizio De Paoli. Secondo lo storico Enrico Rizzi, Domodossola avrebbe ‘solo’ mille anni, la città avrebbe un’origine medievale e sarebbe nata come borgo mercantile. Solo ‘leggende’ dunque quelle che la descrivono come antica provincia romana ed una storia di conseguenza tutta da riscrivere.

Non è così per l’archeologa Elena Poletti Ecclesia secondo la quale, in sostanza, se non ci sono prove certe dell’esistenza di una provincia romana, non ci sono prove certe neppure del contrario; per altro Poletti ha evidenziato l’esistenza di alcuni ritrovamenti archeologici ricondicibili ad una presenza, di quale entità è ancora una questione aperta.

Lo spunto per questa tavola rotonda un dossier realizzato dal periodico Le Rive e pubblicato nell’ultimo numero.

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede