Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Sab22022020

Tecnova
Back Sei qui: Home Sport Notizie di Acquatici

Ricchetti e Tacchini campioni italiani

Missione compiuta. Alberto Ricchetti e Carlo Tacchini si sono laureati campioni italiani all'Idroscalo. Ricchetti ha vinto nel K1 500 metri con il tempo di  01'40''27 con soli 33 centesimi di vantaggio su Alessandro Gnecchi (Can. Lecco) e con un distacco di 44 centesimi da Mauro Crenna (Sestese Canoa), terzo al traguardo dopo una lotta entusiasmante fino all’ultimo colpo. Tacchini nel C1 500 metri ha vinto  il titolo in 01'49''91  davanti a Nicolae Craciun del CC Aniene (01'51''48); terza posizione invece per Davide Cestra del GS Fiamme Oro (01'54''28). 

Camera e Patrick vincono il Triathlon di Mergozzo

Si è svolto domenica 4 settembre il triathlon internazionale di Mergozzo, una delle manifestazioni sportive più importanti nel nostro territorio durante l’arco di tutto l’anno, avendo spinto sulle sponde del lago di Mergozzo importanti protagonisti di uno sport molto impegnativo composto da nuoto, bici e corsa. Hanno completato la prova in 31 in ambito femminile, dove si è imposta Teodolinda Camera dell’Associazione sportiva Virtus. La sua prestazione è stata la più costante di tutte, avendo impiegato circa 32 minuti nella frazione a nuoto, due ore e 27 minuti in quella in bicicletta e un’ora e 35 per quella di corsa per un tempo totale di 4 ore e 35 secondi. Alle sue spalle è giunta attardata di ben 8 minuti la svizzera Andrea Haslebacher, che ha pagato un dazio pesante nell’ultimo segmento, tanto da perdere nella corsa ben 11 minuti dalla vincitrice italiana. Ha completato il podio femminile un’altra azzurra, ovvero Francesca Marin della Busto Arsizio A.R.C.; il suo tempo è risultato superiore di 2 minuti e 40 secondi rispetto a quello dell’elvetica seconda classificata. In campo maschile l’elvetico Jaberg Patrick ha demolito la concorrenza nella frazione in bici, rifilando distacchi siderali ed incolmabili per tutti. Patrick ha sfruttato il suo fisico statuario e ha imposto un ritmo sostenutissimo che è risultato fatale a Francesco Gualtieri e ad Andrea Recagno, i quali erano usciti con lui dalle acque del lago di Mergozzo dopo una mezz’oretta di nuotata. La battaglia per il piazzamento d’onore è stata più equilibrata, anche se, alla fine, i due minuti guadagnati da Gualtieri in bicicletta hanno fatto pendere la bilancia in favore di quest’ultimo, atleta emiliano della Piacenza Tri Vivo. Per Recagno, invece, è maturato un buon terzo posto davanti a Stefano Luciani, portacolori del Cusiocup. Si sono disputate anche le staffette. Tra le donne successo per il trio formato da Bonaf, Desmet e Tenti, mentre tra gli uomini trionfo con 12 minuti di vantaggio per Piemonti, Cavalli e Ferigato. Nella staffetta mista, infine, dominio da parte di Dotti, Signini e Perinato. 

Quasi mille i partecipanti alla Traversata Angera Arona

Ben 980 sono stati i partecipanti all’edizione 2016 della traversata a nuoto tra Angera e Arona. Centosessanta si sono sfidati nell’agonistica andata e ritorno e 820 nella classica per amatori con partenza dal borgo angerese. La giornata di sole ha favorito la grande partecipazione e una larga presenza di pubblico assiepato in piazza del Popolo e su tutto lungolago Marconi. Impeccabile l’organizzazione della Pro Loco, con il presidente Alberto Tampieri che ha voluto essere al fianco degli agonisti per vivere da vicino l’evento ed essere da supporto organizzativo. I professionisti dovevano percorrere, bracciata dopo bracciata, 2.400 metri da piazza del Popolo sino alla sponda lombarda, poi un tratto di costa e ritorno ad Arona. In soli 22’ e 28” ha toccato per primo lo scivolo dell’antico Porto Riccardo Chiarcos, 25 anni, studente di Novara. Secondo, a 50”, Marco Leone di Dormelletto, veterano della Traversata con un palmares di 4 vittorie. Terzo Fabio Riganti, 20 anni di Domodossola, non udente.  Tra le ragazze il successo ha arriso a Erika Audasso di Alba, in provincia di Cuneo, alla sua quarta vittoria consecutiva qui ad Arona. Ovvio, anche lei di professione fa l’istruttrice di nuoto, sport che pratica agonisticamente. Secondo posto per Lara Gherardini, residente a Casale Corte Cerro, ha soli 16 anni e frequenta il Liceo. Terzo posto per la dodicenne Rossella Belloni di Domodossola. Con il pallone salvagente numero 16, aveva sulla sponda aronese un folto gruppo di tifose, la mamma in testa:<Farà sicuramente carriera nel nuoto. In futuro sentirete parlare di lei come una potenziale campionessa a grandi livelli> la parole della signora. Detto dell’agonistica passiamo all’amatoriale. Il via alle 11,30 al colpo di pistola del sindaco di Angera. Seppur senza premi, un spirito agonistico non è mancato: primo Giancarlo Frattini 17 anni, di Borgomanero, seguito da Marco Bezzan, 14 anni, di Pombia e da Giorgio Bellin 18 anni di Castellanza, in provincia di Varese. Tra le ragazze miglior prestazione per Jessica Ippolito di Verbania, su Alessia D’Ariento, 14 anni, di Novara e Daniela Locarno, 45 anni, di Gallarate. Diversi i disabili che si sono cimentati come Camilla Pisoni, 31 anni, di Borgo Ticino:<Dedico questa mia prima traversata ai miei genitori. Sono orgogliosa di aver partecipato e di essere arrivata con un tempo di tutto rispetto> le sue parole. Orgogliosi anche mamma e papà, che hanno seguito da riva e il fratello, in acqua pure lui. Altro partecipante Marco Grana, 37 anni, di Arona alla sua nona traversata, ormai un veterano che non si ferma di fronte alle difficoltà:<Sarò al via anche nel 2017, con lo stesso entusiasmo di oggi> dice abbracciando, seppur bagnato, mamma e papà. <Un gran successo, record di partecipanti, sfiorati i mille. Ricordo che questa è la traversata che registra il maggior numero di partecipanti su acque interne di tutt’Italia> la soddisfazione di Alberto Tampieri.                                                                 

A Pallanza vince la Canottieri Arolo

Il grande canottaggio del sedile fisso è tornato a Verbania dopo trent'anni di assenza: domenica, con l'organizzazione della Canottieri Pallanza, si sono infatti svolti i campionati del Verbano, con la partecipazione di 151 equipaggi in rappresentanza di 15 società del Verbano Cusio Ossola e della provincia di Varese. In palio il trofeo città di Verbania, che è stato vinto dalla Canottieri Arolo di Leggiuno che ha totalizzato 98 punti nella speciale graduatoria. Al secondo posto si è classificata la società dello Sport Club Renese con 69 punti e terza la Canottieri Corgeno con 57 punti. In gara anche tanti atleti con i colori gialloblu: il titolo provinciale per la Canottieri Pallanza è arrivato grazie ad Asia Cinque e Rachele Soni nel due di coppia Juniores. Da rimarcare anche la piazza d'onore conquistata da Camilla Musetti nel singolo Ragazzi, mentre il quattro di coppia juniores formato da Saverio Bindella, Edoardo Sottocornola, Maverick Di Giovanni, Davide Bolzoni e Jacopo Donghi è salito sul terzo gradino del podio. Bindella e Di Giovanni hanno anche brindato con la medaglia d'argento nel due di coppia juniores. Applausi anche per la Canottieri Cannero, che ha conquistato il titolo provinciale nel due di coppia cadetti grazie ad Alice Minoletti ed Emma Cerutti. Per la Canottieri Verbanese invece vittoria nel due di coppia veterani con Domenico Ariatta e Andrea Zucchetti. Alla premiazione erano presenti, oltre al sindaco di Verbania Silvia Marchioni, anche Marco Mugnani, vice presidente federale, Adriano Guizzetti, delegato per il Piemonte, Roberto Frizzarin, delegato di Varese

Rio: il K4 di Alberto Ricchetti escluso dalla finale

Alberto Ricchetti, ultimo alfiere del VCO alle olimpiadi di Rio, non è riuscito ad accedere alla finale del K4 1000 metri.
Il canoista cusiano in barca con Ripamonti, Dressino e con Mauro Crenna di Angera, ha chiuso al 5° posto la gara di semifinale che assegnava l'accesso alla finale di domani alle prime 3 imbarcazioni classificate. Per la barca azzurra ci sarà, sempre nel pomeriggio italiano di domani, la finalina di consolazione. Và detto che Ricchetti e compagni sono arrivati a Rio solo in seguito all'esclusione dai giochi di Romania e BieloRussia. Alberto Ricchetti, tesserato per le fiamme gialle, è il veterano del quartetto azzurro ed è alla sua seconda olimpiade. 

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede