Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Sab21092019

Tecnova
Back Sei qui: Home Sport Notizie di Acquatici

Lettera dei genitori dei ragazzi di Insubrika

Riceviamo e pubblichiamo una lettera dei genitori di atleti di Insubrika di Paolo Sartori

Siamo il gruppo genitori dei ragazzi Team Insubrika ASD che hanno seguito il Sig. Paolo Sartori, loro allenatore, dall’inizio della corrente stagione agonistica, e vorremmo sinteticamente ma in modo esaustivo raccontare “l’odissea” subita in questi ultimi mesi dai nostri figli e da noi genitori. All’inizio della stagione agonistica alla presentazione, dei programmi sportivi in cui erano presenti parecchi genitori, veniva presentato l’organigramma agonistico con allenatore sig. Sartori Paolo e il Direttore Sportivo. A fine anno 2015 il sig. Sartori Paolo veniva esonerato dalla Sua veste di allenatore (i motivi di tale decisione non si conoscono) e veniva nominato da SSD Insubrika un nuovo allenatore. I Nostri ragazzi in accordo con i genitori decidevano di non essere allenati dal nuovo allenatore ma di seguire Sartori Paolo allenatore Team Insubrika ASD, per cui sono tesserati. Precisiamo che già da anni tutti i ragazzi erano allenati da Sartori con ottimi risultati sia in campo sportivo che educativo. Qui comincia “l’odissea”, i gestori della piscina di Verbania, con l’intimidazione attraverso missive all’allenatore e a mezzo stampa, e con la richiesta d’intervento (immotivato) alle forze dell’ordine, impediva anche nell’orario da sempre dedicato alle attività agonistiche, lo svolgimento degli allenamenti, obbligandoci, di fatto, a 2 recarci presso altre strutture (Omegna e Baveno) che ci concedevano spazi, pagando regolare biglietto di ingresso. Problemi logistici di tempo, trasferimento, problemi di studio per i ragazzi, ma per i propri figli si fa di tutto e a gioco forza ci siamo adeguati. Non contenti i gestori della piscina di Verbania, recapitavano lettere raccomandate con inviti a ritornare alla struttura di Verbania e inoltre molti di noi ricevevano telefonate, con minacce di squalifica da parte degli organi federali se avessimo continuato a seguire Sartori con allenamenti fuori sede. Comportamento che è anti federale visto che i nostri figli sono tesserati per la società Team Insubrika e non SSD Insubrika. Tale situazione, che da anni è ormai consuetudine, fa si che gli atleti sono sotto tutela di una società che non ha nella dirigenza SSD Insubrika alcunché di obbligo. L’accordo tra SSD Insubrika e Team Insubrika dopo le conferenze stampa del Presidente, si concluderà con l’espulsione della SSD Insubrika dal Team Insubrika. (Quest’ultima appunto denominata Team è una associazione sportiva composta da molte realtà provinciali che con un unico tesseramento per gli atleti, ha di fatto messo in luce molti nuotatori delle province del nord Italia, evitando l’emigrazione verso le “grandi” società del nuoto italiano, a volte logisticamente difficili da frequentare. Tale realtà è fondata su un protocollo d’intesa tra le società aderenti a tale sodalizio). Abbiamo mandato il tutto alla Federazione a Roma, per gli opportuni chiarimenti e ci è stato risposto testualmente “non appare quindi comprensibile e priva allo stato di fondamento l’affermazione contenuta nella nota del 27/01/2016 della SSD Insubrika Nuoto nella parte in cui viene fatto riferimento alla violazione dell’ordinamento federale sportivo.” Purtroppo non saranno le uniche millanterie nei nostri confronti. Il “dividi et impera” sarà poi il continuo obbiettivo dei gestori e dirigenti della SSD Insubrika nuoto srl, nei confronti delle realtà sportive agonistiche che dal 2000 a al 2015 hanno fatto lustro dei nostri giovani sul territorio del VCO . Sincro, pallanuoto e nuoto ora risultano divise e frantumate, non per le reali avversità che a volte incorrono nel 3 mondo dello sport dilettantistico italiano, ma per informazioni fuorvianti, operazioni poco congrue all’insegna del cambiamento, rinnovamenti improvvisati durante la stagione in corso. Cambio di palinsesto tecnici a stagione inoltrata (ottobre 2015 e poi dicembre 2015), provocherà l’attuale situazione. Probabilmente creata ad hoc per destabilizzare un mondo che aveva una sua continuità. Se ci fossero stati dei dirigenti competenti, l’eventuale cambiamento poteva essere realizzato nei modi adeguati ad una società sportiva che con gli strumenti in possesso, senza gli strappi che sono oggi evidenti, avrebbe realizzato un nuovo corso. Non è stato così. Oggi l’utenza, noi genitori, siamo confusi e “danneggiati” da atteggiamenti irresponsabili che hanno creato un danno a tutto il movimento sportivo natatorio verbanese. Anche noi pensiamo ai nostri figli, alla loro tranquillità nella vita sportiva, e in quello, che questo mondo legato allo sport, può offrire. Crediamo nei tecnici che hanno seguito in questi anni i nostri ragazzi. Ci siamo ritrovati in tanti. Ora passiamo a descrivere alcune situazioni antisportive in cui ci siamo nostro malgrado imbattuti: parecchie volte i Nostri figli e noi genitori siamo stati derisi e umiliati sia sui media ma anche nel piazzale della piscina di Verbania. Dopo la sentenza del TAR, in attesa della pubblicazione e dopo più di un mese di “pellegrinaggi” in varie strutture siamo ritornati alla piscina di Verbania negli orari del nuoto libero, pagando regolare biglietto e qui siamo stati accolti in modo poco consono, con atti scorretti di gestione quali: riduzione delle corsie, veniva chiamata la forza pubblica forse per impaurirci, venivano modificati gli orari di ingresso del nuoto libero, cosa fatta ad arte conoscendo gli orari scolastici dei ragazzi e in ultimo solo pochi giorni fa ad una ragazza minorenne è stato impedito di entrare in piscina (vi è una denuncia del genitore alle forze di Polizia che si può consultare). Questi sono alcuni soprusi che abbiamo dovuto subire dai gestori della piscine comunali ma ci risulta che per altri frequentatori quali: 4 • Pallanuoto; • Gruppo nuoto sincronizzato; • Gruppo master nuoto; i trattamenti non si discostano molto dai nostri. Siamo stati sempre in silenzio, subendo, ma a questo punto vogliamo rendere pubblico il tutto e ci permettiamo di affermare visto quanto sopra esposto che abbiamo subito notevoli offese, disagi e “penalizzazioni sportive”, senza mai lamentarci, se non in questa sede, tutto questo solo e unicamente per aver scelto di continuare con il programma sportivo proposto a inizio stagione da SSD Insubrika stessa. Per concludere le decisioni di gestione sportiva prese da SSD Insubrika, decisioni incomprensibili e poco corrette, hanno portato ad una frattura del settore agonistico ad un abbandono della piscina da parte di utenti legati agli sport acquatici questo a danno dei ragazzi, che di colpe non ne hanno. Di chi è la colpa di tutto ciò? Ognuno tragga le proprie conclusioni, noi genitori lo abbiamo già capito da tempo e i ragazzi quando adulti sapranno chi ringraziare per questo anno sportivo buttato al vento. Verbania, 13 Aprile 2016 Grazie dell’attenzione e della comprensione

Bella giornata di sport ieri alle piscine comunali di Verbania

E' stata certamente una bella giornata all'insegna dello sport e della passione per il nuoto quella che si è svolta ieri, domenica 17 aprile, presso le piscine comunali di Verbania organizzata da Ssd Insubrika!

Sia dal punto di vista dei numeri che dello svolgimento, la 4° tappa bis delle Giovani Promesse dedicata al settore Propaganda, è stata un successo che ha gratificato i giovanissimi atleti, le loro famiglie e gli organizzatori.

Sette le squadra che hanno partecipato; da Caronno Pertusella a Solbiate Olona, da Legnano a Brebbia, da Sesto a Verbania...120 ragazzini tra i 6 e i 10 anni hanno vita ad una manifestazione davvero coinvolgente.

Peccato per il tempo che non ha consentito di poter allestire un'area ludica prevista all'esterno ma gremitissime tribune delle piscine e l'entusiasmo del pubblico, hanno regalato a tutti i partecipanti un'atmosfera piacevole e carica di energia.

“Da molto tempo a Verbania mancava un'occasione di condivisione di questo tipo – sottolinea il direttore sportivo di Ssd Insubrika Beppe Frego – e speriamo si possa ripetere in un prossimo futuro. A nome della società ringrazio le squadre che hanno partecipato, i genitori e naturalmente i nostri allenatori e collaboratori.”      

 

 

    

Circolo Velico Canottieri Intra impegnato a Hyeres

Nelle acque di Hyères in Francia si è disputata dal 9 al 12 aprile la terza tappa del circuito di Europa Cup classe Laser : una delle più importanti regate europee alla quale hanno partecipato più di 500 barche provenienti da oltre 30 nazioni.

I giovani del Circolo Velico Canottieri Intra si sono dimostrati all’altezza di poter competere in regate internazionali anche con atleti di notevole livello che hanno partecipato alle Olimpiadi.

Nella classe Laser Radial Andrea Ribolzi nelle quattro giornate di regata ha ottenuto dei risultati strepitosi posizionandosi per ben due volte al 2° posto e due volte al 3° dietro all’Olimpionica Finlandese Tuula Tenkanen e riuscendo per ben due volte a classificarsi davanti a lei. Una giornata di vento sfavorevole  non ha purtroppo permesso ad Andrea di andare sul podio ,ma ha terminato in ottima posizione al 6° posto under 19 maschile  e 13° in classifica generale su 261 imbarcazioni.

Nella classe olimpica Laser Standard il verbanese Gabriele Besozzi ,penalizzato purtroppo da una falsa partenza ,chiude comunque in modo positivo con un  46° posto in classifica generale .

Rientrati a Verbania gli atleti del CVCI si alleneranno sulle acque del nostro lago per poi partecipare ,dopo la zonale di Dongo sul lago di Como del 24 e 25 aprile , alla terza Laser Italia Cup dal 29 aprile all'1 maggio a Scarlino . Andrea Ribolzi si trasferirà invece a Hoorn in Olanda per un'altra tappa della Laser  Europa Cup che si terrà dal 28 aprile all'1 maggio.

Canottieri Pallanza, a Monate tre medaglie

Ha visto il via sulle acque del Lago di Monate la seconda gara regionale lombarda aperta anche ad altre regioni, una gara dai grandi numeri che oltre alle società lombarde ha accolto anche club dalla vicina Svizzera, dal Piemonte e anche una squadra da Canterbury che ha dato una vena internazionale alla competizione. La Canottieri Pallanza presente a questa gara con 11 atleti ha portato a casa 3 medaglie di cui due argenti e un bronzo. La prima medaglia d'argento della giornata viene conquistata dal doppio di coppia junior femminile Soni, Musetti che sulle placide acque del lago lombardo portano a termine una bella gara, inoltre le due ragazze conquistano insieme a Croci e Langella (Luino S.C.) la medaglia di bronzo con il quattro di coppia junior femminile. L'ultima medaglia della giornata viene ancora una volta da una barca lunga, il quattro di coppia senior maschile composto da BIndella, Fortis, Di Giovanni e Pusceddu. Non riescono a conquistare la medaglia ma portano a termine comunque una gara degna di nota Donghi nel singolo junior maschile, Bolzoni e Sottocornola nel doppio junior maschile, Cinque con Foroni nel doppio di coppia senior femminile e Bolzoni, Sottocornola, Donghi, Palma (Corgeno) col quattro di coppia junior maschile. Grandi soddisfazioni anche inaspettate per la società nostrana ad una gara cosi di impegnativa. Prossimo appuntamento con l'inaugurazione della stagione del Canottaggio a Sedile Fisso il 25 Aprile ad Angera

Brava Letizia Castagna

Domenica si sono concluse le semifinali regionali di nuoto categoria Esordienti A, che si sono tenute in vari impianti natatori su tutta la Regione Lombardia.

Alle semifinali hanno avuto accesso gli atleti che sono rientrati nella Graduatoria Federale stilata in base alle gare fin ora sostenuta dagli atleti di questa categoria.

 

Per quanto riguarda Ssd Insubrika Nuoto di Verbania alla competizione ha partecipato Letizia Castagna classe 2005 che è stata impegnata in 3 specialità ovvero 100 dorso , 200 dorso e 200 misti.

 

Ancora una volta, grazie agli evidenti miglioramenti dimostrati, Letizia ha potuto scalare la graduatoria , migliorando cosi la sua posizione in classifica generale.

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede