logo1

Vasyl re del Trail del Calvario, Uhr la regina

Perfettamente riuscita la terza edizione del Trail del Calvario: vittoria in campo maschile di Vasyl Matvyuchuk mentre tra le donne la regina è stata Michela Uhr

vasylcalvario

 

Giunto alla terza edizione il Trail Del Calvario, organizzato dall’Atletica Avis Ossolana, ha trovato quest’anno come splendida locazione di partenza e arrivo il salotto di Domodossola ,ovvero la splendida Piazza Mercato,il cuore della città. La scelta degli organizzatori non ha tradito le aspettative e un folto pubblico fin dalla partenza non ha mancato di applaudire gli atleti impegnati nell’ultimo trail ossolano di questa lunga stagione di corse in montagna. A differenza delle passate edizioni una splendida giornata di sole ha salutato gli oltre 200 runners provenienti da tutto il nord a misurarsi su un percorso selettivo quanto fascinoso che andava a toccare quasi tutte le frazioni montane del capoluogo ossolano,con salite e discese che si alternavano mettendo a dura prova la tenuta atletica dei runners. Ben 950 il dislivello positivo da superare con i suggestivi passaggi al Sacromonte Calvario insignito dall’Unesco come “Patrimonio dell’Umanità”,mentre le sommità della gara erano poste ad Anzuno ed Andosso a circa 650 metri di quota. In gara è stato subito battaglia con L’ucraino Vasyl Matvijchuk e Marco Giudici del Team Fisiodelta al comando al primo passaggio al Calvario,seguiti a breve distanza dal lariano Simone Diviggiano,seguito a sua volta da Matteo Ceresa (Salomon),Gabriele Bacchion e Alberto Gramegna (Caddese Monique Girod).Nel prosieguo della corsa Matvijchuk riusciva a staccare Giudici,il quale veniva raggiunto e superato dalla rimonta di Bacchion. Al Traguardo l’ucraino si presentava solo dopo 1h18’35 di corsa,alle sue spalle a 47 secondi Bacchion e terzo gradino del podio per Giudici a 2’44” dal vincitore,mentre Diviggiano e Gramegna andavano a completare la top five. La gara femminile è vissuta sul duello tra Michela Uhr (Insubria Sky Team) ed Elisa Masciocchi con quest’ultima partita subito forte che transitava prima al Calvario,ma poi veniva raggiunta e superata dalla Uhr,specialista in gare di questo tipo. Al traguardo Uhr fermava il cronometro dopo 1h43’43”,a 2’23” Masciocchi per il secondo posto, mentre per il terzo la spuntava per una manciata di secondi Eugenia Vasconi (Cus Insubria Eolo) su Alessandra Pescini. Quinto posto per l’anzaschina Manuela Stoppini. Nella gara contorno alla principale una 7 km con 350 metri di dislivello, alla quale hanno partecipato un centinaio di concorrenti, la vittoria ha arriso a due giovanissimi: Giuliano Bossone della caddese Monique Girod e Paola Varano del Bognanco ,atleta della nazionale Juniores di corsa in montagna. Sul Podio anche Roberto Giacomotti e Leonardo Appetito fra i maschi,mentre in campo femminile vi sono salite Raz Lepori e Camilla Bottura. L’evento podistico ha avuto anche un risvolto benefico con un euro per ogni iscritto donato al centro Aiuti per l’Etipia,mentre il ricavato del pasta parti è andato alla casa di Riposo di Domodossola. Domenica gran finale di VCO in Corsa con la STRACUZZEGO “Memorial Giuliano Scesa”. Corsa di 10 km su un anello di 5 da percorrersi due volte.Partenza alle ore 10:00

Pin It

Web TV

In evidenza

Pubblicità-sport

loghi sport

Ricetta della settimana

 

Questo sito consente l'invio di cookie di terze parti.
Se acconsenti all'uso dei cookie fai click su OK, se vuoi saperne di piú o negare il consenso fai click su leggi informativa