logo1

Parla svizzero l'AronaMen

azzurrasport logo

Adriano Engelhardt, 26 anni, si è aggiudicato la nona edizione dell’AronaMen, gara di triathlon  sulla distanza di 112,9 chilometri. Precisamente 1.900 metri di nuoto, 90 di bike e 21 di podismo. Lo svizzero ha battuto i favoriti Bruno Pasqualini, Massimo Cigana, Ivan Risti e Stefano Luciani.

Il ragazzo rossocrociato ha spodestato i grandi campioni e ha sorpreso tutti chiudendo la gara in 4h 02' 21''. Una competizione che però è stata ricca di infinite emozioni: Engelhardt ha infatti coronato la rimonta nell'ultimo giro della frazione podistica sul lungolago aronese dopo un lungo inseguimento dovuto alle sue difficoltà nel nuoto e nel ciclismo. Senza storia invece la sfida femminile: la lomellina Santimarie Margie ha tenuto fede ai pronostici della vigilia sbaragliando le avversarie e concludendo in 4h 33' 12'', addirittura con 20 minuti di vantaggio su Nicole Hari, giunta seconda. Nelle staffetta primo posto assoluto per Atletica Desio-Brimar capitanata da Andrea Secchiero, vice campione europeo di acquathlon. Dopo il nuoto, partito alle 6.50, spettacolare il giro ciclistico che portava i partecipanti da Arona a Baveno, poi, attraverso Lesa risalita sul Vergante da Massino Visconti, a Brovello Carpugnino, Gignese, Miasino, Ameno, Bolzano Novarese, Invorio, Ghevio, Dagnente, San Carlo e Arona.         I vincitori, oltre al consueto ricco pacco gara, si sono spartiti un montepremi di 3 mila euro.  Organizzata da Nerottini, la manifestazione godeva del patrocinio del Comune di Arona, dell’Ente Fiera del Lago Maggiore e della Pro Loco di Arona.  Per la prossima edizione la numero 10, l’organizzazione promette un evento degno del decennale.           

Pin It

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa