Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Ven13122019

Back Sei qui: Home Cultura Notizie di Manifestazioni

Domo: concerto al Calvario per la patronale del Ss. Crocifisso

Si concluderà con il tradizionale concerto la festa patronale del Santuario del SS. Crocifisso al S. Monte Calvario di Domodossola, che si terrà Domenica 18 settembre con inizio alle ore 21.00. Nella Sala Bozzetti, nell’ambito della stagione concertistica 2016 della Cappella Musicale del S. Monte Calvario, si esibirà, in un programma jazzistico il pianista Francesco Giacomin. L’attività concertistica della Cappella Musicale del Sacro Monte Calvario è sostenuta dall’Istituto della Carità – PP. Rosminiani, dalla Riserva Naturale Speciale Regionale del S. Monte Calvario, dall’Assessorato alla Cultura della Città di Domodossola, dalla Parrocchia di Calice, con la Fondazione CRT.

Oggi ultimo giorno di Festa dell'Uva a Masera. Ieri la sfilata di carri e gruppi

Ultimo giorno di Festa dell’Uva a Masera, e l’edizione 2016 si chiude ancora una volta con un bilancio decisamente positivo. <Ha piovuto un po’ ma non nei momenti clou, la gente ha partecipato, siamo contenti> dice dal Comitato organizzatore Mauro Comazzi. Numeroso il pubblico ieri anche per la tradizionale sfilata della domenica pomeriggio di carri e gruppi: tre i carri preparati dai volontari e, novità di quest’anno, non c’è stata la sfida tra le frazioni; i maseresi hanno lavorato tutti insieme per realizzare i tre allestimenti: una grande torta di compleanno per i 91 anni di Festa dell’Uva; un carro dedicato alla sonda Rosetta visto che proprio un maserese, l’ingegnere Andrea Accomazzo, è stato tra i protagonisti dell’importante missione. E ancora l’ultimo allestimento ha raccontato il rito tutto settembrino della vendemmia. In sfilata anche la Fanfara dei Bersaglieri Valdossola, i gruppi folkloristici ‘Manghin e Manghina’ di Galliate e ‘I Bacan’ di Masera, gli Sbandieratori Gioco dell’Oca di Mortara.

La sfilata è giunta al campo sportivo dove dopo il saluto ‘dul Martin e dla Maria’ i gruppi folkloristici si sono esibiti per il pubblico.

Dicevamo, un successo per questa edizione 2016 che ha visto impegnati circa 300 volontari tra cucina, servizio e allestimenti delle strutture. La manifestazione devolverà buona parte dei proventi alle popolazioni del Centro Italia colpite da terremoto in nome di quella solidarietà quest’anno anima della festa.

La sagra si chiude stasera: dalle 16 apertura della Fiera Ossolana, di bar e posto di ristoro e giochi popolari per bambini. Dalle 19 tagliata preparata e servita all’istante e apertura del self service con specialità tipiche e grigliata, pizza, fritti. Alle 21.30 la sfida tra le frazioni con il palio degli asini e la veglia danzante con l’orchestra I Gemelli. Dalle 22 disco dance anni ’90 e alle 23 l’estrazione dei premi del banco di beneficenza. 

 

Con uno spettacolo dedicato a Rodari, venerdì approda a Crodo il Festival "Terra e Laghi "

Venerdì 16 settembre alle 17 nel salone del Parco delle Terme di Crodo andrà in scena lo spettacolo “Rodaridiamo – Quando la grammatica è un gioco”. Adatto per bambini e le famiglie, lo spettacolo con pupazzi animati fa parte della rassegna “Terra e Laghi – Festival Internazionale di Teatro” ed è messo in scena dalla compagnia “Artisti associati Gorizia” con Enrico Cavallero, Chiara Cardinali e Serena Finatti. L’ingresso è gratuito e l’evento è stato realizzato con il contributo dell’Unione Montana Alta Ossola.

''Scopriamo Girolago adulti'', tra i sentieri del Lago d'Orta

Comunicato Stampa - L'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone organizza la prima Scopriamo Girolago adulti autunnale domenica 18 settembre, proponendo agli appassionati delle camminate un percorso per escursionisti esperti di circa 19 chilometri che si snoda tra i sentieri più belli del lago con un percorso ad anello che parte e ritorna a Omegna. E' necessario confermare la propria adesione entro giovedì 15 settembre.

08 settembre 2016 - L'autunno porta desiderio di passeggiate a contatto con la natura, clima tiepido, profumo di castagne e voglia di scoprire i segreti e le bellezze del territorio. L'Ecomuseo del Lago d'Orta e Mottarone domenica 18 settembre propone al pubblico di appassionati di camminate la versione autunnale della tradizionale Scopriamo Girolago adulti, un itinerario escursionistico per i più esperti dedicato alla scoperta della natura e della storia locale che si snoda per 19 chilometri.

Il ritrovo è davanti al Forum di Omegna alle ore 9,00 con partenza prevista alle 9,30. La passeggiata permetterà di raggiungere le località di Alpe del Barba, dopo un tragitto di circa un'ora, da cui si gode una notevole vista sul lago d'Orta e sulla città di Omegna. Si prosegue poi nel bosco fino a raggiungere la località Tre Alberi a più di 800 metri di altitudine e successivamente la località di Agrano (frazione di Omegna) nella mattinata dove sarà possibile visitare la chiesa locale famosa per la "morta di Agrano" una mummia conservata naturalmente in perfette condizioni. In seguito alla pausa con pranzo al sacco che ogni partecipante è tenuto a portare per sé, si proseguirà per le località di Pratolungo, un antico borgo dalle strette viuzze e dalle case caratteristiche, dove si respira un'atmosfera d'altri tempi. Qui si visiterà la chiesa della Madonna della neve, per poi proseguire a Crabbia e Borca; qui invece si sosterà a visitare la chiesa di San Gottardo. Grazie alla collaborazione con associazioni locali la passeggiata sarà caratterizzata da incontri con le comunità e le amministrazioni che permetteranno di rendere questi momenti di visita molto interessanti.

L'iniziativa Scopriamo Girolago adulti è proposta grazie alla stretta collaborazione dell'Ecomuseo con i Comuni di Omegna, Pettenasco e con il Comitato di Agrano.

Scopriamo Girolago adulti ha un costo di euro 10,00 (8 euro per chi possiede la tessera associativa Amici dell'Ecomuseo); l'evento è gratuito per bambini e ragazzi. In caso di maltempo la manifestazione viene posticipata a domenica 25 settembre.

È necessario confermare la propria adesione entro giovedì 15 settembre all'Ecomuseo scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.">Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamando lo 032389622. Per ulteriori informazioni consultare il sito www.lagodorta.net

Teatro sull'acqua: ''Arona che vola – i deliri di San Carlo''

Un palcoscenico naturale, quello del lago della sua città natale. Il porto che delimita lo spazio in cui si muovono le barche, è quello in cui Carlo Borromeo, allora non ancora santo, tornava da Cannobio in barca. Era ammalato. Quattro secoli fa il nobile prelato mai avrebbe immaginato che sarebbe stato celebrato in questo contesto, con questa coreografia, con la storia raccolta dallo storico Angelo Poletti da Mercurago, riscritta in chiave teatrale da Dacia Maraini. L’interpretazione di un cast di attori, professioni, e non, di una ventina di comparse, qualcuna anche del luogo, è diretta dalla regista romana Sista Bramini alla guida della compagnia “O-Thiasos TeatroNatura”. Nel ruolo di San Carlo, anche voce narrante, si è calato Franco Acquaviva del Teatro delle Selve. Racconta la Maraini:<Ho avuto modo di studiare la storia del Santo Borromeo e di conseguenza quella di Arona. Mi ha appassionato, così come mi ha gratificato il pubblico di Arona che si è stretto numeroso e caloroso attorno alle nostre iniziative> . I mezzi di locomozioni non si discostano molto dalla realtà. C’è il burchiello, la barca che usavano sino a qualche tempo fa i pescatori con le centine, poi altre imbarcazioni. Anche una stupenda lancia in legno con i ribattini rigorosamente in rame. Il fondale è il blu cupo del lago. Lo sfondo oltre un chilometro è quello della sponda lombarda di Angera. Il castello del nobile Casato si scorge appena nel cielo dai colori scuri e pastello del tramonto appena calato. A riva le luci soffuse. Le voci, la banda, la musica creano un insieme che fonde storia, immaginazione e stupore. Quest’anno “Teatro sull’acqua” ha voluto interpretare un grande personaggio di Arona: il grande riformatore della Chiesa.

Una trovata azzeccata che ha raccolto sin da subito il consenso degli spettatori seduti sulle sedie posizionate sullo scivolo che Carlo Borromeo ha percorso qualche giorno prima della sua morte avvenuta poi a Milano. Luca Petruzzelli, presidente del “Festival delle due Rocche” , l’anima e il motore di questo evento, giunto alla sesta edizione, entusiasta dice:<La stanchezza fisica è ripagata dalla soddisfazione di raccogliere i lunghi applausi del pubblico. Per tutti gli eventi sono contornato da 150 volontari selezionati tra le scuole e i giovani della città. Rappresentano il valore aggiunto di questa iniziativa>

Suna: ''Il Vermouth sul lago''

Tanta gente nei giorni scorsi a Suna per ‘Il Vermouth sul lago’, un pomeriggio e una serata dedicati alla riscoperta di un vino, tutto piemontese perché nato a Torino, ancora poco conosciuto in Italia. L’iniziativa era dell’Associazione Italiana Sommeliers – Delegazione del Vco e di AIBES, l’Associazione Italiana Barman e Sostenitori.

Tredici le aziende produttrici che hanno risposto alla proposta, con tre, quattro differenti Vermouth ciascuna. Accanto alle degustazioni incontri, musica, piatti studiati per l’occasione da alcuni ristoratori locali. E poi un concorso di cocktail a base di Vermouth che ha raccolto consensi tra i partecipanti e nel pubblico.

Da oggi a domenica Piazza San Vittore si trasforma in un ristorante all'aperto con lo Street Food Village

Piazza San Vittore a Intra per tre giorni sarà un grande ristorante all’aperto.

Da oggi e sino a domenica la piazza verbanese si animerà con lo Street food village.Il via oggi alle 17 . Gli altri giorni gli stand saranno aperti a partire dalle 11 e sino alle 24.

Di scena la tradizione italiana con la Sicilia ( Pane e Panelle, Pane ca’ meusa, Arancine, Cannoli e Cassatine)

Marche ( Il fritto di pesce fresco nel cono di San Benedetto del Tronto (Ap), olive e fritto misto ascolano )

Abruzzo ( arrosticini e hamburger di pecora )

Puglia ( bombetta e zampina di Alberobello (Ba), puccia con polpo, pasticciotti salentini, focaccia barese, panzerotti )

Toscana ( Hamburger di Chianina Igp, Lampredotto e trippa )

Campania ( Fritto misto napoletano, Patata tornado e dolci partenopei, Hamburger di Bufalo )

Umbria ( focacce con salumi e formaggi umbri )

Lombardia - Lumache “on the road”

Paesi stranieri:

Grecia - Pita Gyros, souvlaki, insalata greca con feta e salsa tzatziki       Romania/Ungheria - Kurtos Kalacs  Messico - Tapas, Burritos, Tacos          Spagna - Paella e Sangria, Empanadas         Argentina - grigliata eAsado di Angus

Ultimo fine settimana di Festa del Boden a Ornavasso. Stasera cabaret con Dado

Ultimo fine settimana di Festa del Boden a Ornavasso. Un appuntamento che come sempre si conferma di grande richiamo sul finire dell’estate, per gli spettacoli e gli intrattenimenti proposti ma anche per la cucina. Sotto il grande tendone  i tavoli a disposizione degli ospiti. Tra un bicchiere di vino, una birra e le tante specialità per stuzzicare il palato, chiacchiere e risate. Tra i fornelli ferve il lavoro, tra pentole, padelle e l’immancabile griglia. <Novità 2016 gli hamburger e piatti per celiaci> riferiscono gli organizzatori del Comitato Feste Madonna del Boden presieduti da Vanda Cocco.

Prima o dopo la cena, c’è che strizza l’occhio alla dea bendata con i biglietti del banco di beneficenza.

Uno sguardo al programma del fine settimana: stasera alle 21,45 il cabaret con ‘Dado’; domani, sabato, alle 16 la cicloturistica lungo le vie del paese per bambini e famiglie. La sera dalle 20,45 esibizione di ‘Progetto Danza’ e dell’orchesta spettacolo ‘Marco’. Domenica pomeriggio ‘Famiglie in piazza’ con giochi, artisti di strada e magia, alle 21 ritmi latino-americani con l’orchestra-spettacolo Belen Lopez e finale con estrazione dei premi del banco di beneficenza.

La Festa del Boden naturalmente affianca il programma di iniziative ‘profane’ a quelle religiose. Domenica Festa solenne nel nome di Maria con alle 10,30 la messa solenne con la corale di San Nicola; in funzione un servizio navetta per il trasporto al Santuario.  Lunedì Festa liturgica nel nome di Maria e Giornata del malato e della terza età. Alle 15 al Santuario la messa per gli anziani e per gli ammalati.

A Masera al via la festa dell'Uva

La rappresentazione teatrale dialettale di mercoledì sera a Masera ha segnato l’avvio della Festa dell’Uva. Manifestazione che, nonostante i suoi 91 anni, continua a riscuotere grande successo. Una festa nata nel lontano 1925 per salutare la fine dei lavori di campagna prima dell’arrivo dell’inverno. Organizzata dunque in concomitanza con la vendemmia; da qui il nome di festa dell’uva.

La sagra propone un ricco calendario di eventi : gastronomia affiancata a spettacoli musicali, mostre ma anche spettacolo pirotecnico e domenica pomeriggio l’imperdibile sfilata dei carri allegorici. Protagonisti anche i rioni con il palio.

Masera già da qualche giorno indossa i panni migliori e da questo pomeriggio sino a lunedì sera è pronta ad accogliere quanti arriveranno in paese. Le vie addobbate a festa da giorni annunciano l’evento. Una festa alla cui riuscita lavora un intero paese. Grandi e piccini impegnati dalla cucina ai tavoli per garantire il successo della manifestazione. Così è stato anche ieri sera . Il paese si è radunato in piazza della chiesa per l’immancabile rappresentazione teatrale affidata alla bravura di provetti attori. Ragazzini che, sotto sguardi compiaciuti di genitori e nonni si sono cimentati in una piéce d’altri tempi. Al termine applausi scroscianti. Il bue issato sul campanile come il grappolo d’uva appeso sulla cima del campanile dell’oratorio di San Abbondio sono i segni evidenti della festa che impera a Masera. Per gli appassionati di cucina ricordiamo l’appuntamento con la pasta e bajan di questa sera mentre domani sarà protagonista la polenta a cui si affianca l’immancabile griglia. Ogni anno il ricavato della manifestazione viene successivamente distribuito a pioggia alle associazioni del Paese, quest’anno parte verrà devoluto alla popolazioni terremotate del centro Italia.

LeGGittima Difesa: al via il corso di scrittura creativa

Comunicato Stampa - Con la fine dell'estate, anche le principali attività annuali dell'Associazione Culturale "LeGGittima Difesa", torneranno attive. Tra queste, di indubbio interesse è ormai il Corso di Scrittura Creativa che la nostra Associazione, in sinergia con la Libreria "Evolvo Libri" e con la docenza dello scrittore e presidente dell'Associazione, Mirko Zullo, propone in diverse forme da oramai cinque anni. Anche per questa nuova stagione, il corso - migliorato, aggiornato e del tutto arricchito rispetto alle sessioni precedenti - partirà da ottobre 2016, sempre presso la sede dell'Associazione Culturale "LeGGittima Difesa", in Piazza Vittorio Veneto 1 a Gravellona Toce.

Per ogni info e dettaglio sul Corso di Scrittura Creativa, siete invitati alla serata di Openday, dove sarà presente anche Mirko Zullo, sabato 10 settembre alle ore 18.30 presso la Libreria "Evolvo Libri" a Gravellona Toce.

Che successo ieri sera Domo per 'Tastem Insema'!

Gremito il borgo della cultura domese per la terza edizione di ‘Tastem Insema’, percorso enogastronomico con finalità benefiche, quest’anno anche più lungo rispetto al passato. Vini, birre, salumi, formaggi, piatti ricercati o ricette genuine, dolci: ce n’era davvero per tutti i gusti tra le proposte dei circa 120 produttori, aziende agricole, caseifici, ristoranti. Ed il pubblico ha apprezzato. Raggiunto l’obiettivo dello scorso anno – l’acquisto della macchina per il trattamento del dolore che presto sarà consegnata all’ospedale San Biagio- , quest’anno ‘Tastem Insema’ aiuta le popolazione terremotate del Centro Italia. Ieri sera preparata da un gruppo di cuochi l’amatriciana in omaggio e sostegno ad Amatrice, all’interno di una maxi-padella. 

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede