logo1

Masera sabato ultima partita prima della final-four

bocce masera

Sabato ultimo impegno di campionato per il Masera prima della final four che assegna la serie A a Loano. Intanto tempo di elezioni a livello nazionale, regionale e locale

Lo stop di questo fine settimana dovuto alle votazioni del consiglio federale e del suo presidente non ha comunque impedito che a Domodossola si svolgesse la fase finale della gara a gironi tra Domodossola e Romagnano, così la coppia del Masera composta da Renato Ariola e Maurizio Verganti ha battuto in semifinale quella della Romagnanese e successivamente in finale quella della Caddo con Gianluca Fiumanò e Cristiano Poletta che in semifinale si erano liberati, dopo aver recuperato una bella partita, della coppia del Novara Bocce.

Per l’attività notturna è in corso di svolgimento la gara notturna a coppie organizzata dalla Concordia e intitolata alla memoria di Vladimiro Ruga, la competizione andrà avanti ancora tutta la settimana prossima e le finali sono previste per martedì 28 marzo.

Per quanto riguarda il campionato di serie B il Masera affronterà sabato prossimo, nell’ultima giornata una delle tre seconde in classifica, il Rosta proprio sui loro campi; mentre per gli Ossolani non vi sono problemi di qualificazione, avendo 3 punti di vantaggio, Rosta dovrà vincere ed aspettare il responso dagli altri campi, la Chiavarese scenderà in campo ad Aosta mentre la Calvarese ospiterà la Beinettese. Solamente al termine degli incontri uscirà la seconda classificata che insieme a Masera, Quadrifoglio (UD) e Belluno giocherà a Loano sabato 25 marzo la fase finale per guadagnare il posto lasciato vacante da Canova nel campionato di serie A.

Ritornando a sabato scorso ricordiamo che tutto il movimento boccistico Italiano si è fermato per poter dare la possibilità alla Federazione stessa di rinnovare il proprio direttivo; nel centro congressi di Verona, straripante di rappresentanti sociali quali presidenti, tecnici e atleti il presidente che ha fatto la storia delle bocce in questi ultimi 24 anni, Romolo Rizzoli, è stato decisamente sconfitto dal nuovo, Marco Giunio De Sanctis, attuale segretario generale del CIP, Comitato Italiano Paralimpico, tra le altre cose conoscente ed amico del grande Angelo Petrulli.

Nella giornata di sabato abbiamo potuto vedere lo scontro generazionale, da una parte la vecchia guardia che pareva oramai andare avanti senza grandi motivazioni, stimoli ed idee e dall’altra un insieme di persone ben determinate a cambiare la mentalità di questa federazione per provare a riportare questo antico gioco in auge provando a riportare al centro del dibattito la società stessa.

Innovazione, cambiamento, anche nelle bocce sono queste le parole d’ordine, proporre al pubblico i campionati di società nelle quali le corse veloci come la staffetta ed il tiro progressivo possano diventare il nostro pass per le Olimpiadi, Olimpiadi che sono solo un sogno da molto tempo; primi intenti del presidente incentivare i settori deboli quali il giovanile, il femminile ed i disabili e proprio riguardando quanto abbiamo fatto qui a Domodossola in questi ultimi anni siamo fieri di aver già intrapreso questo percorso con un piccolo anticipo.

A breve ci saranno le votazioni Regionali, più precisamente sabato 25 marzo, ed anche questa sarà una tappa importante per continuare quel rinnovamento iniziato a livello federale, infine mercoledì 19 aprile si chiuderà il ciclo di votazioni con quelle provinciali del Verbano Cusio Ossola e quelle del tecnico territoriale di Domodossola alla cui guida siederà proprio da quel giorno Elio Tori che siamo certi continuerà quanto intrapreso in questi anni magari incrementando ancor di più proprio questi settori.

Pin It

Web TV

Pubblicità-sport

loghi sport

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa