logo1

Piange lo sport verbanese: addio Dino Negri, presidente della Canottieri Pallanza

dino negriLutto per lo sport verbanese, lutto per la Canottieri Pallanza, è morto nella tarda serata di ieri Ferdinando ‘Dino’ Negri, 74 anni, da anni collaboratore e presidente del sodalizio, sconfitto da un male incurabile. Una figura nota in città non solo in ambito sportivo.

Piange lo sport del remo verbanese, nello specifico piange la storica ed ultracentenaria Canottieri Pallanza: è scomparso nella notte Ferdinando Negri, 74 anni,  per tutti solamente Dino, per anni collaboratore, dirigente ed anche presidente del sodalizio pallanzese nelle ultime stagioni. Dopo una lunga regata contro uno di quei mali infami e subdoli che non lascia scampo e che lo aveva minato nel fisico. Lui, un passato da agente di Polizia Municipale a Verbania, era appassionato di cavalli e di canottaggio ed aveva prestato da tempo la sua opera a favore della Canottieri: la sua presenza era rassicurante, non mancava ad un allenamento, era sempre li a dipanare consigli ai suoi ragazzi, anche solo con una parola buona. Lo ricordiamo in sede, nelle occasione lavorative che riguardavano Canottieri Pallanza, fiero nel mostrare ai cronisti il quadro con la fotografia originale con tanto di dedica del ‘vate’ Gabriele D Annunzio, donato negli anni 30 al sodalizio: “Ai canottieri di Pallanza, che sanno bere la coppa d’un sol fiato, Gabriele D’Annunzio, Capo di lancia”. Si vedeva che gli si illuminavano gli occhi quando era davanti al quadro che doveva essere di stimolo ai suoi ragazzi. Negli ultimi periodi, con il crescere inesorabile del male ‘il Dino’ non aveva più modo di scendere in Canottieri, finchè è arrivata la triste notizia della sua scomparsa. Il ricordo del sottoscritto, cosa che un cronista mai dovrebbe fare ma sinceramente ci importa poco e lo facciamo, riguarda le ultime edizioni del Palio Remiero verbanese; da sempre Dino, legatissimo a Pallanza, collaborava con l’organizzazione, da sempre, passando da presidente e presidenti del Comitato di Piazza e Vila. Ci sembra di vederlo li al Mausoleo, al fianco del sottoscritto e di chi prima ha avuto l’onore di commentare il Palio a Verbania, con la sua pistola a sparare a salve per dare il via alla gara. Quest’anno no, il male non glielo ha permesso e forse ad una persona che tanto ha dato allo sport verbanese come ‘il Dino’ è stato risparmiato di vedere questa assurda, inopinata, evitabile divisione. Abbiamo forse sforato, quel che conta adesso è il non disperdere la testimonianza in vita di Ferdinando Negri, ‘il Dino’, un uomo buono, uno che amava i suoi ragazzi, adorava la sua città, uno che mancherà allo sport ed a molti. Sit tibi terra levis Dino! I Funerali si terranno lunedì 20 agosto a Madonna di Campagna, con inizio alle ore 15.00 Le condoglianze alla famiglia da tutta la ’squadra’ di Vco Azzurra TV.

GT

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa