logo1

Masera travolto ad Ivrea

Il Masera travolto piuttosto nettamente in casa della Brb: passivo molto severo per gli ossolani, che mirano ad una difficile salvezza nel campionato di serie A

bocce masera

 

Esattamente come due anni fà la prima prova che aspetta il Masera nel campionato di serie A è una di quelle proibitive, cioè la trasferta a Salassa in casa della BRB; purtroppo però quest’anno ben altre sono le aspettative degli Ossolani che mirano a puntare alla salvezza in una competizione per loro forse eccessiva.

Problemi dovuti  alla tardiva iscrizione al campionato non hanno permesso al Masera di fare una campagna acquisti valida come quella del passato anche se i giocatori che sono approdati in Ossola sono comunque decisamente valevoli, Massimo Cinalli e Sergio Guaschino dalla Capannina di Biella Giacomo Crovo e Daniele Basso dalla Calvarese ed Alfredo Bagnasco il Ligure già alla sua terza stagione nel Masera sono gli stranieri che dovranno cercare di dar manforte agli Ossolani Ivan Della Piazza, Stefano Mellerio, Stefano Frattoni, Andrea Mellerio, Claudio Ragozza ed il veterano Pietro Mariolini.

Veniamo alla giornata iniziale del campionato, come già detto una delle tre trasferte più difficili in assoluto e lo si è dimostrata sin dall’inizio, nell’individuale Grosso non ha lasciato scampo a Cinalli sconfiggendolo con un secco 12 a 3, stessa sorte per la terna composta da Crovo, Mariolini e Mellerio battuti 13 a 2 dalle furie rosse di Bellazzini; più combattute, seppur con lo stesso risultato le due coppie perse allo scadere del tempo per 6 a 1 da Guaschino, Ragozza contro Grattapaglia e Cavagnaro e 8 a 4 da Bagnasco, Basso contro re Ballabene e Bruzzone con una bellissima prestazione del giovane Daniele Basso che tra gli azzurri in campo è quello che maggiormente si è distinto. Nel secondo turno dell’incontro vittoria netta nella staffetta per 54 a 40, mentre più di misura le vittorie nei tiri tecnici con Grosso, campione Italiano della specialità, che seppur inciampando batte per 9 a 8 Guaschino e Grattapaglia che regola per 25 a 23 Cinalli, nel tiro progressivo Pegoraro sistema Bagnasco 43 a 32. Sul punteggio di 16 a 0 il morale non si può definirsi certamente alto ma gli atleti di Girlanda ma ci provano ugualmente, niente da fare neppure il punto per salvare il classico cappotto, 13 a 3 nella coppia, 11 a 7 nell’individuale, 13 a 0 nella terna e 26 a 19 nel combinato, questi i punteggi dell’ultima fase. Un risultato che fa decisamente male, ma non sono certamente questi gli incontri sui quali puntare, quindi prossimo appuntamento sabato a Domodossola con la Borgonese, altra squadra che lotta per qualificarsi alla fase finale a quattro e che vuole venire in Ossola a recuperare dei punti in quanto è stata sconfitta in casa dalla Pontese con il risultato di 15 a 9.

Per quanto concerne l’attività locale segnaliamo la gara sperimentale che si è svolta sabato scorso in collaborazione con l’Ancos e nella quale sono state coinvolte anche le province di Novara e Vercelli, la competizione è iniziata sabato mattina con lo svolgimento di una partita ed è proseguita con due partite nel pomeriggio e termine alle ore 17 dove è poi avvenuta la premiazione da parte del responsabile sig.Giorgio Quaglia che ha premiato i vincitori di Domodossola della Juventus Domo con Lorenzo Frattoni, Roberto Mellerio e Giuseppe Caldera sulla Bognanco di Mario Castelli, Mario Broggio ed Enrico Truant.

Pin It

Web TV

Pubblicità-sport

loghi sport

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa