Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa

Sab24082019

Tecnova
Back Sei qui: Home Sport Notizie di Volley

Igor non ci siamo !!! Firenze vince a Novara

Beffa in rimonta per la Igor Volley di Marco Fenoglio, sconfitta 2-3 davanti ai 2.500 spettatori del Pala Igor al termine di un match segnato da troppi alti e bassi, tanto da risultare vani i 26 punti (con il 51% in attacco) messi a segno dalla solita Barun Susnjar. Azzurre subito in svantaggio (0-1) ma capaci di ribaltare il match e di portarsi 2-1 e anche sul +4 nel corso del quarto parziale prima di subire il ritorno delle toscane, capaci di vincere poi 10-15 nel decisivo tie-break. Senza Chirichella, vittima di un risentimento al polpaccio, Fenoglio sceglie Barun Susnjar opposta a Dijkema, Alberti e Bonifacio al centro, Plak e Piccinini in banda e Sansonna libero; Bracci sceglie invece Sorokaite opposta a Bechis, Calloni e Melandri al centro, Enright e Bayramova in banda e Parrocchiale libero. Parte forte Piccinini (5-4 in parallela, poi 7-7 in pipe) mentre le squadre duellano punto a punto con Alberti (13-12, primo tempo) e Sorokaite (15-16, pallonetto) a segno. Dijkema sorpassa con l’ace (17-16), Plak attacca out (17-18) e dopo la diagonale di Barun Susnjar (19-19) arriva il primo break significativo con la parallela vincente di Sorokaite (19-21) che costringe Fenoglio al timeout. Al ritorno in campo Pietrelli, appena entrata, fa 20-23 e dopo la pipe di Plak (21-24) una fast di Calloni chiude il set 21-25. La reazione azzurra porta la firma di Bonifacio (muro su Calloni) e Pietersen, subentrata a Plak, che “blocca” Sorokaite dopo una gran difesa di Sansonna e costringe Bracci al timeout sul 6-2. Piccinini “replica” su Calloni (8-3), Barun Susnjar firma la parallela del 10-6 e poi il maniout del 12-7 poi Bonifacio allunga ulteriormente con il muro vincente sulla neoentrata Brussa che vale il 16-9 e il secondo timeout nel set di Bracci. Sul turno in battuta di Sorokaite Firenze rientra 16-12, tre punti in successione di Calloni (due palloni vaganti a rete e un muro su Barun Susnjar) valgono il 18-17 con Fenoglio che “spende” entrambi i timeout a sua disposizione. Firenze impatta e sorpassa con due parallele di Brussa (19-20), Barun Susnjar ristabilisce l’inerzia con l’ace del 21-20 e nel punto a punto che segue è ancora la croata a guadagnare il secondo e decisivo set ball sul 25-24: chiude il servizio vincente di Pietersen, 26-24. Bracci conferma Brussa, Fenoglio riparte da Pietersen e Novara va subito 5-0 sul turno in battuta di Dijkema, allungando poi con i muri di Barun Susnjar e Bonifacio su Sorokaite e Melandri (quest’ultimo dopo una grandissima difesa di Piccinini) per l’8-1. Bracci ferma il gioco due volte (la seconda sull’ace di Barun Susnjar e il 12-3 di punteggio) ma non si fermano le azzurre, con Pietersen scatenata: prima trova la parallela del 15-8, poi fa 19-9 in maniout. Barun Susnjar conquista il set ball sul 24-13, Pietrelli annulla (24-14) ma poi Calloni serve in rete e Novara va 2-1 (25-14). Si riparte testa a testa, con il botta e risposta tra Enright (2-4) e Pietersen (7-6) mentre Piccinini e ancora l’olandese fanno il primo break importante (12-8). Barun Susnjar fa 14-10 in parallela, Calloni impatta con due punti in serie (14-14) e dopo qualche minuto l’equilibrio (19-19) è rotto dal turno in battuta della neoentrata Bonciani. Due maniout di Enright, un muro di Calloni su Pietersen e Firenze arriva al set ball sul 19-24: Pietersen ci prova in diagonale (20-24) ma Enright chiude in diagonale e fa 2-2 (20-25). Sulle ali dell’entusiasmo, Firenze riparte forte e va 3-8 con l’ace di Sorokaite al cambio campo. Dijkema e Barun Susnjar accorciano (5-8) ma dopo il timeout di Bracci Firenze scappa nuovamente 8-12 con la diagonale di Sorokaite. Non basta l’ennesima pipe di Barun Susnjar (9-12), sul 10-14 Bonifacio attacca out e il “video check” chiesto da Firenze smentisce la decisione iniziale del primo arbitro (che aveva ravvisato un tocco a muro e assegnato il punto a Novara), chiudendo così il match 10-15.

Andrea Cova: “Ci ha frenato un problema caratteriale”

Parla Andrea Cova dopo la sconfitta di Vega Occhiali Rosaltiora a Gaglianico: “Questa partita mi ha ricordato la dinamica della gara giocata ad Arona – spiega coach Andrea Cova - il primo set pur vanificando un vantaggio nel finale lo abbiamo ben interpretato ma nei restanti parziali la squadra avversaria ha picchiato duro e noi ci siamo seduti attendendo un calo delle avversarie che invece hanno voluto la vittoria a tutti costi, esattamente come successo contro Arona. Siamo in questi casi alle prese con questo problema di approccio caratteriale che ci frena e non ci permette di giocare bene con squadre che sono assolutamente alla nostra portate e che con questo atteggiamento facciamo diventare superiori a noi”.

Davide De Vito: “Ci aspettavamo una battaglia e così è stato”

La disamina di Davide De Vito dopo la vittoria del Bistrot Domodossola a Collegno: “Anche questa partita era difficile ma era da vincere e per fortuna l’abbiamo vinta. Abbiamo cinto bene il primo set e successivamente anche il secondo ma solo ai vantaggi. Il quarto ci ha visto calare e abbiamo lasciato il parziale agli avversari ma alla fine la partita siamo riusciti a chiuderla bene nel quarto set. Ripeto meno male, anche perché noi ci siamo presentati alla gara con alcuni giocatori acciaccati o influenzati quindi tutto sommato eravamo anche pronti ad una sorta di battaglia. Siamo partiti con Savoia in regia, Io opposto, Piroia e Baccaglio bande, al centro il rientrante Brusa Restelletti e Conti con Turci libero”, quando poi abbiamo dovuto fare cambi è andata bene perché Marmo, Valterio, Galeazzi ed Orlando hanno fatto il loro. Bene così, andiamo avanti così”.

Alberto Franzini: “Buoni i due punti, eravamo in difficoltà”

Parla Alberto Franzini dopo la vittoria al quinto set di Altea Altiora contro Santhià: “Mamma mia che maratona un tie break così – sorride – però abbiamo vinto noi. Abbiamo vinto bene il primo set pur andando a perdere il secondo e direi che perderlo ci stava. Nel terzo set ci siamo trovati noi in vantaggio 23-21 ma abbiamo gettato la situazione letteralmente allo ortiche (o meglio, a detta del coach da un’altra parte; ndr). Nel terzo ci siamo trovati ancora avanti 19-12 ma abbiamo nuovamente riportato gli avversari in partita pur riuscendo a strappare noi il successo all’ultimo scambio. Il tie break dice tutto col risultato, un tiratissimo 20-18. Dico che va bene, eravamo in difficoltà, abbiamo giocato senza il nostro regista titolare Marco Miani sostituito bene da Alessio Faraci, ci stava fare fatica in questa gara, comunque l‘abbiamo vinta noi; è la seconda vittoria di fila e ci prendiamo i due punti da mettere in saccoccia. Peccato per i set nei quali eravamo in vantaggio ma va bene così, ripeto eravamo in difficoltà, adesso pensiamo a Chieri dove cercare di fare altri punti, magari con meno sfortuna addosso”.

Volley: ok altea e Bistrot, cadono Vega Occhiali, CSO ed Arona

Tutto il sabato del nostro volley: In B1 il Garlasco di Marco Bonfantini ha vinto 3-2 in casa contro Progetto V Orago, Nel girone C della stessa categoria Veronica Minati e la Tuum Perugia hanno vinto 3-0 in casa contro la Gramsci Reggio Emilia, infine nel girone D la Sigel Marsala di Silvia Agostino ha perso 3-1 in terra di Sicilia contro la Europea Isernia. Sconfitta per 3-0 in B maschile per Francesco Castanò e la sua Cus Insubria Varese contro Diavoli Rosa Brugherio al PalaInsubria. Nei tornei regionali in C maschile Alta Altiora senza il regista titolare Marco ‘Mini’ Miani ha vinto 3-2 in casa contro Stamperia Alicese Santhià con un tie break eterno. Parziali 25-19, 22-25, 23-25, 25-23, 20-18 In D maschile il Bistrot 2Mila8 Domodossola era di scena a Collegno con Artivolley. La formazione di Giovanni De Vito ha vinto 3-1 con parziali 20-25, 26-28, 25-21, 18-25. In D femminile c’era il big match tra Arona e Pallavolo Scurato, hanno vinto le novaresi per 3-1, che tentano la prima fuga in classifica, con parziali 21-25, 25-19, 23-25, 14-25. Cusio Sud Ovest San Maurizio ha perso 3-2 in casa contro Bellinzago con i set chiusi sul 8-25, 26-24, 21-25, 28-26, 12-15. Infine Vega Occhiali Rosaltiora che in trasferta a Gaglianico priva delle centrali Emily Velsanto e Pamela Ferrari (ha esordito in categoria Francesca Petronini, atleta non udente che gioca con un apparecchio acustico ed è atleta facente parte della nazionale sordi) ha perso 3-0 con parziali 25-23, 25-19, 25-17. Un risultato della prima divisione femminile con Area Libera Invorio che ha vinto 3-0 contro Borgomanero (23-25, 13-25, 18-25).

L & M

laghiemonti
Laghi &
Monti

Azzurra Sport

azzurrasport
Azzurra
Sport

Web TV

webtv
VCO azzurra TV in Streaming

VCO Notizie

vconotizie
VCO Azzurra TV
telegiornale

Non di solo pane

nondisolopane
Non di
solo pane

Extra

extra
Approfondimento 
giornalistico

Vivere in salute

vivereinsalute
Vivere
in salute

Cronaca 7

Vivere in salute
Approfondimenti
di cronaca

Il Sasso nello Stagno

sasso nello stagno
Approfondimento 
giornalistico

Dilettanti per dire

dilettanti
Appuntamento
settimanale

Weekend..

weekend
Weekend
in viaggio

L'Infinito dentro un bisogno

infinito dentro un bisogno
L'infinito dentro un bisogno

Baskettando

baskettando
Rubrica
sportiva

La nostra storia

lanostrastoria
La nostra
storia

Sportivamente

sportivamente
Sportivamente
 

La nostra sede

Tele VCO 2000 s.r.l.

Copyright 2015 © Tutti i diritti riservati
Via Montorfano, 1 - 28924 Verbania Fondotoce (VB)
Tel. +39 0323.589711
Fax +39 0323.496258
Cap.Soc. € 155.000 i.v. Iscr.Reg.Imprese Verbania 
n. 00877200030
Direzione e coordinamento  di “IL CLUB S.R.L.” R.E..A. V.C.O. n.133820
Cod.Fisc./Part. I.V.A. 00877200030

La nostra sede