Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Dom25082019

Back Sei qui: Home Altre news Notizie di

Il Consiglio regionale per la Festa della Repubblica

Una festa della Repubblica all’insegna del jazz, quella che si terrà nel cuore di Torino martedì 2 giugno. Il calendario delle iniziative è stato presentato a Palazzo Lascaris, alla presenza del vicepresidente del Consiglio regionale e delegato al Comitato Resistenza e Costituzione, Nino Boeti, dell'assessore alla Cultura del Comune di Torino, Maurizio Braccialarghe e del direttore artistico di Jazz Festival, Stefano Zenni.

“Quest’anno, per la festa della Repubblica - ha commentato Boeti -  l’Assemblea regionale ha voluto contribuire al sostegno di una grande manifestazione che rappresenta non solo un momento di aggregazione ma anche la memoria delle nostre radici. È una giornata per il Piemonte e per i cittadini, che ritroveranno il gusto del ricordo”.

“Il Jazz Festival - ha sottolineato Braccialarghe - quest’anno cade nel 70° anniversario della Liberazione del nostro Paese. La festa della Repubblica è certamente un giorno da valorizzare, soprattutto per far riscoprire alla giovani generazioni il significato della storia e del nostro passato”.

Dalle ore 16 fino a mezzanotte piazza San Carlo sarà animata da una maratona musicale. Sul palco si alterneranno, infatti, i migliori artisti del jazz internazionale e italiano, con particolare spazio per i nuovi talenti. Nel corso della manifestazione sono previsti momenti dedicati alla canzone d’autore contemporanea e al racconto del significato della Festa.

“L’idea di dar vita al Jazz della Repubblica - ha concluso Zenni - non è solo ispirata ai fatti storici, ma anche alla volontà di portare un messaggio di libertà e partecipazione, valori in cui ognuno di noi può riconoscersi”.

Il concerto serale delle 21 sarà aperto dalle note di  Nicky Nicolai e Stefano di Battista con la Torino Jazz Orchestra “Mille bolle blu”, voci inconfondibili ed estro creativo di artisti che faranno rivivere grandi successi in chiave jazz e swing.

In chiusura del concerto, previsto per mezzanotte, è stato organizzato un ultimo appuntamento al Jazz Club Torino (piazzale Valdo Fusi), per ascoltare il trombettista Valery Ponomarev, accompagnato dai musicisti della Torino Jazz Orchestra.

Miss Italia: boom di iscrizioni in Piemonte, sono già 250

Sono già 250 le aspiranti reginette di bellezza, in Piemonte, che si sono iscritte a Miss Italia. "A selezioni appena iniziate è un vero e proprio boom", commenta l'agente regionale del concorso, Vito Buonfine, al termine dell'ultimo casting svoltosi all'Ippodromo di Vinovo (Torino). Il prossimo è in programma il 14 giugno a Leinì, sempre nel Torinese. Una selezione provinciale è in programma il giorno prima ad Alessandria. Le iscrizioni sono aperte sul sito ufficiale del concorso.(ANSA).

Iscrizioni aperte a Torino per le selezioni dello Zecchino d’Oro

Lo Zecchino d’Oro giunge nel 2015 alla sua 58ª edizione: il viaggio verso la diretta di novembre su Rai1 continua sabato 23 maggio 2015 con l’undicesima tappa del tour delle Selezioni Nazionali dello Zecchino d’Oro organizzato dal project manager Claudio Zambelli, al quale l’Antoniano di Bologna ha affidato per il nono anno consecutivo questo importante progetto. La carovana dello Zecchino d’Oro viaggia da nord a sud portando nelle varie città un fitto programma di animazioni ed eventi. Il tour apre per la prima volta le iscrizioni a Torino: le selezioni si terranno sabato 23 maggio 2015 presso il Convento Sant’Antonio da Padova, via Sant’Antonio da Padova 7. La giornata di selezioni è rigorosamente gratuita ed è aperta a tutti i bambini - che abbiano compiuto i 3 anni d'età all'atto dell'iscrizione e  non avranno compiuto 11 anni al 30 novembre 2015  – che vogliono aspirare ad essere tra gli interpreti del 58° Zecchino d’Oro.
La selezione si svolge in due fasi. In primo luogo, a porte chiuse, ogni solista sarà invitato a cantare accompagnato da un pianoforte un brano scelto tra quelli dalla 30ª alla 57ª edizione dello Zecchino d’Oro. I selezionati nelle tappe di Novara, Savona e Torino si esibiranno nuovamente durante lo spettacolo pubblico ad ingresso libero di domenica 24 maggio 2015 presso il Convento Sant’Antonio da Padova, a Torino.
Entrambe le fasi vedranno intervenire giudici provenienti dall’Antoniano di Bologna.

Corso di perfezionamento sulla sicurezza alimentare

La Regione Piemonte informa che, nell’ambito delle iniziative promosse per Expo 2015, c’è tempo fino al 24 maggio prossimo per partecipare al bando di concorso per l’ammissione al corso di perfezionamento in Sicurezza degli alimenti attivato dall’Università di Milano e dall’Università Cattolica del Sacro Cuore. Il corso è organizzato in due edizioni con inizio rispettivamente nei mesi di giugno e settembre 2015 e con frequenza obbligatoria. Agli iscritti che avranno adempiuto agli obblighi previsti verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Convegno sulla vocazione internazionale del Piemonte

Venerdì 22 maggio alle ore 9 si tiene il convegno “La vocazione internazionale del Piemonte e di Torino” presso il Centro incontri della Regione Piemonte a Torino, Corso Stati Uniti 23. L’incontro è organizzato dal Consiglio regionale in collaborazione con l’Ordine dei Giornalisti del Piemonte e l'International Training Centre dell'Ilo.

Da quando cinquant’anni fa si è insediata la prima agenzia delle Nazioni Unite a Torino, questa è la prima occasione in cui gli enti locali propongono un incontro tra la cittadinanza e i responsabili delle organizzazioni internazionali affinché questi presentino le attività delle rispettive istituzioni ai cittadini piemontesi. Un’occasione per fare rete e creare opportunità di crescita professionale ed economica per il nostro territorio.

“Tutta la storia del Piemonte e di Torino - afferma il presidente del Consiglio Mauro Laus - è caratterizzata da dinamiche europee e internazionali. Obiettivo del convegno è presentare le organizzazioni internazionali che hanno sede in Piemonte, con le quali il Consiglio regionale collabora stabilmente, al fine di valorizzarne la presenza sul territorio e creare opportunità di sviluppo e di crescita a livello locale”.

Il convegno trae spunto dal volume a cura di Dora Marucco e Cristina Accornero “Torino città internazionale. Storia di una vocazione europea”, Donzelli editore 2012.

Per gli iscritti all’Ordine dei Giornalisti la partecipazione al convegno è valida per l’acquisizione di crediti formativi con iscrizione online sulla piattaforma Sigef.

Intervengono Mauro Laus, Presidente del Consiglio regionale, Piero Fassino, Sindaco di Torino, Alberto Sinigaglia, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti, Dora Marucco, Docente di Storia delle istituzioni politiche e sociali, Università di Torino, Cristina Accornero, Dottore di Ricerca in Storia, EHESS, Parigi, Giuseppe Casale, Direttore aggiunto International Training Centre dell’ILO, Jonathan Lucas, Direttore United Nations Interregional Crime and Justice Research Institute, Jafar Javan, Direttore United Nations System Staff College, Alastair Macphail, Capo Dipartimento Comunicazione European Training Foundation, Domenico Tomatis, Direttore della Comunicazione, Consiglio regionale.

Legambiente presenta il proprio piano antismog per il Piemonte

Oggi, sabato 16 maggio, dalle ore 10 alle 13 presso il Circolo dei Lettori di Torino, Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta presenta le proprie proposte per un “nuovo e coraggioso Piano regionale di risanamento della qualità dell’aria, che preveda azioni concrete ed efficaci a partire dalle città”. L’obiettivo dell’associazione ambientalista è far sì che la Regione Piemonte proceda in tempi brevi all’aggiornamento del piano antismog, ormai vecchio di 14 anni. L’inquinamento nelle città piemontesi continua infatti ad essere alto, ben oltre i limiti consentiti per legge e con gravi conseguenze sulla salute di tutti. “Crediamo che chi ha responsabilità politiche –si legge in una nota di Legambiente- debba dare soluzioni concrete per abbandonare o ridurre drasticamente l’uso dell’auto di proprietà, ancora la principale responsabile delle concentrazioni di inquinanti nell’aria. Ma è fondamentale che si incida anche in campo energetico, del verde urbano e dell’agricoltura”. All’incontro saranno presenti, tra gli altri, il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza, l’assessore regionale all’Ambiente Alberto Valmaggia, i sindaci e gli assessori dei principali comuni capoluogo.

Musica: torna NovaraJazz Festival, oltre 100 appuntamenti

Oltre 100 appuntamenti e quasi 250 artisti, per tre settimane di concerti: sono i numeri della dodicesima edizione del NovaraJazz Festival, al via il 20 maggio, che animerà le strade e i cortili del centro portando a Novara il meglio del jazz italiano e non solo. Sono infatti previsti artisti da Olanda, Stati Uniti, Gran Bretagna, Germania, Svizzera e Russia. Nel ricco calendario della manifestazione anche con personaggi di grande livello come la Instant Composers Pool Orchestra, la Hackney Colliery Band, Tin Men & The Telephone. Tutti i concerti sono gratuiti. "La manifestazione costa circa 120mila euro e i contributi pubblici coprono a malapena il 15% - spiega il direttore artistico Corrado Beldì -. E' grazie al sostegno delle aziende del territorio e della Fondazione Bpn se siamo riusciti ad arrivare al dodicesimo anno". (ANSA).  

L’Assemblea regionale al Salone del Libro

Si parlerà di sport, storia, arte, poesia e tanto altro. Il Consiglio regionale del Piemonte conferma la propria presenza alla XXVIII edizione del Salone del Libro, in programma dall’14 al 18 maggio al Lingotto Fiere di Torino, con un programma particolarmente ricco e variegato. I visitatori potranno conoscere l’attività istituzionale e culturale dell’Assemblea legislativa piemontese attraverso le numerose pubblicazioni in distribuzione presso lo Spazio Piemonte, collocato nel Padiglione 1. Saranno inoltre disponibili gadget come adesivi, penne, opuscoli e stilo touch. E, in collaborazione con Poste italiane, sarà anche disponibile un nuovo annullo filatelico su francobolli che richiamano la tematica dello sport e degli sportivi piemontesi. Ricco il calendario di eventi, ricordiamo i principali. Nell’ambito degli appuntamenti per le scuole si prevede una riflessione sulla cultura alimentare con Maria Luisa Alberico, giornalista e presidente dell’associazione Donne Sommelier e Biagio Roggia, docente dell’Istituto superiore Giolitti di Torino. In ambito sportivo sono previsti due incontri. Il primo è la presentazione del volume “Sport e sportivi piemontesi come non li avete mai visti”, realizzato dall’Ufficio stampa di Palazzo Lascaris in collaborazione con il vignettista Dino Aloi che in occasione di Torino Capitale europea dello Sport e dell’insediamento degli Stati generali dello sport presso l’Assemblea regionale, ha voluto ricordare in modo originale quanto il Piemonte, nel passato e nel presente, detenga una vocazione, se non un vero e proprio primato a livello italiano, nello sport. Saranno presenti, con gli autori, il presidente Mauro Laus, i protagonisti dello sport piemontese e internazionale coinvolti nell’opera e special guest star, tra cui Livio Berruti, Stefania Belmondo, Valeria Straneo, Mauro Bergamasco, Giovanni Pellielo, come moderatore dell’incontro vi sarà il direttore di Tuttosport, Vittorio Oreggia. Il secondo, “La mente del campione: pensare da atleta per vincere nella vita”, un dialogo tra Giuseppe Vercelli, psicologo dello sport e docente di Psicologia sociale presso l’Università di Torino, Claudio Cortese del Dipartimento di Psicologia dell’Università di Torino, Maristella Fantini, psichiatra e psicoterapeuta, Riccardo Agricola, responsabile del settore medico della Juventus dal 1985 al 2009 e Ciro Ferrara, commentatore e opinionista sportivo per Sky e Cielo Tv. Tra gli ospiti d’eccezione allo Spazio Piemonte, anche don Luigi Ciotti,che durante la presentazione del documentario “Le parole di Francesco”, commenterà il video che delinea la figura di papa Bergoglio. In occasione del bicentenario della nascita di don Bosco, nell’arena Bookstock verrà proposto uno spettacolo sui santi sociali piemontesi. Il racconto musico-teatrale in dieci atti è a cura della Consulta regionale dei giovani e della Fondazione per il Libro, la musica e la cultura. In occasione di Expo 2015 - inoltre - il Consiglio regionale ha promosso la redazione, in collaborazione con la Camera di commercio di Torino, di un volume che raffigura i più significativi marchi dell’industria agroalimentare piemontese realizzato dall’Agenzia Ansa. Alla presentazione interverranno Alessandro Galavotti, responsabile Ansa Piemonte e Mariangela Ravasenga, della Camera di commercio di Torino. Per il centenario dell’ingresso dell’Italia nella I Guerra mondiale viene riproposto lo spettacolo “Europa a 100 anni dalla Grande Guerra”, con la partecipazione dei vincitori del concorso “Diventiamo cittadini europei”. È anche tempo di premiazioni. La prima riguarda gli studenti vincitori del concorso sulla cultura della legalità e dell’uso responsabile del denaro, organizzato dall’Osservatorio regionale sul fenomeno dell’Usura. La cerimonia sarà preceduta dalla conferenza-spettacolo “Fate il nostro gioco” sulle illusioni del gioco d’azzardo, a cura di Taxi1729. La seconda, a cura della Consulta femminile, è inerente al X concorso letterario nazionale di Lingua Madre.

L'Irccs di Candiolo è leader per l'informatizzazione dei processi sanitari

L’Istituto di Candiolo è il primo centro oncologico italiano (e il secondo in Europa) ad avere ottenuto l’importante riconoscimento di “leader nell’information technology” ospedaliera. Ad assegnarlo è stato l’HIMSS - Healthcare Information and Management Systems Society - organizzazione internazionale autonoma con sede a Chicago che ha come focus esclusivo quello di migliorare l’assistenza sanitaria attraverso l’impiego ottimale delle tecnologie informatiche.

Dopo un’attenta valutazione durata mesi e dopo un sopralluogo da parte di una delegazione di esperti internazionali, HIMSS ha assegnato a Candiolo il punteggio di 6 su 7 nella scala di informatizzazione, sulla base di un modello di valutazione internazionale (EMRAM, Electronic Medical Record Adoption Model), che analizza e mette a confronto lo stato di sviluppo dell’information technology in una struttura sanitaria in relazione alla realizzazione della Cartella Clinica Elettronica e del Fascicolo Sanitario Elettronico dei pazienti. L’Istituto di Candiolo ha raggiunto una informatizzazione completa di tutti i processi clinico-sanitari (suite DEDALUS - OSLO) - dalla fase di accoglienza del paziente, alla sua gestione clinica, al percorso chirurgico -  e soprattutto della filiera del farmaco (FarmaSafe@), fortemente integrata ai sistemi gestionali di diagnostica. Questo consente di avere processi clinico-sanitari completamente “senza carta”, oltre che la centralizzazione del sistema informativo clinico. Inoltre permette al medico di ottenere in tempo reale tutte le informazioni amministrative, diagnostiche, terapeutiche del paziente, in totale aderenza alle linee guida della Joint Commission International e alle Raccomandazioni 1, 7 e 14 del Ministero della Salute nei processi di gestione del farmaco, sia esso legato a terapie standard sia chemioterapiche. In particolare per il sistema di gestione del farmaco chemioterapico, la delegazione di HIMSS ha sottolineato sia l’alto livello di sicurezza offerto dalla prescrizione alla somministrazione sia la conoscenza in tempo reale dell’appropriatezza nell’utilizzo dei farmaci, mediante analisi dell’aderenza delle modalità prescrittive con standard predefiniti. Per Giampiero Gabotto, consigliere delegato della Fondazione Piemontese per la Ricerca sul Cancro: “Stiamo dotando Candiolo di tutto ciò che di meglio esiste al mondo, per offrire un migliore servizio al paziente, per far lavorare meglio medici e infermieri, e consentire all’Istituto di controllare in tempo reale costi ed efficacia del nostro lavoro”. 

Regione, Ambiente: al via la consultazione pubblica on line sulla qualità dell'aria

Quanto ne sanno i cittadini della qualità dell’aria in Piemonte? Cosa fanno in concreto per contrastare l’inquinamento atmosferico? Cosa ne pensano delle politiche adottate dagli enti pubblici? Sono solo alcune delle domande contenute nel questionario on-line messo a punto dagli uffici dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Piemonte, come consultazione sul Piano regionale per la qualità dell’aria, attualmente in fase di redazione. Un modo per dare vita a un percorso partecipato con la cittadinanza per attuare un nuovo “Piano Aria” sull’intero territorio regionale, rendendolo il più possibile efficace e condiviso. La consultazione inizia oggi e durerà sedici settimane. Per poter partecipare bisogna accedere tramite il sito: http://www.regione.piemonte.it/ambiente/aria/consultazione.htm

Gli obiettivi dell’iniziativa sono: raccogliere le consuetudini dei cittadini, assicurare che le loro preoccupazioni e aspirazioni siano comprese e considerate e valutare la percezione che il territorio ha in merito a quanto finora è stato fatto dall’amministrazione per contrastare l’inquinamento atmosferico, fornendo degli approfondimenti tematici sugli argomenti trattati dalla consultazione.

Il questionario è anonimo e la compilazione richiede circa 10-15 minuti di tempo. Alla fine di ciascuna sezione ci sono anche dei link a schede di approfondimento, quali il rapporto fra l’inquinamento atmosferico e la salute dei cittadini, in cui vengono riproposti i dati della “Relazione sullo stato dell’ambiente in Piemonte 2014”, realizzato da Regione e Arpa Piemonte.

Per la realizzazione del questionario è stato utilizzato “EU Survey”, strumento ufficiale per lacostruzione di sondaggi e consultazioni della Commissione Europea, open source a disposizione di tutti i cittadini europei a titolo gratuito.

La consultazione è una prassi della Commissione Europea, che per temi specifici o in previsione di un’iniziativa legislativa futura, decide di consultare le parti interessate per assicurare la coerenza e la trasparenza delle azioni da intraprendere. Anche il Governo italiano – con il portale partecipa.gov.itsostiene l’utilizzo dello strumento della consultazione sulle politiche pubbliche da parte delle pubbliche amministrazioni italiane. La Regione Piemonte, allo stesso modo, ha ritenuto necessario costruire la propria azione politica partendo da questa forma di democrazia partecipativa.

L’iniziativa ha come destinatari tutti coloro che sono interessati alla qualità dell’aria. Pur essendo indirizzata principalmente ai residenti del Piemonte, possono rispondere alle domande anche i residenti di altre regioni italiane.

Una volta acquisite le opinioni dei cittadini, tutte le risposte saranno tradotte in un documento riepilogativo che verrà successivamente pubblicato sul sito della Regione Piemonte e di cui si terrà conto nella redazione del Piano regionale per la qualità dell’aria.

Videomostra multimediale al Palazzo della Regione

Oltre 120 affreschi della Sindone, presenti all’esterno di edifici privati e di culto sparsi sul territorio piemontese e valdostano, sono al centro della videomostra multimediale “Sindone, le Belle Tracce. Affreschi sindonici in Piemonte e Valle d’Aosta”, presentata questa mattina nella Sala Stampa del Palazzo della Regione Piemonte, in piazza Castello 165.  Oltre allo schermo collocato nel Bookshop nel Palazzo della Regione Piemonte, in piazza Castello 165, ve ne sono altri quattro nel centro di Torino: alla Biblioteca Universitaria Nazionale, in piazza Carlo Alberto 3; al Touring Club di via San Francesco d’Assisi; all’agenzia SuperFlash di IntesaSanPaolo in via Bligny, angolo via Garibaldi, ed alla libreria San Paolo di  via della Consolata.

Una mostra dunque “on the road”, per dare al pellegrino ed al turista di oggi le stesse emozioni di quanti nel passato usavano camminare per vie, piazze e sterrati ammirando la formazione di questi affreschi sindonici. Non erano pochi gli sforzi dei pittori per trovare sia un luogo su cui dipingere le loro opere devozionali, sia  un committente disposto a finanziare, spesso spuntando cifre irrisorie, il loro progetto.

La mostra è stata curata da Raffaele Palma e Giuseppe Terzuolo, dell’associazione Caus (Centro arti umoristiche e satiriche), con fotografie di Davide Pescarolo e dello stesso Palma. Gli affreschi oggetto della videomostra si trovano non solo nel Torinese ma anche nel Biellese, Vercellese, Eporediese, Canavese, Valli di Lanzo, Valle di Susa, Monferrato, Roero, Cuneese, Saluzzese, Monregalese e nella Vallée.

I filmati sono dunque visibili gratuitamente, passeggiando per le vie dei punti segnalati e fermandosi davanti alle vetrine allestite appositamente. La visione degli affreschi sindonici più belli e rappresentativi con le rispettive località durerà per tutto il periodo dell’Ostensione. Il video sarà dato in omaggio ad enti pubblici e privati che ne faranno richiesta a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  purché in possesso di schermo ed a solo uso gratuito, per la pubblica visione.

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede