Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Sab18082018

Tecnova
Back Sei qui: Home Sport Notizie di Volley

Fortino PalaManzini: Vega Occhiali Rosaltiora vince 3-0

Una bella vittoria casalinga, ancora una bella vittoria casalinga, si potrebbe dire, perché ad oggi il ruolino di marcia tra le mura del PalaManzini della prima squadra di Vega Occhiali Rosaltiora è ad ora netto con tre vittorie su tre partite. Quella contro San Paolo era comunque partita delicata perché le torinesi, formazione composta da giocatrici esperte, pur con un numero di sconfitte superiore a quello delle vittorie, ha spesso preso punti. Invece la gara giocata dalle verbanesi è stata di spessore, sempre col pallino del gioco in mano, sempre con attenzione. Il 3-0 che ne è uscito è più netto di quel che dice il tabellino finale dei tre set. Va segnalato l’esordio di due giocatrici del settore giovanile: Sara Mercurio e Letizia Vairetti, due infatti le assenze per Andrea Cova; quella di Emma Saglio Trombone, prossima al rientro, a cui si è aggiunta quella di Alessia Belardinelli, centrale infortunatasi in allenamento, che resterà indisponibile per qualche tempo. Parziali 25-17, 25-20, 25-19. Alla fine applausi per tutte le ragazze in un PalaManzini con molto pubblico e con un ambiente davvero positivo. In classifica Vega Occhiali Rosaltiora è sesta a 11 punti, una classifica ancora cortissima almeno nelle zone medio alte. “Bene sono contento di questo risultato – spiega coach Andrea Cova – direi che abbiamo giocato bene e con lucidità, ecco direi che la parola giusta è lucidità e lo si è visto quando ci siamo trovati in situazioni un pochino difficili e ci siamo tirati fuori in maniera brillante. Una partita così non era facile, era molto complicato trovare ritmo partita in una gara come questa ma dire che l’abbiamo giocata in maniera positiva e facendo peraltro vedere buone cose. Altri tre punti importanti in saccoccia ed andiamo avanti”. Da segnalare gli esordi delle giovanissime Mercurio e Vairetti nel set conclusivo: “Siamo in difficoltà con gli infortuni - chiosa il coach lacuale – con Emma Saglio che era indisponibile e con Alessia Belardinelli che sarà ferma per un po’ di tempo, così vesto che la partita lo permetteva ho provato a far entrare queste giovani. Peraltro oggi ho dato molto spazio a Marta Ossola che è una ragazza seria e lavoratrice. Il gruppo che ho in mano è davvero a posto ed è un piacere allenarlo”.

Igor: a Conegliano quarto stop consecutivo

Spettacolare battaglia al PalaVerde di Treviso, che si conferma “tabù” per la Igor Volley ma che regala al campionato la miglior prestazione stagionale delle azzurre per grinta e carattere. Per le ragazze di Fenoglio il rimpianto è tutto nei cinque match ball annullati dalle venete nel quarto set. Tra le fila azzurre, solita prestazione “macina-punti” di Katarina Barun Susnjar (26, con ben 11 break point) e incisivo apporto a muro di Cristina Chirichella (4 sui 12 totali di squadra). Mazzanti sceglie Tomsia in diagonale alla regista Malinov, Folie e De Kruijf al centro, Ortolani e Cella in banda e De Gennaro libero; Fenoglio replica con Barun Susnjar opposta a Dijkema, Chirichella e Bonifacio al centro, Pietersen e Piccinini in banda e Sansonna libero. Parte forte Novara, che trova subito il muro di Bonifacio su Tomsia (0-2) e poi l’ace di Dijkema (0-3) mentre Ortolani e Folie (5-4, ace) firmano la replica delle venete prima che i muri di Piccinini su De Kruijf e Chirichella su Cella, “spezzati” dall’ace di Barun Susnjar, valgano il 7-9 e costringano al timeout Mazzanti. Ancora Barun Susnjar in maniout (11-14) e poi in diagonale (11-15) dopo una gran difesa di Pietersen, mentre Mazzanti ferma di nuovo il gioco; il turno in battuta di Pietersen prosegue (11-18), tra le venete entra Skorupa in regia mentre Chirichella e Dijkema (muro su Cella) portano le azzurre al set ball: chiude Barun Susnjar in maniout, 15-25. Mazzanti riparte con Skorupa e Danesi in sestetto e nel testa a testa iniziale è Pietersen (4-5, parallela) a chiudere uno scambio infinito con il tecnico veneto che “spende” subito un timeout. Ancora Pietersen, con un insolito attacco in fast (7-8) e poi in pipe (7-10, grazie anche al muro di Bonifacio su Tomsia) e Mazzanti ferma di nuovo il gioco, mentre al rientro in campo Conegliano “ricuce” lo strappo sul turno in battuta di Tomsia (12-12). Piccinini va in battuta e fa il “vuoto”: all’ace del 12-15 fanno seguito un errore di Tomsia e un’infrazione di Skorupa, che poi prende anche un “rosso” per proteste e lancia le azzurre sul 12-18; Bonifacio a muro tiene le distanze (16-22), Barun Susnjar fa altrettanto e Pietersen, in pipe conquista il set ball sul 18-24: il pallonetto dell’olandese, poco dopo, vale il 19-25 e lo 0-2 Igor. Spalle al muro, Conegliano reagisce con Tomsia (5-3, parallela) e Ortolani che fa 9-7 in pipe, mentre Chirichella manda out e Fenoglio chiama timeout sul 10-7. Cella allunga in maniout (12-7), Danesi mantiene le distanze (15-10) in fast e Fenoglio inserisce Plak in banda, con l’olandese che va subito a segno in pipe per il 16-12. Chirichella sbaglia (18-12), Dijkema no e sul 18-14 Mazzanti ferma il gioco; al rientro in campo De Kruijf scappa di nuovo 20-14 sfruttando un errore in ricezione delle azzurre e poi avvicina ulteriormente il traguardo con la fast del 23-16. Ortolani conquista il set ball in diagonale (24-17) e l’errore in battuta di Plak chiude il parziale sul 25-18. Si riparte testa a testa, con De Kruijf e Chirichella che duellano e le squadre appaiate fino al 7-7 quando due errori in successione di Piccinini e Pietersen valgono il 9-7 e costringono Fenoglio al timeout. Danesi mura ancora, Conegliano scappa 11-7 e due punti in successione di Piccinini (il secondo al termine di uno scambio lunghissimo) portano Mazzanti a fermare il gioco (11-9); al rientro in campo l’ace di Barun Susnjar vale l’11-10 ma tra le venete entra Fiori che in battuta trova il break (con l’aiuto del nastro) per il 14-10 e Fenoglio “spende” il suo ultimo timeout. Novara rientra poco alla volta: Barun Susnjar mura Cella (16-14), Bonifacio mette a terra il primo tempo e ancora Barun Susnjar fa pari in maniout (21-21) con Mazzanti che ferma il gioco. Si innesca un punto a punto serrato, con Novara che annulla tre set ball e poi sorpassa con Barun Susnjar (maniout 26-27) conquistando il match ball: Conegliano ne annulla cinque e poi trova il break decisivo con Ortolani (32-31) e una grave ingenuità di Chirichella che commette il fallo del 33-31 e del 2-2. Nel quinto set, il primo break è di Conegliano (muro di De Kruijf su Piccinini, 3-1) con Pietersen che ricuce lo strappo in diagonale (4-4) e Novara che passa avanti al cambio campo (7-8) con l’errore in battuta della neoentrata Fiori. Due punti in fila di Cella (11-9) rompono il punto a punto e dopo il timeout di Fenoglio è un ace ancora di Cella a lanciare Conegliano 13-10. Barun Susnjar in maniout accorcia 13-12, De Kruijf attacca un pallone impossibile mentre entrambi i tecnici fermano il gioco e Conegliano conquista il match ball sul 14-12. A chiudere i conti è un errore in attacco di Barun Susnjar, per il 15-12 delle venete.

Davide De Vito: “Avversari senza nulla da perdere, abbiamo faticato ma vinto”

Parla Davide De Vito dopo la vittoria del Bistrot Domodossola a Biella: “L’abbiamo vinta ma è stata una partita davvero sudatissima – spiega il capitano domese – resta il fatto che abbiamo trovato tre punti in trasferta e questi sono davvero tanta roba. Una cosa questa prima parte di campionato ce l’ha fatta capire, che dovremo sudarci tutte le partite dalla prima all’ultima, sia contro le prime della classe sia contro le squadre che sono fanalini di coda. Il motivo è molto semplice; tutte le compagini avversarie ci aspettano e se la giocano perché sanno che contro di noi non hanno nulla da perdere e giocano in tranquillità. Soprattutto le squadre di bassa classifica. Oggi per esempio noi abbiamo sudato le proverbiale sette camice contro una squadra che è ancora ferma a zero punti in classifica. Detto questo noi ci stiamo facendo trovare pronti a questo genere di sfide e la partita l’abbiamo comunque vinta, un successo che ci permette di continuare a risalire la classifica”.

Alberto Franzini: “Con fatica ma ci siamo presi due punti importanti”

Le parole di Alberto Franzini dopo il match della sua Altiora contro Chieri: “Credo che ci vorrà molto tempo prima che mi possa riprendere da questa partita – spiega sorridendo – perché è stata davvero una faticata, come spesso succede quando in una partita sei sotto 2-0 e la ribalti vincendola 3-2. Noi eravamo ancora senza la regia di Marco Miani che dovrebbe essere recuperato per il prossimo turno (ma Faraci ha fatto bene; ndr). Siamo partiti malamente e siamo andati sotto praticamente senza giocare. Chieri si è subito confermata indigesta anche perché nei due set iniziali il 50% dei punti fatti dagli avversari sono nati da errori nostri. Da terzo set poi ci siamo ritrovati, siamo partiti decisamente più aggressivi ed abbiamo girato l’inerzia della partita anche perché, mi piace essere onesto, loro sono vistosamente calati proprio quando noi abbiamo accelerato. Noi abbiamo approfittato anche di questo loro calo e ci siamo presi due punti davvero pesanti. Questo era uno scontro diretto e vincere era troppo importante. Con fatica ma ci siamo riusciti ed ora possiamo pensare alla prossima casalinga contro Scurato”.

Il volley del sabato sera dalla B ai tornei locali

Bel sabato sera di volley conclusosi con i seguenti risultati. In B1 donne il Garlasco di Marco Bonfantini ha perso in trasferta 3-1 contro Baricalla Cus Collegno, la Tuum Perugia di Veronica Minati ha vinto 3-0 in casa della Limmì Bastià mentre la Sigel Marsala di Silvia Agostini ha vinto3-1 in trasferta contro Volley Group Roma. Impegno questa sera alle 18.00 per la Cus Insubria Varese di Francesco Castanò nel milanese contro Volley Segrate. Nei tornei regionali partendo dalla Serie C maschile Altea Altiora era impegnata in trasferta contro Nuncas Finsoft Chieri. Al Pala San Silvestro i ragazzi di Alberto Franzini hanno vinto 3-2 dopo essere stati sotto 2-0 con parziali 26-24, 25-22, 17-25, 21-25, 4-15. In D maschile il Bistrot 2 Mila8 Domodossola ha giocato alla Palestra Schiapparellli di Biella contro la Under 20 di Scuola Pallavolo Biellese. Il successo è andato alla squadra ossolana che ha vinto 3-1 con parziali 25-20, 19-25, 22-25, 24-26. Nel tornei femminile il Cusio Sud Ovest San Maurizio ha perso ancora: in casa del TeamVolley Lessona ne è scaturito un 3-0 per le biellesi con parziali 25-12, 25-19, 26-24. Pallavolo Bellinzago, che ha cambiato guida tecnica affidandosi al cusiano Daniele Bebbu ha perso contro Gilber Gaglianico. Un 3-2 con parziali 34-32, 21-25, 25-21, 26-28, 9-15. Due i match in programma stasera con Pallavolo Arona in campo alle 18.30 a Romentino e con Vega Occhiali Rosaltiora che alle 18.00 accoglie San Paolo Torino. Due risultati della giornata di 1^divisione. La Sibilla Cusiana Omegna ha perso 3-1 in Via Vecchia contro MRG Borgomanero (25-23, 16-25, 25-19, 25-21) mentre pur prova della regista Martina Pagliarini Area Libera Invorio ha battuto Isla.it Quaregna per 3-0 (25-16 e doppio 25-22).

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede