Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Dom21012018

Back Sei qui: Home Cultura Notizie di Manifestazioni

Fondazione Comunitaria Vco: la cena di Natale per il progetto ''la cura è di casa''

Comunicato Stampa - Venerdì 25 novembre, all’Hotel Des Iles Borromées di Stresa, avrà luogo la Cena di Natale della Fondazione Comunitaria del VCO, un appuntamento ormai tradizionale, occasione per ringraziare tutti coloro che aiutano le attività della Fondazione e per raccogliere fondi destinati ai progetti sostenuti dalla Fondazione. Grazie alla generosa collaborazione della proprietà del Des Iles Borromées e degli sponsor (Global Pesca e Zoppis), l’intero ricavato della cena sarà destinato al “Fondo VCO Social” di recente costituito presso la Fondazione Comunitaria del VCO per sostenere il progetto di Welfare in Azione intitolato “La cura è di casa” il cui scopo è quello di garantire una efficace assistenza domiciliare a 700 anziani del Vco. Il progetto prevede, nell’arco di un triennio, un investimento complessivo di 1 milione e 800 mila euro, metà dei quali garantiti dalla Fondazione Cariplo mentre la restante quota dovrà essere resa disponibile attraverso l’impegno dell’Asl, del volontariato e le donazioni raccolte sul territorio. Il progetto sarà presentato nel corso della Cena del 25 novembre alla quale sono invitati tutti coloro che, tramite la quota di adesione (100 euro), vorranno contribuire a sostenere un progetto di così significativa portata sociale. Le prenotazioni per la cena possono essere fatte telefonando al nr 0323/557658 oppure tramite mail a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Omegna: “Ex Fabrica”. Mostra fotografica di Giorgio Scalenghe

Comunicato Stampa - Venerdì 25 novembre, alle ore 18,30, presso il Circolo operaio “Franco Ferraris” di Omegna (via Manzoni, 63) si inaugurerà “Ex Fabrica”, mostra fotografica di Giorgio Scalenghe. La presentazione sarà curata da Filippo Colombara, direttore della rivista di storia sociale “Il de Martino”. Seguirà Apericena (è gradita la prenotazione: tel. 0323 62887). La mostra potrà essere visitata fino all’11 dicembre, negli orari di apertura del Circolo.

Le immagini esposte fissano nell’obiettivo dell’autore gli ambienti, le macchine, gli oggetti di un’azienda metalmeccanica nel periodo della sua dismissione. Fotografie realizzate recentemente, ma che rimandano al mondo operaio del Novecento.

Il lavoro industriale, sorto nel corso dell’Ottocento e sviluppatosi nella prima parte del secolo successivo è da tempo in profonda trasformazione. Scomparsi i grandi stabilimenti, anche le aziende minori hanno subito forti ridimensionamenti e spesso sono scomparse. E’ venuta meno la centralità sociale e politica del mondo operaio e l’ambiente urbano è in continua mutazione.

Una buona parte dei capannoni industriali sono stati riconvertiti o abbattuti. Il paesaggio novecentesco non esiste più, ma di quelle fabbriche, che sono state il segno dell’identità di intere generazioni di lavoratori, vale la pena conservare il ricordo e trasformarlo in memoria del nostro passato.

Le immagini, che propongono locali, macchinari, attrezzi e oggetti di una piccola fabbrica novecentesca ormai dismessa, rammentano la vita trascorsa, ce la rappresentano e forse ci aiutano a salvare dall’oblio la tradizione del lavoro operaio.

La Scuola di Stresa ad Abbiategusto 2016

Comunicato Stampa - Ci sarà anche l’Istituto Alberghiero di Stresa ad Abbiategusto 2016 (http://www.abbiategusto.it/it/homepage/)  e ci sarà proponendo un menù ispirato alla cucina della sponda piemontese del Lago Maggiore e dell’Ossola ne L’OSTERIA DEL GROTTO, posta nei sotterranei del castello Visconteo, nelle giornate del 18-19-20-25-26-27 novembre pv.

I sotterranei del Castello Visconteo sono il luogo dove si svolgono degustazioni, incontri con cuochi e produttori delle valli tra la Svizzera e il Piemonte presentati dal Parco del Ticino.

  1. crotto (chiamato anche grotto nella Svizzera Italiana o crott in lingua lombarda) è una cavità naturale tipica delle regioni montuose delle Alpi, in particolare delle zone del lago di Como, della Valchiavenna e del Canton Ticino. All’interno dei crotti, tra gli spiragli dei massi, spira costantemente una corrente d’aria fredda, chiamata localmente Sorèl, che si mantiene alla temperatura costante di circa 8 gradi Celsius in estate e inverno. In virtù di queste caratteristiche naturali, i crotti sono stati e sono ancora comunemente usati per conservare cibi, bresaola e formaggi in particolar modo, e vini. In molti casi ospitano taverne che offrono prodotti tipici locali.

L’offerta gastronomica è incentrata sulla produzione agroalimentare di qualità e su antiche ricette della tradizione ticinese proposte con semplicità e rigore. Ad arricchire la bellezza dei sotterranei una mostra di Gabriele Cantadore, artista che ha saputo celebrare le valli e le montagne del Ticino.

Lo Chef Alessandro Manzetti, docente presso l’Istituto Erminio Maggia di Stresa, coadiuvato da un’èquipe di studenti di cucina e di sala proporrà un menù assai articolato.

Apertura
Tagliere di salumi e formaggi della Val d’Ossola e pane di Coimo
Prosciutto vigezzino, lardo, mortadella di fegato e formaggi

Runditt o Stinchett

Primi
Tortelloni ossolani al burro e salvia
I tortelloni sono preparati con farina di segale nella pasta e ripieni di ricotta e mascarpone

Zuppa alla macugnaghese
Minestra di patate, ortaggi invernali con aggiunta di prosciutto affumicato o speck.

Secondi
Tapulone con purea di patate di montagna
Piatto della zona del Cusio a base di carne di asino tritata e stufata con aggiunta di verze

Guancia di maiale brasata al “Prünent” con rape gratinate
Guancia di maiale cotta con il Prünent, vino ricavato da un vitigno autoctono ossolano

Dolci
Torta di pane “vigezzina” con crema al gianduia
Torta di pane, dolce tipico con le sue numerose varianti della zona alpina

“Fiocca”
Crema inglese arricchita con una dose rinforzata di panna montata, dolce tipico delle valli ossolane servita con uno strato di biscotto e una salsa al vin brulé.

Natale "lilla" a Intra tra il 2 e l'11 dicembre con Intrainsieme

Natale "lilla" a Intra tra il 2 e l'11 dicembre con l'associazione Intrainsieme. Il centro sarà animato dalle casette della Lavanda di Venzone, in piazza Ranzoni e piazza San Vittore, mentre le vie San Fabiano e via San Vittore saranno decorate a tema. "Speriamo di stupire con un Natale diverso dal solito - ha detto il vice presidente di Intrainsieme Maurizio Buccio - e invitiamo i commercianti ad addobbare le vetrine a tema. Inoltre nei due sabati della manifestazione i ristoranti prepareranno menu 'lilla'". "Ringraziamo l'amministrazione comunale - ha detto la consigliera di Intrainsieme Francesca Gallina - perché senza il contributo che ci è stato concesso non sarebbe stato possibile organizzare questa iniziativa". Concordi il vice sindaco Marinella Franzetti e l'assessore al Commercio Giovanni Alba: "Intrainsieme raggruppa i tre quarti dei commercianti di Intra, sappiamo che non è facile riunire le persone. La collaborazione è già iniziata con Intra by night e dopo i mercatini (cui va un contributo di 10 mila euro) proseguirà con altre iniziative". Nell'occasione l'associazione Cuori di donna che gestirà l'area bimbi durante i mercatini (tra le attrattive anche la possibilità di visitare la casetta di Babbo Natale e scattare una foto con lui) , sono stati consegnati gli 8 mila euro raccolti da Cuori di Donna per il piccolo Fabio, che si potrà sottoporre così a cure specializzate in Germania.

Ornavasso, dove Babbo Natale è di casa

Oramai lo sapete: Babbo Natale a Ornavasso è di casa. E con un buon anticipo sul periodo di super-lavoro che lo aspetta, ogni anno apre la sua grotta a grandi e piccini, per incontrarli, scattare foto, raccogliere letterine e desideri. Aperta oggi e fino al 28 dicembre la Grotta di Babbo Natale nel paese della bassa Ossola e le prenotazioni stanno andando a gonfie vele: attesi pullman da tutta Italia e da Svizzera e Francia.

A novembre apertura solo nei fine settimana, a dicembre nei weekend e nelle date prossime alle festività.

Sono tante le novità che si affiancano all’esperienza in grotta, a partire dal musical a tema, tre gli show giornalieri: alle 10,45, alle 14 e alle 16,45.

Ancora spettacoli e performance nei momenti di apertura e chiusura delle giornate di grotta, in piazza 24 maggio alle 9,45 e alle 18,30.

Sempre piazza 24 maggio ospita la ‘Bottega dei produttori e dei creativi’ con specialità enogastronomiche tipiche e decorazioni artigianali; un vero e proprio mercatino per i piccoli è invece ‘Il paese di Balocchi’ dove i bambini potranno anche vivere fantastiche esperienze, dalla magia di Harry Potter al lettone di Babbo Natale.

Attorno alla grotta il parco dei Twergi con i simpatici gnomi e gli animali: quest’anno accanto alle renne i cammelli e un asino particolare, quello della pubblicità della Fiat con Chiambretti: sì, è proprio lui, il ciuchino superstar!

Alla Madonna della Guardia allestito il grande ‘Presepe riflesso’ e per spostarsi a disposizione il Renna Express.

La biglietteria è on line oppure all’inizio del percorso in piazza 24 maggio. Ancora qualche ticket internet disponibile per la grotta per avere la certezza di entrare, una minima disponibilità c’è anche il biglietteria. Segnaliamo che novità di quest’anno è pure la sfilata di Babbo Natale (alle 12 e alle 16) che si può incontrare quindi anche fuori dalla grotta.

Si può scegliere tra il biglietto ‘full’ con accesso a tutte le aree: grotta, parco, presepe, sfilata e musical, oppure quello che comprende tutto il resto ma esclude la grotta, biglietto sempre disponibile– può essere una soluzione nel caso in cui gli ingressi in cava siano esauriti. Vi sono anche aree e show liberi, per i quali non è richiesto nessun biglietto ma che comunque permettono di vivere e respirare l’atmosfera natalizia ornavassese: sono i mercatini (quello per i grandi e quello per i piccoli), gli show di apertura/chiusura di giornata, i punti di ristoro.

Arona: stagione musicale 2016/2017

Comunicato Stampa - Prende il via la rassegna musicale aronese, promossa dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Arona. Quest’anno l’iniziativa prevede tre appuntamenti: due rappresentazioni di opere liriche e un tango.

La prima esibizione, curata da C&C Opera Concert, si terrà sabato 26 novembrealle ore 21.00 presso il Palazzo dei Congressi Marina e Marcello Salina con la rappresentazione di Madama Butterfly.

Sul palco saranno presenti le voci di C&C Opera Concert, guidate dalla regia di Riccardo Tonelli: Sara Cervasio interpreterà la protagonista femminile Madama Butterfly, Silvia Mazzoni sarà Suzuki, Kate Pinkerton sarà interpretata da Elena Bertocchi e suo marito F. B. Pinkerton da Giorgio Casciarri; Carlo Morini sarà Sharpless mentre gli altri personaggi saranno interpretati da Stefano Consolini, Giuseppe Zema e Alessandro Calamai.

Le musiche saranno eseguite dall’Orchestra da Camera “Mo-Mus”, diretta dal Maestro Stefano Seghedoni; sarà inoltre presente il Coro Lirico della Lombardia.

Madama Butterfly è un’opera in tre atti di Giacomo Puccini, originariamente denominata “tragedia giapponese”. Puccini decise di dedicarsi a questo dramma dopo aver assistito ad una rappresentazione dell’omonima opera di David Belasco, a sua volta tratta da un racconto dell’americano John Luther Long. Rimase infatti colpito dall’ambientazione esotica e dalla carica emotiva della tragedia, che racconta le vicende sentimentali della geisha Cio-Cio-San, tanto che per portare a termine il suo lavoro studiò minuziosamente gli usi e i costumi del Giappone.

La rassegna proseguirà sabato 28 gennaio 2017 con Il Trovatore di Giuseppe Verdi, curato sempre da C&C Opera Concert, e terminerà sabato 25 febbraio 2017 con Il Tango della Passione, spettacolo curato dall’Associazione Alexandria Classica che vedrà l’esibizione del fisarmonicista Gianni Coscia accompagnato dall’Orchestra Classica di Alessandria e la partecipazione di due ballerini di tango

Così, l’Assessore alla Cultura Chiara Autunno commenta l’iniziativa: “Dopo il successo delle due stagioni precedenti, vogliamo proporre anche quest’anno due grandi opere affidandoci alla professionalità di una grande compagnia. L’elemento che lega le prime due proposte e la novità introdotta dal tango è certamente la passione vista e vissuta in modo diverso, ma comunque coinvolgente”. Il costo del biglietto intero è di € 18,00, mentre il ridotto è di € 15,00. È possibile acquistare l’abbonamento per i tre spettacoli al costo intero di € 45,00 o ridotto di € 36,00. Le riduzioni sono previste per gli over 65, i bambini fino a 12 anni non compiuti e gli iscritti alla Biblioteca Civica di Arona. I biglietti e gli abbonamenti sono in vendita presso l’Ufficio Turistico in Largo Vidale (tel. 0322 243601).

Domo: ''Vertical Hold'' al Sacro Monte Calvario

La Cappella Musicale del Sacro Monte Calvario e l’Istituto della Carità, nell’ambito della stagione concertistica 2016, propongono il concerto jazz Vertical Hold che si terrà sabato 19 novembre, alle ore 21.00, nella Sala Bozzetti al Sacro Monte Calvario di Domodossola e che vedrà impegnati, con un programma di musiche originali. Protagonisti, Greg Osby – saxofono; Fabrizio Spadea – chitarra; Michele Franzini – pianoforte; Roberto Mattei – basso; Roberto Paglieri – batteria

Il concerto è reso possibile grazie alla sensibilità dell’Assessorato alla Cultura della Città di Domodossola, della Riserva Naturale Speciale del Sacro Monte Calvario, dell’Istituto della Carità – PP. Rosminiani, con il sostegno prezioso della Fondazione CRT.

Villa: ''la fabbrica degli incontri''

Comunicato Stampa - Continuano con successo le serate della rassegna “La fabbrica degli incontri” presso il Centro Culturale La Fabbrica di Villadossola. Gli eventi che presentano incontri con libri, autori, personaggi ed eventi ossolani hanno sinora ottenuto un significativo successo di pubblico sia in termini di presenze che di gradimento. Il prossimo appuntamento è in programma Venerdì 18 novembre alle ore 21.00 presso la sala ex Biblioteca. Ospite dell’evento il notissimo scrittore vigezzino Benito Mazzi che presenterà il suo nuovo volume “Il Toro nell’anima” dedicato alla storia della squadra granata vista anche dal punto di vista della provincia con i suoi curiosi personaggi e aneddoti. Il volume ha in apertura una prestigiosa introduzione di Eraldo Pecci e una pagina dell’Onorevole Enrico Borghi. Una occasione per conoscere elementi storici e anedottici della storia di una squadra di calcio che ha fatto e fa parte della storia del calcio italiano. La serata sarà presentata dal giornalista sportivo Marcello Perugini.

Partito nel VCO Telethon 2016

Con la cena di sabato scorso al via sul territorio provinciale “Telethon 2016 “. La maratona della solidarietà che si prefigge di raccogliere fondi da investire poi in ricerca ma anche per assistere persone con gravi disabilità. Lo conferma il presidente provinciale UILDM Andrea Vigna. Lo scorso anno raccolti 40 mila euro, obiettivo di quest’anno raggiungere e superare quel traguardo ma anche sensibilizzare la comunità con iniziative sui territori di VCO e Novara. La UILDM provinciale conta attualmente 170 iscritti, una trentina di questi sono persone con disabilità ma non solo affette da distrofia muscolare o malattie genetiche.

'Un salto nel passato' a Baveno gioca d'anticipo e incassa un grande successo di pubblico

20-25 mila persone domenica scorsa a Baveno per la 13° edizione di ‘Un salto nel passato’. Una scelta vincente quella di anticipare l’appuntamento rispetto al periodo natalizio, quando tante sono le iniziative ‘in concorrenza’ sul territorio: le presenze sono state decisamente maggiori rispetto all’ultima edizione, quella del 2014.

<Siamo molto contenti, anche se l’elevata affluenza ci ha colto impreparati su alcune cose, abbiamo dovuto anticipare un po’ la chiusura delle banche perché non avevamo più nulla in dispensa> dice il presidente di ‘Un salto nel passato’ Guido Monferrini, sodalizio che promuove l’iniziativa insieme a quasi tutte le associazioni cittadine.

Una cinquantina i mestieri e le situazioni rappresentate per un vero e proprio tuffo nel tempo che fu, 500 le persone impegnate: 450 figuranti e una cinquantina di volontari che hanno lavorato dietro le quinte.

Tra le novità di quest’anno il taglio del nastro con Pierina, una signora riservata ma che nei panni della lavandaia, con i suoi canti e i suoi racconti, è diventata sin dalla prima edizione il simbolo della manifestazione, tanto da essere raffigurata sulla moneta coniata per l’occasione. Con lei sui ‘Frànc’ bavenesi – la moneta di ‘Un salto nel passato’ -  anche lo storico oste Giancarlino e il ‘trumbè’ Ferruccio, l’idraulico.

Un successo poi le visite guidate nel centro storico con l’archeologa Elena Poletti che hanno visto sempre gruppi di 40/50 persone.

Il ricavato dell’iniziativa sarà come sempre devoluto al recupero del patrimonio architettonico/artistico bavenese; anche attraverso il progetto con la verbanese Banda Biscotti che ha confezionato dolcetti con il logo di  Un Salto nel Passato, il primo obiettivo è la sistemazione della cappelletta votiva davanti a Casa Morandi, serviranno circa 10 mila euro.

<E’ stato un piacere avere così tanta gente, il cambiamento di data è stata una sfida. Grazie a tutti coloro che ci hanno aiutato – ha concluso Monferrini – in un clima di collaborazione e serenità>.

Un salto nel passato torna nel 2018, per il 2017 si sta pensando ad un’iniziativa benefica di sostegno al sociale, in tema culinario. 

Vb, BiblioCommunity: riprendono i nuovi appuntamenti per il tempo libero

Comunicato Stampa - Dai primi giorni di novembre, nelle biblioteche del Verbano Cusio Ossola, ritornano i corsi e i gruppi alla pari, una proposta per vivere la cultura e il tempo libero in modo diverso.

Le biblioteche non ospiteranno solo i corsi a pagamento tenuti da validissimi esperti ma, sempre più, anche tanti laboratori e gruppi alla pari, che sollecitano la creatività, le competenze e le passioni dei singoli partecipanti, così come il desiderio e la capacità, a volte sorprendente, di condividerle e metterle a disposizione degli altri.
“Dopo la fortunata rassegna estiva di Allegro con Brio – afferma l'assessore alla cultura della città di Verbania Monica Abbiati - la biblioteca si conferma con le attività invernali come luogo vivo e partecipato in cui " fare comunità ", accogliendo le realtà del territorio e inventando nuove opportunità per un nuovo pubblico che col progetto coccole viene coinvolto già dai primi mesi di vita”

Numerose sono le proposte nelle biblioteche di Verbania, Stresa e Gravellona Toce. In partenza a Verbania, dopo il successo delle precedenti edizioni, i corsi di conversazione in lingua inglese e spagnola, tenuti dai bravissimi docenti madrelingua Wendy Huning e Luis Rivero, entrambi con inizio a metà novembre. E poi i tanti gruppi alla pari: il gruppo di lettura letterario e quello filosofico; il cineforum di filosofia - in collaborazione, questi ultimi, con la Società Filosofica Italiana Sezione del VCO; il sempre animatissimo Biblio Knit; il ritrovo degli amanti degli scacchi grazie all’impegno della Associazione Sportiva Dilettantistica Scacchi Club Verbania; per i piccoli, infine, “Coccole e filastrocche”, un appuntamento ogni primo venerdì del mese, alle 10 del mattino, in cui bebè da 0 a 9 mesi e genitori hanno la possibilità di socializzare e condividere le proprie esperienze.

Altrettanto varie e interessanti sono poi le proposte delle Biblioteche di Stresa e Gravellona Toce. Per conoscere i dettagli, il calendario e tenersi aggiornati sulle novità, si invita a visitare il sito del sistema bibliotecario: www.bibliotecheVCO.it, o a contattare direttamente una delle biblioteche che saranno sedi degli incontri o dei corsi.

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede