logo1

Bocce, Masera per la A a Loano

Il Masera sogna il ritorno in serie A: appuntamento nel fine settimana a Loano nel quadrangolare che comprende Quadrifoglio, Belluno e Rosta

bocce masera coppia

Cominciamo, almeno per una volta, dall’attività locale prima di dare spazio alle notizie relative al Masera ed alla fase finale a cui parteciperà sabato prossimo; è in corso di svolgimento la gara notturna a coppie organizzata dalla Concordia in memoria di Vladimiro Ruga, lunedì sera previste le quattro semifinali, due per categoria, mentre le due finali si svolgeranno venerdì sera sempre alle ore 20,30 nel bocciodromo Domese. Ma già da martedì 28 marzo prenderà il via un’altra gara ma sui campi del coperto di Malesco, organizzata dalla Valle Vigezzo, notturna che venerdì verrà sospesa per permettere le finali di Domodossola.

Domenica 26 inizio dell’attività sui campi esterni con la classica gara di Mocogna organizzata dalla Caddo, la gara inizierà alle 9 e sarà comunque sospesa alle ore 17 eventualmente spostando la partita di finale a sabato prossimo; nel caso di maltempo la gara si svolgerà nei bocciodromi coperti sino alla fase finale.

Altro appuntamento importante, anche se non giocato, quello che si svolgerà sempre sabato a Torino dove le società piemontesi avranno il compito di votare il nuovo Consiglio Direttivo per il quadriennio 2017/2020, in corsa per il posto di presidente regionale l’attuale Paolo Storto ed il nuovo, colui che segue la linea della Federazione Nazionale che vede ora al vertice Marco Giunio De Santics ex segretario generale del CIP, Claudio Vittino; tra i candidati a consigliere regionale anche l’attuale presidente provinciale del VCO, Giorgio Niero.

Ma passiamo ora a parlare del Masera e dell’impresa che sabato potrebbe portarlo nuovamente a calcare il palcoscenico della serie A, prima vediamo come è andato l’ultimo incontro della fase eliminatoria. Il risultato è stato in bilico sino all’ultimo minuto e gli Ossolani hanno cercato in tutti i modi di strappare i due punti anche a Rosta ma l’impresa non è riuscita e proprio i Torinesi, grazie alla vittoria, sono riusciti ad agguantare il secondo posto in classifica valido per disputare la finale a quatto si sabato prossimo a Loano.

Il Masera è partito molto bene vincendo con il solito grande Carlo Negro il combinato individuale contro Tiotto e l’individuale con Ivan Della Piazza su Silvio Riviera, nella coppia Claudio Ragozza e Fabrizio Daghero lasciano sul campo un punto pareggiando una partita quasi vinta in quanto avanti per 9 a 6 nell’ultima mano di gioco; male la quadretta con Massimo Locatelli, Pietro Mariolini, Stefano Mellerio e Alfredo Bagnasco che viene sconfitta con un secco 13 a 4.

A differenza degli ultimi incontri dove nella parte centrale il Masera ha fatto la differenza con le corse sabato Alessandro Ortolano, autore comunque di una buona prestazione e Paolo Allora, leggermente sotto tono, sono incappati in una sconfitta ad opera dei giovanissimi Emanuele Soggetti ed Edoardo Favarego per 41 a 45 ed ancora Ortolano è stato battuto da Soggetti nel progressivo per 38 a 35 mentre Carlo Negro ha portato a casa i due punti del tiro di precisione contro Tabone con l’ottimo risultato di 27 a 14.

Si comincia quindi la parte finale del match con la situazione di parità tra le due compagini, 7 a 7; i primi due punti vanno al Masera nel combinato a coppie con Lorenzo Frattoni e Paolo Allora, ma purtroppo sono anche gli unici in quanto la coppia e la terna perdono le loro partite malamente, rispettivamente 13 a 4 e 13 a 1, purtroppo l’individuale su cui il ct Girlanda contava maggiormente con quel Carlo Negro che per tutta la stagione ha fatto da vero trascinatore, insieme ai due corridori, è stato sconfitto allo scadere del tempo per 11 a 10 da Volturo che portava così il risultato finale dell’incontro sul 13 a 9 per i Valsusini e decretava il passaggio di entrambi le formazioni alla finale a quattro che si disputerà sabato 25 marzo in quel di Loano, dove il Masera affronterà la seconda classificata del girone dell’Est, Quadrifoglio squadra friulana, mentre Rosta dovrà vedersela con il forte Belluno; domenica 26 si disputerà quindi la finalissima tra le due vincitrici per aggiudicarsi il posto in serie A.

Terminiamo con la bella notizia che ci arriva dal settore giovanile dove Matteo Chiodin sui campi di S.Damiano d’Asti ha raggiunto uno straordinario secondo posto nella selezione valida per il campionato Italiano U15 di combinato; con questo piazzamento e quello raggiunto a coppie con Stefano Vescio i nostri due ragazzi di punta confermano la loro crescita dal punto di vista tecnico, ora aspettiamo che il lavoro svolto dal grande Bortolo ed il suo collaboratore Mario Fidanza cominci a dare buoni esiti anche sugli altri giovani del gruppo.

Pin It

GUARDA LA TV LIVE

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa